Martedì, 26 Aprile 2011 10:16

CAMPUS UNIVERSITARIO: Gip L'Aquila conferma il sequestro e le tesi dell'Udu e di Italia Nostra

aquila2011.jpg

L'AQUILA - Rimane sotto sequestro il campus universitario realizzato in località Cavallari di Pizzoli (L'Aquila).

A deciderlo è stato il Gip del tribunale dell'Aquila che ha respinto l'istanza presentata confermando quanto sostenuto da tempo dall'Udu e da Italia Nostra.

La discussa struttura finì sotto sequestro nell'ottobre del 2010, dopo un blitz degli uomini del Corpo forestale su ordine della Procura.

Tra i nomi delle undici persone che hanno ricevuto l'avviso di garanzia nell'ambito dell'operazione che ha portato al sequestro della struttura: il sindaco di Pizzol. Avvisi di garanzia relativi alla ditta "Fer.srl", che ha realizzato il campus e per i proprietari dei terreni. 

Tre delle undici palazzine costruite rimangono, quindi, sotto sequestro, mentre gli indagati dovranno rispondere, a vario titolo, di una serie di reati che vanno dalla trasformazione urbanistica ed edilizia in violazione delle norme urbanistiche alla mancanza di un piano di lottizzazione valido; progettazione e realizzazione in difformità alle prescrizione del P.R.G.; falso ideologico; realizzazione delle opere in area sottoposta a vincolo paesaggistico, senza la prescritta autorizzazione; realizzazione dell'opera non osservando la distanza minima di 150 m dal fiume Aterno (i manufatti risultano realizzati ad una distanza inferiore di 50 m rispetto all'argine del fiume ed in ogni caso ricadono all'interno della fascia di rispetto); danneggiamento delle bellezze naturali e dei luoghi e  violazione dei vincoli paesaggistici.

I reati ascritti negli avvisi di garanzia sarebbero stati tutti commessi in concorso tra gli indagati.

Visite oggi 274

Visite Globali 2067125