Roberta Nardi

Roberta Nardi

Ancora una volta il T.A.R. per la Puglia conferma la disponibilità al trasferimento dei nostri studenti dalla Spagna e dalla Romania, statuendo l’illegittimità dei criteri di sbarramento alla circolazione dei beni e delle persone all’interno dell’Unione Europea.

Vedi il provvedimento vittorioso in allegato.

Un’altra vittoria per l’Unione degli Universitari contro le soglie che sbarrano gli accessi nei concorsi pubblici: l’U.D.U., con l’ausilio dell’Avvocato Michele Bonetti, riesce a far entrare non solo i propri ricorrenti ma estende il provvedimento a quasi 200 candidati.

Consentendo l’accesso anche ad altri esclusi che non hanno fatto ricorso, l’Unione degli Universitari rende effettivamente operativa la class action, ottenendo benefici non solo per i propri ricorrenti ma per tutti gli studenti.

Il sindacato studentesco per il tramite dello Studio Legale Avvocato Michele Bonetti & Partners mette, in tal modo, un altro sigillo sulla battaglia per gli ingressi a Scienze della formazione.

Di seguito il link dell’università con i nomi degli studenti ripescati: http://www.segreterie.unical.it/ammistud/docs/sfptar/sfp_tar.pdf

I Tribunali di Milano, Piacenza, Cuneo, Verbania, Genova, Viterbo e Busto Arsizio hanno accolto i ricorsi di lavoro sul riconoscimento degli scatti di anzianità per i docenti precari. Ai ricorrenti sono stati riconosciuti gli scatti biennali di anzianità previsti dall’art. 53 della L. 312/1980, secondo cui al personale docente non di ruolo, titolare di incarico conferito dal Provveditore agli Studi (oggi Ufficio Scolastico Provinciale) sono attribuiti aumenti del 2,5% sulla base dello stipendio iniziale, per ogni biennio di servizio prestato.

Infatti, come statuito in una recente pronuncia del Tribunale di Milano “lo scatto di anzianità ha la funzione di parametrare il trattamento retributivo alla progressiva acquisizione di una maggiore professionalità e competenza del lavoratore. Esso, in sostanza, tiene conto della maturazione della sempre più ampia esperienza che ciascun lavoratore consegue in forza del protratto svolgimento della propria prestazione”.

Si tratta di vittorie storiche, in quanto, con esse si è raggiunto un importante traguardo: l’equiparazione, in termini di competenza e professionalità, di un lavoratore a tempo determinato ad uno a tempo indeterminato, senza distinzioni fra abilitati e non abilitati, equiparandoli peraltro finalmente anche in termini economici.

Riferiscono soddisfatti dallo Studio Legale Michele Bonetti & Partners: “Compito dei giudici deve essere quello di impedire qualsiasi trattamento sfavorevole dei lavoratori a tempo determinato, sulla sola base della durata dei contratti di lavoro che giustificano la loro anzianità e la loro esperienza professionale”.

ll T.A.R. per la Calabria, II° Sezione, presieduta da Massimo Luciano Calveri, ha accolto il ricorso di alcuni nostri ricorrenti, studenti di cittadinanza italiana partecipanti alle prove di ammissione ai corsi di Medicina e Chirurgia per l’a.a. 2011/2012, i quali hanno contestato il mancato scorrimento della graduatoria al fine della copertura dei posti originariamente riservati a cittadini extracomunitari e rimasti liberi.

Il T.A.R. Calabria condanna il Ministero e l’Università resistente, in solido tra loro, a pagare 3.500,00 euro, oltre IVA, CPA.

Secondo noi ed oggi secondo il T.A.R. Calabria tali posti non vanno mai lasciati vacanti. Ancora una volta vincono i nostri studenti ed il diritto allo studio.

Vedi il provvedimento vittorioso.

Dopo aver vinto i trasferimenti da Atenei stranieri ad Atenei Italiani, lo Studio Legale Avvocato Michele Bonetti & Partners fa ammettere in via definitiva studenti esclusi e che richiedevano il trasferimento da altri Atenei Italiani.

Un altro ostacolo al diritto allo studio e alla libera circolazione degli studenti è stato abbattuto!

Si veda sentenza allegata.

Il Tar di Cagliari con una motivata e articolata sentenza contesta l’orientamento del Consiglio di Stato che non consente i trasferimenti dalle Università straniere in Italia.

Con questa sentenza molti dei nostri ragazzi, fuggiti all’estero per le storture del numero chiuso, potranno ritornare in Italia.

Si allegano le rassegne stampa concernenti la notizia in oggetto.

Sensazionale provvedimento su i trasferimenti dall’estero da parte del Tar di Ancona. Lo studente di medicina studia in Spagna e il Tar invita l’università di Ancona a rivedere le proprie posizioni, considerando il percorso di Studio in Spagna del ricorrente.

<<Sta saltando, dunque, il muro del numero chiuso>> - Riferisce l’Avv. Michele Bonetti - <<Nel momento in cui saranno possibili per tutti i trasferimenti dall’estero, salterà il numero chiuso e il concetto di programmazione; in Italia servono medici ed è paradossale che i nostri studenti studino all’estero e che il nostro stato, in deficit dal punto di vista del personale sanitario, assuma medici stranieri>>.

Un’altra vittoria dello Studio Legale Michele Bonetti & Partners sul fronte dei trasferimenti dall’estero, stavolta col sigillo del Tar marchigiano.

Il Tar de L’Aquila censura l’Ateneo di L’Aquila, evidenziando che vi sono dei posti vacanti e che vanno messi a disposizione per gli studenti italiani che sono stati costretti ad andare all’estero per un ingiusto test d’ingresso.

Secondo il Tar va verificato il curriculum del candidato e vanno convalidati esami sostenuti presso l’Ateneo spagnolo.

Vedi il nostro provvedimento vittorioso.

Il Tar per la Sardegna censura l’Ateneo di Cagliari sospendendo l’efficacia del diniego al trasferimento opposto ad uno studente a cui è consentito ora di iscriversi, con riserva, al 2° anno del corso di laurea in Medicina e Chirurgia, corso di Laurea in odontoiatria e protesi dentaria, dell'Università degli Studi di Cagliari. Un altro ragazzo italiano torna a casa dalla Romania.

Vedi il provvedimento.

Nuovi provvedimenti vittoriosi su i trasferimenti dall’estero!

E’ ora la volta di una pronuncia del Tar Puglia avverso il diniego di iscrizione al 2° anno di uno studente cui era stata negata la concessione del nulla osta al trasferimento da altra Università della comunità europea. Il Tar ha statuito che non può escludersi la valutazione degli insegnamenti sostenuti all’estero.

Un’altra vittoria dello Studio Legale Michele Bonetti & Partners sul fronte dei trasferimenti dall’estero degli iscritti ai corsi di laurea a numero programmato della facoltà di medicina e chirurgia per l’iscrizione ad anni successivi al primo, stavolta col sigillo del Tar Puglia sede di Bari.

Visite oggi 21

Visite Globali 2927164