Campagna per la felicità http://avvocatomichelebonetti.it Tue, 27 Jun 2017 00:04:26 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it 12 Maggio 2012, giornata dedicata ai diritti dei disabili http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/338-12-maggio-2012-giornata-dedicata-ai-diritti-dei-disabili-in-occasione-della-grande-mobilitazione-lavvocato-michele-bonetti-lavvocato-silvia-antonellis-offriranno-consulenza-legale-gratuita http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/338-12-maggio-2012-giornata-dedicata-ai-diritti-dei-disabili-in-occasione-della-grande-mobilitazione-lavvocato-michele-bonetti-lavvocato-silvia-antonellis-offriranno-consulenza-legale-gratuita 12 Maggio 2012, giornata dedicata ai diritti dei disabili

“La disabilità non è un mondo a parte ma una parte del mondo!”. E’ questo lo slogan della mobilitazione nazionale a favore dei disabili, organizzata dal Coordinamento Nazionale Famiglie di Disabili Gravi e Gravissimi e che avrà luogo il 12 maggio dalle ore 9.30 con partenza dal Colosseo a Roma.

Studenti, famiglie, bambini e giovani al termine della breve marcia, alle Terme di Caracalla, saranno accolti in un’atmosfera di festa e spettacolo da un sit-in di Associazioni per i diritti dei disabili; un vero e proprio “Villaggio dei Diritti”, allestito per promuovere le attività associative e intrattenere i partecipanti.

L’obiettivo principale di questo evento è sfatare l’idea che la disabilità tolga la gioia di vivere e che ogni associazione sia un mondo a parte. Vi saranno lezioni dedicate agli studenti sui temi della disabilità, presentazione di libri, giochi per i più piccoli. Non mancherà la musica, un’area ristoro ed un angolo dedicato a consulenze professionali specifiche.

L’Avvocato Michele Bonetti & l’Avvocato Silvia Antonellis offriranno gratuitamente tale servizio e la loro disponibilità ed il loro intervento non potrà che far comprendere ancor meglio la finalità dell’importante giornata, ovvero un’occasione di incontro dove i disabili potranno davvero “far sentire la propria voce”.

Sono quasi tre milioni in Italia le persone affette da disabilità e nella maggior parte si tratta di anziani non più autosufficienti mentre non si conosce il numero dei disabili gravi e gravissimi, di cui solo alcuni vivono in presidi socio-assistenziali, mentre la restante parte vive in famiglia con conseguenti difficoltà non irrilevanti.

Per questo l’evento include le Olimpiadi dei Diritti, metafora del percorso a ostacoli che chiunque abbia a che fare con la disabilità deve affrontare quotidianamente che invece è ignorata dai più. Saranno davvero in tanti a partecipare, tutti accomunati da uno scopo: che i diritti dei disabili siano, oltre che concessi sulla carta, anche rispettati.

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Campagna per la felicità Fri, 27 Apr 2012 09:17:19 +0000
TYSSENKRUPP:16 ANNI E MEZZO PER OMICIDIO VOLONTARIO CAMBIERANNO IL CONCETTO DI SICUREZZA DEL LAVORO? http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/247-tyssenkrupp16-anni-e-mezzo-per-omicidio-volontario-cambieranno-il-concetto-di-sicurezza-del-lavoro? http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/247-tyssenkrupp16-anni-e-mezzo-per-omicidio-volontario-cambieranno-il-concetto-di-sicurezza-del-lavoro?

Sedici anni e mezzo di reclusione all'amministratore delegato della TyssenKrupp per omicidio volontario; è una sentenza che segna una tappa importante in materia di infortuni sul lavoro, qualificando il comportamento del datore di lavoro in termini di dolo eventuale.

Non dobbiamo dimenticare, però, che in questo caso l'istruttoria dibattimentale del processo penale ha portato alla luce circostanze davvero eccezionali e impressionanti, riguardo alla consapevolezza del rischio da parte dei responsabili e alla scelta deliberata di omettere le misure di sicurezza necessarie. 

Nel caso di specie erano stati anche dirottati gli ispettori per coprire gravissime mancanze di misure di sicurezza.

L'innovativa sentenza interviene nel Paese con il tasso più elevato di infortuni gravi rispetto al resto d'Europa dovuti soprattutto al tasso più cospicuo di lavoro irregolare e al difetto di cultura della sicurezza e della legalità.

Una sentenza come quella sul caso Thyssen è importante per il principio che afferma, ma non può essere solo una sentenza severa a risolvere il problema. Chi è abituato a disapplicare le leggi non cambia comportamento per la minaccia di sanzioni più dure.

In questo campo, più che il diritto conta la cultura delle regole, la civicness diffusa, la consapevolezza che un'azienda più sicura è anche un'azienda più efficiente.

La sentenza afferma comunque principi importanti ma ad oggi ancora non è passata in giudicato.

]]>
info@zerogravita.com (Super User) Campagna per la felicità Tue, 26 Apr 2011 10:23:30 +0000
L'AQUILA: PARTE LO SPORTELLO GRATUITO DI CONSULENZA LEGALE http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/208-laquila-parte-lo-sportello-gratuito-di-consulenza-legale http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/208-laquila-parte-lo-sportello-gratuito-di-consulenza-legale

Lo studio legale Avvocato Michele Bonetti & Partners ha aperto uno sportello di Consulenza Legale gratuito sul territorio dell’Aquila al fine di risolvere tutte le problematiche insorte per mutui, locazioni e disagi di natura giuridica che affliggono la popolazione dell’Aquila. Lo sportello legale, la cui consulenza è completamente gratuita, vuole rappresentare un piccolo sostegno dello Studio per alcuni dei disagi patiti dalla popolazione aquilana. Inoltre, si segnala come sia già partito il ricorso collettivo per ottenere i danni anche morali e il recupero delle caparre versate dagli studenti per gli immobili del “Campus Universitario” in località Pizzoli, sequestrato in data 8 ottobre 2010 dalla Procura della Repubblica.

Avv. Michele Bonetti & Partners

]]>
info@zerogravita.com (Super User) Campagna per la felicità Tue, 02 Nov 2010 10:25:43 +0000
La nostra felicita':e' essere al servizio degli altri http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/199-la-nostra-felicitae-essere-al-servizio-degli-altri http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/199-la-nostra-felicitae-essere-al-servizio-degli-altri

Il concetto di felicità è un valore esplicitamente sancito in alcune Costituzioni e nella Dichiarazione d'indipendenza degli Stati Uniti. Nella Costituzione italiana il “pieno sviluppo della persona umana” è valore sancito dall'art. 3. La felicità nel suo aspetto evolutivo, è essenziale per garantire la tutela della dignità della persona in ogni suo aspetto e dunque garantire la sua felicità. Rispettare la vita privata significa anche permettere a ciascuno di realizzare i propri sogni, di non rinunciare alla felicità nelle forme in cui la si identifica, di decidere personalmente circa ciascun aspetto del proprio cammino. Dunque realizzare i propri sogni è sviluppare a pieno sé stesso, trovando il necessario equilibrio per raggiungere la propria felicità. Il diritto alla felicità ed il correlato diritto all'identità personale (sancito tra i diritti inviolabili ex art. 2 Cost., sent. Corte Cost. n. 13/1994) rappresentano quindi un rovesciamento di prospettiva nei confronti di imposizioni atte a trasferire sulla persona modelli prefabbricati.

Abbiamo sempre sostenuto un nuovo modo e concetto di felicità, contrastando le teorie più diffuse e consolidate che legano il concetto di felicità alle caratteristiche della personalità e alle scelte individuali che a nostro avviso non facevano differenze a lungo termine, ma regalavano una mera felicità temporanea (da un giorno sino a due anni). Secondo la teoria più diffusa della felicità, chiamata teoria del set-point, esiste un livello di felicità che resta pressoché costante durante tutta la vita perché legato a caratteristiche genetiche o della personalità e quindi eventi piacevoli possono modificare solo temporaneamente i livelli di soddisfazione personale ma poi nel giro di uno o due anni si ritorna allo stato d’animo consueto.

Oggi i nostri amici dell team dell’Università di Melbourne guidato da Bruce Headey hanno con noi dimostrato che è vero il contrario, è possibile fare esperienze di felicità a lungo termine (anche 25 anni) solo se si pongono degli obiettivi altruistici, come l’ambiente, la famiglia e il prossimo in generale. Queste persone sarebbero più felici e soddisfatte rispetto a chi si pone come target il solo successo materiale o la carriera.

Analizzando i dati di un’indagine tedesca, German Socio-Economic Panel Survey, che comprende interviste a giovani e adulti condotte fra il 1984-2008, gli studiosi hanno scoperto che, grazie alle scelte individuali, si possono fare esperienze a lungo termine di felicità (25 anni) indipendentemente dal carattere introverso o predisposto alla malinconia. A far salire a lungo termine i livelli di felicità, secondo lo studio, sono soprattutto gli obiettivi della vita, in particolare è stato scoperto che le persone le quali pongono come scopi prioritari l’altruismo o la famiglia sono più soddisfatte rispetto a chi pone come obiettivi carriera e successi materiali. Anche stabilità emotiva e religione sono determinati per una felicità duratura.

]]>
info@zerogravita.com (Super User) Campagna per la felicità Tue, 19 Oct 2010 10:37:42 +0000
DINIEGO AL RILASCIO DEL VISTO DI INGRESSO IN ITALIA? http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/198-diniego-al-rilascio-del-visto-di-ingresso-in-italia? http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/198-diniego-al-rilascio-del-visto-di-ingresso-in-italia? In caso di diniego al visto di ingresso è possibile ricorrere al Tar del Lazio entro 60 giorni. Il Tar del Lazio ha annullato il diniego al rilascio del visto di ingresso nel territorio nazionale dello Stato.
Lo studio prosegue con successo nella sua campagna per i diritti delle c.d. fasce deboli aiutando le famiglie nei c.d. ricongiungimenti dall'estero, espletando con successo anche le pratiche per il diritto di asilo presso gli sportelli per l'immigrazione legati ad associazioni del settore.
Avv. Michele Bonetti & Partners

doc Ordinanza del Tar Lazio ]]>
info@zerogravita.com (Super User) Campagna per la felicità Mon, 04 Oct 2010 11:18:12 +0000
SPORTELLO DI CONSULENZA LEGALE PER L'IMMIGRAZIONE http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/179-sportello-di-consulenza-legale-per-limmigrazione http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/179-sportello-di-consulenza-legale-per-limmigrazione Nascono i primi sportelli di consulenza ed assistenza legale per gli immigrati per espressa determinazione dei nostri professionisti che mettono le proprie conoscenze e capacità professionali a diretta disposizione delle fasce deboli di cittadini che si trovano sempre più spesso a scontrarsi con una legislazione sfavorevole e farraginosa.
I cittadini, di qualsiasi nazionalità, potranno rivolgersi ai nostri sportelli certi di trovare l’assistenza e la comprensione dello studio Avvocato Michele Bonetti & Partners necessaria per dar voce ai propri diritti ovvero per essere semplicemente coadiuvati nell’espletamento di pratiche ed attività anche di carattere meramente burocratico.
Il progetto nasce in collaborazione con associazioni radicate sul territorio romano schierate in prima linea contro le discriminazioni di ogni genere al fine di creare un vincolo solidaristico con il territorio ed i suoi cittadini.

I nostri sportelli sull’immigrazione sono a Roma:

- Via Galilei n. 57 (ogni giovedì dalle 17.30 alle 19.30)

- Via della Farnesina n. 37 (previo appuntamento telefonico al 349.4216026) ]]>
info@zerogravita.com (Super User) Campagna per la felicità Wed, 01 Sep 2010 17:26:20 +0000
& L'UNIVERSITA' DEL BENE COMUNE http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/164-luniversita-del-bene-comune http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/164-luniversita-del-bene-comune

Lo Studio Bonetti è con l’Università del Bene Comune

Lo Studio Bonetti è con l’Università del Bene Comune, un progetto educativo nato a seguito dei lavori del Gruppo di Lisbona, che parte dal principio che la “conoscenza è un patrimonio dell’umanità, che fa parte dei  beni comuni, cosi come l’acqua è fonte di vita”.

L’UBC rappresenta una nuova opportunità per il mondo dell’educazione e un’innovazione in linea con i cambiamenti dei saperi, delle conoscenze, delle idee, delle problematiche attuali su scala locale e mondiale (“nuova globalizzazione dell’economia, esplosione dell’informazione e della comunicazione, crescita delle ineguaglianze e delle esclusioni sociali, violenze di ogni genere, “rivoluzione” delle biotecnologie: OGM e clonazione; nuove lotte contadine ed operaie nei paesi del “Sud”, deterioramento dell’ambiente, cambiamento climatico su scala planetaria”). Rovesciando la tendenza dominante di una società che si dice basata sulla conoscenza, (Knowledge based society) laddove in primis la sua economia si considera sempre di più “spinta” dalla conoscenza (Knowledge driven economy), l’UBC non vuole formare studenti “stakeholders dell’impresa educativa”, piuttosto favorire tramite la conoscenza valori umani, legati allo sviluppo dell’essere umano e del suo ambiente in toto, come primo fattore di sviluppo.

L’UBC si fonda su un’interazione maestro-discepolo, alimentato da una ricerca condotta in comune e non su un «insegnamento», basato su corsi ex cathedra. La condivisione delle conoscenze avverrà in maniera aperta, grazie alla diffusione più ampia possibile dei «saperi» prodotti dalle singole facoltà. Il nodo italiano della UBC ha avviato le sue attività nel 2003 e si è costituito come Associazione italiana università del bene comune Onlus.

L’ Università del Bene Comune è costituita ad oggi da quattro facoltà:

Facoltà dell’acqua: (finalizzata alla promozione  di una nuova cultura della società civile fondata sull’accesso all’acqua come bene comune pubblico, patrimonio dell’umanità, appartenente a tutte le specie viventi);

Facoltà dell’alterità: (il cui oggetto è l’altro, visto non come il nemico, l’escludente o  l’inferiore, ma come ricchezza di possibilità, integrazione e interazione tra punti di vista diversi, solidarietà e alterità di relazioni sulle quali agire per lo sviluppo del bene comune).

Facoltà della creatività:
(si basa sull’assunto che l’immaginazione non ha frontiere; l’unica frontiera possibile per la creatività è rappresentata dal rispetto della dignità umana. L’immaginazione in quanto fonte principale della creatività individuale e collettiva, diventa spazio aperto alla circolazione delle idee, dove la “navigazione” sarà effettuata mediante mezzi e secondo vie di diversa natura).

Facoltà della mondialità: (i principi ispiratori sono la promozione delle diversità come le modalità del vivere insieme; stimolare nuove forme di immaginare e vivere la cooperazione e le relazioni sulla base di valori come la giustizia e la conoscenza di saperi; stimolare la partecipazione comunitaria (dal locale al globale).

Le sue attività di ricerca e di apprendimento si articolano intorno a tre tematiche:
  1. il bene comune: “è costituito dall’insieme dei principi, delle istituzioni, dei mezzi e delle pratiche che la società si dà per garantire a tutti il diritto a una vita umanamente decente, assicurare una “vivere insieme” pacifico, conveniente e cooperativo tra tutti”, conservare la sicurezza della propria “casa”, cioè la “sostenibilità” dell’ecosistema “locale” e globale; il tutto tenendo conto del diritto alla vita delle generazioni future”;
  2. il benessere associativo e cooperativo: “il benessere associativo è costituito dall’insieme dei principi, delle istituzioni e dei mezzi che la società si da per promuovere la cooperazione volontaria tra persone e/o gruppi che perseguono finalità comuni, per la cui realizzazione esse mettono in comune e dividono le risorse materiali e immateriali secondo le pratiche della cooperazione e della mutualità.”;
  3. il benessere personale: “Il benessere individuale è costituito dall’insieme dei principi, delle istituzioni, dei mezzi e delle pratiche che la società si dà per permettere a ciascun individuo, in concorrenza con gli altri, di ottimizzare la sua utilità personale in termini di ricchezza monetaria e di libertà di azione”.

]]>
info@zerogravita.com (Super User) Campagna per la felicità Fri, 28 Aug 2009 11:52:57 +0000
HAI UN CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO? LA CONVERSIONE A TEMPO INDETERMINATO E' POSSIBILE! http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/152-hai-un-contratto-a-tempo-determinato?-la-conversione-a-tempo-indeterminato-e-possibile http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/152-hai-un-contratto-a-tempo-determinato?-la-conversione-a-tempo-indeterminato-e-possibile

Un’altra importante vittoria dell’Avv. Michele Bonetti & Partners contro ogni forma di precariato, a tutela dei lavoratori e per la conversione dei rapporti a tempo determinato.

 "Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla sua famiglia una esistenza libera e dignitosa". Art. 36 Cost. Italiana.


I dettami della nostra Carta costituzionale, appaiano ancora più limpidi e chiari se letti alla luce dell’ordinanza depositata, nel mese di aprile 2009, dal Giudice Dott.ssa Bajardi del Tribunale di Roma che, riconoscendo la  rilevanza di un prolungamento considerevole dell’orario lavorativo del ricorrente, disponeva ex art 700. c.p.c. la immediata reintegra del lavoratore sul luogo di lavoro con pagamento di tutte le mensilità pregresse.
Il provvedimento cautelare apre la strada al riconoscimento della simulazione del contratto sottoscritto in favore dei rapporti di lavoro a tempo indeterminato.
Tutto ciò, unitamente al periculum di un grave ed irreparabile danno al lavoratore, ha comportato l’accoglimento del ricorso cautelare segnando un’altra importante tappa a sostegno delle doglianze di migliaia di lavoratori.        

pdf Scarica il Provvedimento del giudice

]]>
info@zerogravita.com (Super User) Campagna per la felicità Mon, 04 May 2009 16:19:57 +0000
Le nostre vele sempre spiegate verso Bensalem http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/131-le-nostre-vele-sempre-spiegate-verso-bensalem http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/131-le-nostre-vele-sempre-spiegate-verso-bensalem  « Una carta del mondo che non contiene il Paese dell'Utopia non è degna nemmeno di uno sguardo, perché non contempla il solo Paese al quale l'Umanità approda di continuo. E quando vi getta l'àncora, la vedetta scorge un Paese migliore e l'Umanità di nuovo fa vela. » Oscar Wilde

La tensione verso la felicità si segnala come aspirazione centrale di ogni singola persona e come obiettivo implicito dell' agire politico a favore della collettività. Questo tema sta registrando un evidente crescendo d'interesse nella cultura contemporanea e anche i giuristi non ne devono rimanere lontani.

Fra i motivi di varia natura che lo giustificano, c'è la consapevolezza, empiricamente documentata, che all'aumento della ricchezza, almeno nei Paesi ad economia avanzata, non corrisponde un parallelo aumento del ben-essere soggettivo. E' inoltre diffusa la sensazione che la crescita economica con le sue caratteristiche attuali possa minacciare non solo la qualità della vita individuale ma anche la salute del pianeta. E' quindi alle porte un possibile cambiamento di paradigma che partendo dalla crisi degli indicatori classici di sviluppo, rigidamente ancorati a criteri di produzione materiale (il c.d. PIL), sollecita la ricerca di indicatori aggiuntivi, più autenticamente in grado di registrare e promuovere la qualità della vita di ogni singolo individuo, l'armonia della convivenza umana e del rapporto con l'ambiente.

Da qui l'esigenza di un impegno congiunto, interdisciplinare e approfondito di tutte le scienze e dei vari componenti dello studio col tentativo di coinvolgere mediante le nostre campagne di legalità anche il mondo della politica. Nella difficoltà evidente di procedere lungo la linea del cambiamento, appare infatti appropriato il tentativo di avviare un colloquio costruttivo fra chi, sul piano tecnico, s'impegna in vario modo ad individuare le caratteristiche e i determinanti del benessere-qualità della vita, e chi è chiamato a valutare priorità, possibilità attuative e potenzialità nella gestione concreta dell'agenda politica.

E' per questo che le nostre azioni legali vengono collegate ad associazioni serie che comprendono nella sua interezza il significato delle nostre "campagne" portate avanti affinché vi sia sempre di più una battaglia di principio che produca giovamento a chi vi aderisce ma allo stesso tempo per tutta la collettività che deve vederne migliorata la qualità della propria vita.

Con le nostre idee, con le nostre campagne promuoviamo la "felicità" e la "salute" di tutti noi. Promuovere salute significa infatti incrementare la partecipazione alla vita della collettività, e far leva non solo sulla salute come diritto, ma anche come dovere.

La salute non è un sentirsi, ma un esserci nel mondo, un essere insieme ad altri uomini, un essere occupati attivamente e positivamente dai compiti particolari della vita.
La Salute quindi non coincide con "l'assenza di malattia", ma ha a che fare con la "vitalità", con la capacità che ognuno ha di integrare l'esperienza di malattia e sofferenza che sono invece presenti nella vita.

]]>
info@zerogravita.com (Super User) Campagna per la felicità Thu, 11 Sep 2008 08:20:44 +0000
La campagna per la felicita' http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/119-la-campagna-per-la-felicita http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/altre-campagne/felicita/119-la-campagna-per-la-felicita La campagna per la felicita'

La campagna per la felicità è la campagna più importante di tutte le nostre battaglie per due ragioni.
La prima ragione è che con "campagna per la felicità"  intendiamo riferirci a tutte quelle azioni giudiziali ed extragiudiziali che lo studio realizza allo scopo di garantire i propri associati non solo nel caso di lesione di diritti od interessi legittimi "basilari" ma anche per promuovere e favorire il riconoscimento di nuovi diritti nella, per noi non utopistica convinzione, che l'ordinamento dovrebbe garantire il benessere più totale di tutti i cittadini".
La seconda ragione risiede nel fatto che "la campagna per la felicità" proprio perchè si sostanzia in azioni diverse e perchè tende a raggiungere l'obiettivo di una società ideale ove l'individuo sia pienamente tutelato in tutti gli aspetti che che concernono la sua personalità, non conosce soluzioni di continuità ed è costantemente presente nell'agenda del nostro studio. Come osserva Sander Tideman, economista olandese "La nostra cultura occidentale ha definito il ben-essere e la stessa ragione di vivere, in termini puramente materiali. Noi abbiamo bisogno di un modello che abbracci la totalità della vita, che si basi cioè sulla realtà immateriale includendo le emozioni, i sentimenti, l'acqua, la terra, la luce del sole, tutti quei valori più delicati che non fanno la loro comparsa negli attuali modelli economici". Sarebbe opportuno passare, come hanno fatto nel Buthan, dal concetto di PIL (Prodotto Interno Lordo) a quello di FIL (Felicità Interna Lorda) abbandonando i classici indicatori di sviluppo basati solo ed esclusivamente su criteri di produzione materiale.

]]>
info@zerogravita.com (Super User) Campagna per la felicità Thu, 31 Jul 2008 14:21:26 +0000