Venerdì, 28 Giugno 2013 14:12

IL TAR DELL’UMBRIA ACCOGLIE L’ISTANZA CAUTELARE E SOSPENDE LE ELEZIONI.

Pubblicato in Elezioni trasparenti

Lo scorso 20 maggio il Tar dell’Umbria ha emesso un decreto d’urgenza con il quale è stata “ravvisata la necessità di sospendere i decreti rettorali … nella parte in cui indicono le elezioni per i giorni del 21 e del 22 maggio”, provvedendo in tal modo sulla grave vicenda dell’esclusione delle principali liste elettorali dell’UDU presentate nell’ambito delle votazioni per l’elezione dei Rappresentanti del Consiglio degli Studenti all’Università degli Studi di Perugia.

Il Presidente del Tar, Dott. Cesare Lamberti, ha rilevato la mancanza di motivazione nei provvedimenti con cui è stata notificata l’inammissibilità delle liste dell’UdU.

E’ fondata quindi la censura prospettata in ricorso concernente la violazione dell’obbligo di motivazione a cui l’Università di Perugia non avrebbe dovuto sottrarsi nella decisione di escludere le liste dell’UDU dalla competizione elettorale.

L’esclusione così comunicata, priva di motivazione, configura, come confermato dal decreto, una violazione del principio della massima partecipazione alle competizioni elettorali nonché del principio di economicità dell’Amministrazione - previsto esplicitamente all’art.1 della legge 241/1990 - e del principio trasparenza del procedimento, attuativo peraltro di quella parte dell’art. 97 comma 1 Cost. che informa l’azione amministrativa al principio di imparzialità.

I Giudici, in considerazione che l’Associazione UDU Perugia ha assunto di aver presentato tempestivamente le liste per l’ammissione alle competizioni elettorali indette, hanno invitato l’Ateneo a rinviare le elezioni degli studenti ad una data successiva al pronunciamento della Camera di Consiglio, fissata per il prossimo 5 giugno.

Vedi il provvedimento vittorioso e la rassegna stampa allegata.

Visite oggi 404

Visite Globali 1876610