Visualizza articoli per tag: irregolarità http://avvocatomichelebonetti.it Wed, 13 Nov 2019 20:21:59 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it CONCORSO ASSISTENTI GIUDIZIARI 2017 http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/lavoro/1578-concorso-assistenti-giudiziari-2017 http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/lavoro/1578-concorso-assistenti-giudiziari-2017 CONCORSO ASSISTENTI GIUDIZIARI 2017

 

È stato indetto, a partire dall’8 maggio 2017, un nuovo concorso interno, bandito dal Ministero della Giustizia, per l’accesso alla figura del Funzionario Giudiziario ed Ufficiale Unep, cioè di cancelleria, atteso da anni e “caratterizzato dal caos”.

Dati medio – statistici affermano che il numero dei candidati è di molto superiore rispetto ai posti banditi, ossia 300.000 candidati per SOLI 800 posti, molti dei quali sembrerebbero essere “riservati”.

Anche in questa circostanza non sono mancate diverse e molteplici segnalazioni di irregolarità: come per esempio alcune modifiche al bando dopo la sua pubblicazione e molteplici errori nelle dispense.

Si tratta di una piattaforma per la formazione online con la quale i lavoratori si sono esercitati per più di tre mesi con risposte “vero/falso”, ma il concorso che avrà luogo in questi giorni, prevede domande con risposta multipla.

I questionari sottoposti risultano essere tutti diversi tra di loro, ragion per cui vi possono essere stati concorrenti penalizzati dalla presenza di quesiti errati, rispetto ad altri che non avevano tali domande e che, quindi, hanno potuto ottenere un punteggio maggiore, superando in graduatoria i “più sfortunati”.

La banca dati da cui sono state estratte le domande è stata fornita dal Ministero a soli 10 giorni dalla prova, costringendo i candidati ad una frettolosa quanto insufficiente preparazione ed esponendo lo stesso Ministero ad una serie di ricorsi.

La banca dati presenta domande piuttosto complesse di procedura civile e penale, degne forse di un concorso in magistratura, per non parlare di quelle relative al marketing aziendale e della comunicazione, riguardanti il brainstorming o il team building, che poco hanno a che fare con il lavoro degli ufficiali giudiziari.

Inoltre, la diversità di date, penalizza di certo alcuni candidati rispetto ad altri, semplicemente per aver sostenuto la prova nei giorni differenti.

In riferimento alla banca dati vi è da precisare che, nonostante la scelta certosina della redazione, qualcosa sia andato storto! Sempre nella banca dati si trovano domande identiche con risposte corrette diverse, ingenerando così confusione per chi si prepara.

Difatti, come già affermato, la stessa è stata corretta e pubblicata a 10 giorni dalla prova.

Altre perplessità sorgono in merito alla pubblicazione delle date d’esame, in quanto anche questa ha subito variazioni; infatti, il calendario contenente le date e le sedi di svolgimento delle prove preselettive, che avrebbero dovuto essere annunciate il 3 marzo, sono state poi stabilite con un provvedimento successivo pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – 4a Serie Speciale – “Concorsi ed esami”. Tale rinvio proveniva da altro differimento risalente allo scorso febbraio.

Per questo motivo, anche per la partecipazione, senza impegno ai nostri ricorsi, Vi invitiamo a compilare il form online, gratuito e non vincolante, ove eventualmente riportare informazioni utili.

Avv. Michele Bonetti.

]]>
andrea.mineo@avvocatomichelebonetti.it (Andrea Mineo) Lavoro Fri, 12 May 2017 16:58:43 +0000
Medicina generale: ricorso straordinario per chi non ha ancora agito http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/medici-e-affini/specializzazioni-mediche/1063-medicina-generale-ricorso-straordinario-per-chi-non-ha-ancora-agito http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/medici-e-affini/specializzazioni-mediche/1063-medicina-generale-ricorso-straordinario-per-chi-non-ha-ancora-agito Medicina generale: ricorso straordinario per chi non ha ancora agito

La vicenda dei quiz errata nel concorso di medicina generale parte da lontano.
Il SIGM ha raccolto le irregolarità riscontrate e segnalate dai partecipanti in un dossier poi trasmesso alle istituzioni e ha inviato alle Regioni le contestazioni su tutte le domande dubbie, errate o imperfette somministrate.
Gli Avvocati Michele Bonetti, Santi Delia e Giuseppe Pinelli, in difesa di un migliaio di candidati, con i primi ricorsi notificati, proprio con riguardo alle domande in corso di revisione, avevano chiesto il congelamento delle graduatorie sino a quando la Commissione ministeriale non avesse preso posizione su di esse. Ma nulla. Le Regioni hanno corretto e pubblicato come se nulla fosse.
L'1 dicembre, a graduatorie pubblicate da quasi due mesi e contratti firmati, la Commissione ha confermato l'erroneità di uno dei quesiti, stravolgendo, di fatto, tutte le graduatorie pubblicata. Anche un altro quesito, seppur non riconosciuto come errato, secondo altre Commissioni ministeriali degli anni passati, è passibile di contestazione.
Secondo noi tutti i candidati fuori per le due domande contestate possono agire in giudizio per ottenere l'ammissione giacchè non è seriamente contestabile che spettino i punti promessi per tali quesiti.

Di seguito alcune FAQ utili per tutti coloro che vogliono fare ricorso in quanto penalizzati dalle domande contestate

1) Entro quando posso fare ricorso?

Il ricorso al TAR è scaduto. Cautelativamente il ricorso deve essere proposto entro 120 giorni dalla pubblicazione sul BUR della Vostra Regione della graduatoria e si deve agire a mezzo ricorso straordinario.

Le adesioni scadono il25 gennaio 2015anche se per alcune Regioni(tra le altre, Sicilia, Sardegna, Calabria, Basilicata, Toscana, Friuli, Lombardia, Liguria) possono essere previste proroghe.

Ove vi fossero state revisioni può tenersi a mente la seconda pubblicazione. Se si è in tempo per agire avendo a mente il primo termine è sempre preferibile sfruttarlo.

2) La differenza tra ricorso al T.A.R. e RICORSO STRAORDINARIO

Stante la scadenza del ricorso al T.A.R., la informiamo sulle modalità di adesione al Ricorso Straordinario al Capo dello Stato.

Il ricorso straordinario al Capo dello Stato è un rimedio alternativo al ricorso ordinario al TAR, rispetto al quale presenta una tempistica più lunga (dai 15 ai 18 mesi circa ma il provvedimento è definitivo e non vi è appello), sebbene sia effettivamente più garantista, in quanto la fase cautelare è di fatto assorbita nella fase di merito.

Negli ultimi mesi, tuttavia, tutti i nostri ricorsi straordinari sono stati trattati in fase cautelare con tempi di evasione di appena due mesi esattamente negli stessi termini del T.A.R.

3) Chi può fare ricorso?

Tutti i candidati che hanno risposto alla domanda "sull'angina" scegliendo "digossina" o NON rispondendo possono agire in giudizio.

Più complessa è la situazione per chi ha risposto scegliendo altre opzioni.

Oltre ad aver risposto o non risposto come sopra tale domanda deve essere decisiva per la loro collocazione in graduatoria in quanto, grazie a tale punto in più gli stessi devono superare l'ultimo ammesso.

Possono agire anche i concorrenti che hanno errato la domanda su ECG e tutti coloro i quali hanno un punteggio superiore a 72.

3) Per verificare chi è l'ultimo ammesso devo considerare la graduatoria definitiva o gli scorrimenti?

Si deve avere riguardo agli scorrimenti. In tal senso qualcuno di Voi potrebbe dover agire senza avere la certezza di riuscire a superare l'ultimo ammesso in quanto gli scorrimenti continueranno sino a gennaio. Per chi è davvero vicino (punteggi superiori a 72) non possiamo che consigliare di agire anche in ragione della contestazione su un altro quesito e di altri motivi di ricorso.

Non potete agire dopo aver visto gli scorrimenti pena decadenza.

4) Se non ho queste caratteristiche posso comunque agire?

In tal caso si tratta di un ricorso collettivo (da € 1.000 oltre IVA e CPA) basato SOLO su irregolarità generali e non può far rilevare il singolo punteggio del singolo ricorrente pena inammissibilità dell'azione per conflitto.

Chi rientra nella casistica di cui sopra, quindi, ha un'efficacia maggiore della propria azione ove decida di proseguire individualmente.

5) Quale è l'altro quesito contestato?

Si tratta del quesito su ECG e iperpotassemia. Anche in alcune prove di concorso passate, a differenza dell'odierna posizione della Commissione, la comparsa dell’onda U è tipica dell’ipopotassiemia.

6) Come fare ad aderire?

Inviare una mail a info@avvocatomichelebonetti.it seguire le istruzioni nella documentazione allegata.

COSTI DELL’AZIONE:

L'adesione all'azione costa € 2.500,00 oltre IVA, CPA e CU e quindi in totale € 3822,00.

Il collettivo costa € 1000 oltre IVA e CPA. Ci riserviamo di accettare tali adesioni in relazione al numero degli aderenti. In ipotesi di mancata azione la quota verrà restituita.

ADERISCI SCARICANDO LA DOCUMENTAZIONE IN ALLEGATO

Vai alla rassegna stampa sul tema

Corriere.it

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Specializzazioni mediche Mon, 05 Jan 2015 21:45:47 +0000
Il concorso per l’accesso in magistratura: con il nuovo bando nuove inaccettabili irregolarità http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/medici-e-affini/concorso-medici-generici/1060-il-concorso-per-l%E2%80%99accesso-in-magistratura-con-il-nuovo-bando-nuove-inaccettabili-irregolarit%C3%A0 http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/medici-e-affini/concorso-medici-generici/1060-il-concorso-per-l%E2%80%99accesso-in-magistratura-con-il-nuovo-bando-nuove-inaccettabili-irregolarit%C3%A0 Il concorso per l’accesso in magistratura: con il nuovo bando nuove inaccettabili irregolarità

Le nuove regole per l'accesso in magistratura prevedono un percorso facilitato per i praticanti dell'Avvocatura dello Stato.

Il bando per 340 posti indetto con il Decreto Ministeriale del 5 novembre 2014 stabilisce infatti che possono essere ammessi direttamente alle prove concorsuali per l’accesso in magistratura senza passare per le lunghe e costose scuole di specializzazioni legali non solo coloro che abbiano fatto uno stage formativo in un ufficio giudiziario, ma anche coloro che abbiano svolto il tirocinio presso l’Avvocatura statale se aventi i seguenti requisiti: meno di trent’anni, un voto di laurea superiore a 105/110 o una media di 27/30 in alcuni esami.

Secondo noi ciò costituisce una discriminazione inaccettabile per i praticanti degli studi privati e delle altre amministrazioni pubbliche (come le avvocature della Banca d’Italia e quelle dell’Inps). 

Per tale ragione il nostro Studio, già contattato da numerosi partecipanti alle prove scritte del precedente concorso per l’accesso in magistratura a seguito della denuncia dell’ingresso nelle aule d’esame di codici e testi non consentiti (http://www.avvocatomichelebonetti.it/index.php/news/item/831-concorso-magistratura-2014-irregolarit%C3%A0-durante-le-prove-scritte), sta valutando l’opportunità di preparare un ricorso collettivo contro quella che è stata definita da molti una nuova “inaccettabile discriminazione”.

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) News Wed, 07 Jan 2015 13:22:48 +0000
Irregolarità al test di accesso in medicina generale: al via al ricorso http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/medici-e-affini/concorso-medici-generici/933-irregolarit%C3%A0-al-test-di-accesso-in-medicina-generale-al-via-al-ricorso http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/medici-e-affini/concorso-medici-generici/933-irregolarit%C3%A0-al-test-di-accesso-in-medicina-generale-al-via-al-ricorso Irregolarità al test di accesso in medicina generale: al via al ricorso

Il 17 settembre 2014 si è svolta la prova di selezione per l’accesso ai corsi regionali di formazione specifica di medicina generale: migliaia i partecipanti, altrettanto numerose le segnalazioni di irregolarità che sono state riscontrate in sede di concorso. Tra le principali è stata denunciata l’impossibilità in molte sedi di garantire le condizioni ambientali e gli standard minimi per il regolare svolgimento di un pubblico concorso.

In particolare, da diversi candidati è stata lamentata l’inadeguatezza degli spazi adibiti alle prove concorsuali ad ospitare l’ingente afflusso degli ammessi alle selezioni; il numero dei membri delle commissioni, inoltre, non sarebbe stato sufficiente a rispettare il timing relativo alle procedure concorsuali ed a garantire un’adeguata sorveglianza dentro le aule.

Ma non è tutto. Pare che ci sia stata la possibilità da parte di alcuni concorrenti di collaborare durante lo svolgimento delle prove ovvero di avvalersi dell’ausilio di alcuni libri di testo e di cellulari o di altri dispositivi connessi ad internet.

Si sono verificate gravi anomalie dovute anche alla mancanza di linee guida comuni a tutte le Commissioni che, in sedi diverse e per quanto risulta dalle numerose segnalazioni pervenuteci, hanno agito in maniera diametralmente opposta.

Per tutti i motivi appena esplicati gli Avvocati Giuseppe Pinelli, Santi Delia e Michele Bonetti impugneranno gli atti di concorso di tutte le Regioni al fine di bloccare, annullandolo definitivamente, il concorso appena svolto così da consentire di poter procedere ad una nuova prova di concorso i cui esiti premino davvero, attraverso una procedura trasparente e conforme a legge, i più meritevoli e non i più furbi.

L'azione mira quindi alla ripetizione del concorso e non all'ammissione al corso dei ricorrenti.

L'adesione deve pervenire entro e non oltre il 30 ottobre 2014, così da poter provvedere ad un'azione celere che blocchi la pubblicazione delle graduatorie o, ove frattanto pubblicate, possa farle annullare.

Può inoltre aderire prima della pubblicazione della graduatoria, anzi è preferibile che ciò avvenga in quanto l'azione è più efficace ove prima proposta.

Il costo dell’azione è pari ad euro 150,00, e comprende ogni onere e spesa prevedibile per il giudizio di primo grado.

MODALITA' DI ADESIONE

Per aderire bisogna compilare la documentazione allegata con le istruzioni ivi presenti.

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Concorso dei medici generici Mon, 29 Sep 2014 13:10:14 +0000
Ricorso contro il test di medicina a Salerno http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/819-riaperti-i-termini-per-aderire-ai-ricorsi-contro-il-numero-chiuso-per-la-sede-di-tor-vergata http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/819-riaperti-i-termini-per-aderire-ai-ricorsi-contro-il-numero-chiuso-per-la-sede-di-tor-vergata Ricorso contro il test di medicina a Salerno

Dopo le vittorie ottenute al Consiglio di Stato sulla violazione del principio dell’anonimato durante i test di ammissione a medicina, e le reiterate illegittimità verificatesi anche quest’anno nella sede di Salerno, abbiamo deciso di riaprire le adesioni per i ricorsi per i candidati che hanno sostenuto il test in questa sede. Infatti nella sede Salernitana durante il test è stato applicato un adesivo identificativo del candidato in prossimità del codice a barre del compito, metodo già applicato l’anno scorso, e contro cui il Consiglio di Stato si è pronunciato, dichiarandone l’illegittimità (leggi la news qui).

Infatti le segnalazioni circa le irregolarità sono state tantissime e varie, quindi riteniamo che ci siano i presupposti per agire ed ottenere l'ammissione ristabilendo la legalità.

Specifichiamo a questo ricorso può aderire chiunque non partecipa già (o non ha mai partecipato) ai nostri ricorsi per l’a.a. 2014/2015, a causa della chiusura dei termini per l’adesione.

Ricordiamo che a causa della scadenza dei termini, per l'adesione a questo ricorso la documentazione dovrà pervenire perentoriamente entro e non oltre il 07 luglio 2014.

 

Per ulteriori informazioni può mandare una e-mail al seguente indirizzo: info@avvocatomichelebonetti.it">info@avvocatomichelebonetti.it, specificando nell’oggetto “informazioni nuovo ricorso Salerno”

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Numero chiuso Mon, 23 Jun 2014 17:04:46 +0000
Ricorso al T.A.R. Medicina "TOR VERGATA" http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/817-riaperti-i-termini-per-aderire-ai-ricorsi-contro-il-numero-chiuso-per-la-sede-di-tor-vergata http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/817-riaperti-i-termini-per-aderire-ai-ricorsi-contro-il-numero-chiuso-per-la-sede-di-tor-vergata Ricorso al T.A.R. Medicina

Dopo le vittorie ottenute al Consiglio di Stato sulla violazione del principio dell’anonimato durante i test di ammissione a medicina, e le reiterate illegittimità verificatesi anche quest’anno nella sede di Tor Vergata (vedi il video sulle violazioni dell’anonimato a Tor Vergata negli anni precedenti qui), abbiamo deciso di riaprire le adesioni per i ricorsi per i candidati che hanno sostenuto il test in questa sede.

Infatti le segnalazioni circa le irregolarità sono state tantissime e varie, quindi riteniamo che ci siano i presupposti per agire ed ottenere l'ammissione ristabilendo la legalità.

Specifichiamo che a questo ricorso può aderire chiunque non partecipa già (o non ha mai partecipato) ai nostri ricorsi per l’a.a. 2014/2015, a causa della chiusura dei termini per l’adesione.

Ricordiamo che a causa della scadenza dei termini, per l'adesione a questo ricorso la documentazione dovrà pervenire perentoriamente entro e non oltre il 07 luglio 2014. 

Per ulteriori informazioni può mandare una e-mail al seguente indirizzo: info@avvocatomichelebonetti.it , specificando nell’oggetto “Informazioni nuovo ricorso Torvergata

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Numero chiuso Mon, 23 Jun 2014 16:47:51 +0000
GRAVE IRREGOLARITA’ A BARI. TUTTO IL TEST DI AMMISSIONE E’ DA ANNULLARE. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/753-grave-irregolarita%E2%80%99-a-bari-tutto-il-test-di-ammissione-e%E2%80%99-da-annullare http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/753-grave-irregolarita%E2%80%99-a-bari-tutto-il-test-di-ammissione-e%E2%80%99-da-annullare GRAVE IRREGOLARITA’ A BARI.  TUTTO IL TEST DI AMMISSIONE E’ DA ANNULLARE.

Anche quest’anno i test di ammissione al corso di Laurea in Medicina e Chirurgia e Odontoiatria e Protesi dentaria sono stati caratterizzati da numerosi irregolarità in tutta Italia.

Le irregolarità più gravi, tuttavia, si sono verificate a Bari, dove un plico, non solo è stato aperto prima che gli studenti entrassero, ma addirittura al suo interno sono state ritrovate solo 49 buste a fronte delle 50 che dovevano essere presenti dentro ogni plico: motivo per cui l’intero test potrebbe essere annullato.

Già nel 2007, presso lo stesso Ateneo di Bari, si era verificato un caso simile, ed erano state segnalate gravi violazioni delle regole concorsuali.

L’irregolarità segnalata su Bari integra gli estremi per l’annullamento di tutto il test, con ammissione in sovrannumero di tutti i partecipanti presso quella sede.

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Numero chiuso Thu, 10 Apr 2014 09:24:52 +0000
INFORMATIVA PER ADESIONE AI RICORSI CONTRO PER L'ACCESSO ALLE FACOLTA' A NUMERO CHIUSO http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/636-ricorsi-semindividuali-e-semicollettivi http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/636-ricorsi-semindividuali-e-semicollettivi INFORMATIVA PER ADESIONE AI RICORSI CONTRO PER L'ACCESSO ALLE FACOLTA' A NUMERO CHIUSO

Gentili Studenti,

Vi informiamo che lo Studio Legale Avvocato Michele Bonetti & Partners sta predisponendo ricorsi individuali, semi individuali, semicollettivi e collettivi per l'accesso alle facoltà a numero chiuso il cui test, anche nell'attuale anno accademico, è stato segnato da numerose illegittimità.

Corre innanzitutto l'obbligo di soffermarci sulla tanto contestata abolizione del bonus di maturità. L'abolizione in corsa del bonus maturità è stata illegittima, tanto quanto la sua istituzione. L'illegittimità si è verificata nel momento in cui il Legislatore ha deciso di cambiare le regole mentre i ragazzi erano nelle aule del test, mentre i ragazzi mettevano le crocette, mentre i ragazzi contavano sull'attribuzione di un punteggio per aver superato l'esame per il diploma.

In nessun gioco si accetta il cambio di regole dopo la competizione e, a maggior ragione, non possiamo accettare il cambio di regole quando si decide del futuro dei nostri ragazzi. Non siamo mai stati d'accordo con l'istituzione di un bonus con queste regole, ma non possiamo essere ciechi a quanto, la sua istituzione sia illegittima quanto le modalità della sua abolizione.

I ragazzi hanno quindi basato le loro strategie di test, i loro studi, sulla base di un bonus, o sulla mancanza dello stesso. Tutti sono stati lesi da tale abolizione: coloro ai quali doveva essere attribuito hanno omesso di rispondere a domande su cui avevano delle incertezze perchè sapevano di poter fare affidamento su punti aggiuntivi; coloro ai quali questo bonus non era attribuito, invece, hanno rischiato il tutto e per tutto, rispondendo anche a domande dubbiose perchè sapevano di dover ottenere un voto alto. I punteggi, quindi, sono tutti falsati.

In termini giuridici, questo si traduce nel mancato rispetto del principio della certezza del diritto che trova fondamento nella nostra stessa carta costituzionale: è stato emanato un decreto legge che ha eliminato il bonus maturità istituito proprio da quella "legge" abrogata durante la prova. Un concorso pubblico che "sceglie" i nostri destini non può essere così organizzato e congeniato. Sarà proprio la illegittimità costituzionale di tale decreto legge, che ha cambiato le regole del gioco in corso di test, ad essere oggetto dei ricorsi che stiamo predisponendo.

A tutto ciò si aggiunga che per il corrente anno accademico i posti a disposizione sono stati immotivatamente ridotti – quest'anno alcuna istruttoria è stata effettuata -, il principio dell'anonimato è stato ulteriormente violato e dubbi non possono che sorgere in merito alla correttezza degli stessi quesiti.

Lo Studio Bonetti da sempre utilizza lo strumento del ricorso per far valere il diritto allo studio. In particolare, si cercherà di accorpare posizioni identiche, analoghe o similari, in modo da contenere i costi, considerando che il contraddittorio andrà instaurato nei confronti di tutti gli Atenei italiani, dal momento che la graduatoria quest'anno è su base nazionale. Ogni ricorso individuale, semi-individuale, semicollettivo, conterrà l'individualizzazione di tutte le singole posizioni, con fascicolo personale del singolo ricorrente, in modo da illustrare la Vostra specifica situazione al Tar Lazio.

I provvedimenti ottenuti in questi anni hanno determinato, per gli anni successivi, la correzione di molte anomalie della programmazione italiana che si contesta sia come metodo, sia per le modalità con cui è strutturata.

I problemi che si possono verificare sono tantissimi: violazione del principio dell'anonimato con l'apposizione della carta d'identità vicino al compito, domande mal annerite che non vengono conteggiate, domande mal formulate o con più risposte esatte, studenti che non riescono ad immatricolarsi per problemi burocratici e formali (mancata tempestiva comunicazione delle opzioni nei termini etc.), irregolarità durante la prova, mancata o erronea attribuzione di punteggio bonus o di punteggio del test, etc.

Vi preghiamo, pertanto, a prestare particolare attenzione ad eventuali irregolarità relative sia allo svolgimento del test, sia alle domande poste, e di segnalarci tutto ciò che ritenete importante.

IMPORTANTE

Per aderire ai ricorsi individuali, semindividuali, semicollettivi o collettivi è necessario contattarci ai seguenti recapiti:

Avv. Michele Bonetti & Partners

ph. 06.3728853 - 06.39749383

mob. 349.4216026

e-mail. info@avvocatomichelebonetti.it

Vi preghiamo di contattarci per una valutazione e/o per fissare un appuntamento con lo studio.

Di seguito la documentazione da presentare:

- Scheda del candidato (in allegato).

- Procura (in allegato)

- Documento d'Identità

- Schermata riportante la scelta delle sedi

- Fotocopia del Dipoloma di maturità. 

 

 

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Numero chiuso Thu, 03 Oct 2013 07:38:28 +0000
UDU SU NUMERO CHIUSO: TANTE IRREGOLARITA’ DURANTE I TEST IN TUTTA ITALIA / UNICA VIA E' SUPERAMENTO DEFINITIVO NUMERO CHIUSO / AL VIA CON I RICORSI http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/603-udu-su-numero-chiuso-tante-irregolarita%E2%80%99-durante-i-test-in-tutta-italia-unica-via-e-superamento-definitivo-numero-chiuso-al-via-con-i-ricorsi http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/603-udu-su-numero-chiuso-tante-irregolarita%E2%80%99-durante-i-test-in-tutta-italia-unica-via-e-superamento-definitivo-numero-chiuso-al-via-con-i-ricorsi UDU SU NUMERO CHIUSO: TANTE IRREGOLARITA’ DURANTE I TEST IN TUTTA ITALIA / UNICA VIA E' SUPERAMENTO DEFINITIVO NUMERO CHIUSO / AL VIA CON I RICORSI

All'alba del giorno dopo l'abolizione del bonus maturità, continuano ad arrivare al sindacato studentesco decine e decine di segnalazioni sulle prove d'ammissione.

"Stiamo raccogliendo tutte le segnalazioni delle irregolarità durante i test e, dopo averle verificate e documentate, avvieremo i primi ricorsi - spiega Michele Orezzi, Coordinatore Nazionale dell'UDU - Le scorrettezze più grosse sono state registrate ad Ancona e Firenze ma abbiamo segnalazioni di irregolarità anche per i test di Napoli, Roma, Salerno, Chieti, Pisa, Catanzaro e Padova. Stiamo già provvedendo ad imbastire dei ricorsi collettivi per andate a tutelare due errori macroscopici delle due università che secondo noi porteranno l'alterazione di tutte le classifiche, un prezzo pagato sulla pelle degli studenti".

Continua Orezzi: " è assurdo che nella maggior parte dei test, sia stato leso il criterio dell'anonimato facendo mettere agli studenti la carta d'identità sul banco, o addirittura facendo portare una targhetta con nome e cognome sulla maglietta: in quanto concorso pubblico, il test dovrebbe restare completamente anonimo senza possibilità di collegare in nessun istante il nome del candidato con il codice del compito. Lo denunciamo con forza perché è proprio in queste pieghe procedurali che si nascondono le scientifiche irregolarità che alterano i test. Ancora una volta l'ennesima dimostrazione che l'intera procedura non è lineare, tutto a discapito degli studenti, una vera ingiustizia".

Conclude Orezzi: "E' paradossale che la decisione del Governo per l'abolizione del bonus di maturità arrivi così tardiva quando sono mesi che ripetiamo come l'unica soluzione per risolvere il problema di quel bonus iniquo fosse l'abolizione totale: solo dopo il nostro maxi ricorso contro il bonus il Governo ha fatto un passo indietro. Ma ora bisogna tutelare anche verrà penalizzato dal cambio di regole in corsa. E' ormai palese a tutti che il numero chiuso non è giusto, non è sensato e non è più sostenibile. La verità è che finché si porranno sbarramenti e blocchi all'accesso all'università continueranno le ingiustizie e quindi continuerà la nostra azione di sindacato studentesco, dalle mobilitazioni ai ricorsi. L'unica possibile via è il definitivo superamento del numero chiuso e speriamo che il Ministro, il Governo e tutto il Parlamento comincino finalmente ad ascoltarci".

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Numero chiuso Tue, 10 Sep 2013 18:09:44 +0000
Esclusione per irregolarità o per un mancato adempimento procedurale per la prenotazione del test? Ancora una volta l’Udu ha ragione e l’Università La Sapienza è condannata a rifare la prova. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/490-esclusione-per-irregolarit%C3%A0-o-per-un-mancato-adempimento-procedurale-per-la-prenotazione-del-test%3F-ancora-una-volta-l%E2%80%99udu-ha-ragione-e-l%E2%80%99universit%C3%A0-la-sapienza-%C3%A8-condannata-a-rifare-la-prova http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/490-esclusione-per-irregolarit%C3%A0-o-per-un-mancato-adempimento-procedurale-per-la-prenotazione-del-test%3F-ancora-una-volta-l%E2%80%99udu-ha-ragione-e-l%E2%80%99universit%C3%A0-la-sapienza-%C3%A8-condannata-a-rifare-la-prova

Vi ricordate il caso di psicologia e dei centodieci ricorrenti che furono esclusi dalle prove tenutesi alla Sapienza a psicologia perché non avevano potuto pagare il bollettino o per alcuni problemi procedurali di prenotazione on-line!? Il tutto si risolse per il meglio e l’Università, anche a seguito dell’intervento dell’Udu e di diffide con minacce di ricorso, rifece la prova per gli esclusi.

Il caso si ripete per una studentessa extracomunitaria sempre della Sapienza, ma per il corso di Medicina Inglese. La ragazza palestinese, dopo aver sostenuto un esame di lingua italiana ed essersi trasferita da Israele e dopo aver ricevuto indicazioni di presentarsi alla prova, per non aver pagato un bollettino per qualche decina di euro è stata esclusa dall’Università ‘la Sapienza’ che il giorno del test gli ha dato il ben servito e l’ha mandata a casa.

Così, la studentessa è andata all’Udu e ha chiesto aiuto al suo coordinatore Michele Orezzi e all’ufficio legale dell’Avvocato Michele Bonetti. E’ stato così inoltrato ricorso al Tar che, esaminata la situazione della studentessa ingiustamente esclusa, ha statuito: <<non può sostenersi alla luce della legge concorsuale che il diritto a sostenere la prova scritta sia subordinato al pagamento di un bollettino di pagamento tanto che la materiale indisponibilità dello stesso possa essere considerato causa di esclusione dalla procedura concorsuale>>.

Per quanto sopra esposto il Tar accoglieva la domanda cautelare e sospendeva l’esecuzione dei provvedimenti impugnati che dispongono l’esclusione della ricorrente dalla procedura selettiva e dalla conseguente graduatoria e dispone che la stessa venga ammessa, con riserva, a sostenere la prova scritta “di riserva” prevista, nei tempi più celeri possibili e compatibilmente con l’organizzazione dell’Ateneo.

Riferiscono dall’Udu per il tramite del coordinatore Udu Michele Orezzi e dell’Avvocato Michele Bonetti: <<Quest’anno vi sono state molte esclusioni per motivi procedurali o di forma, piccoli errori nel pagamento, in alcuni casi indicazione di prenotazione o di opzioni di percorsi di laurea che sono intervenute tardivamente. La verità è che il Miur ha imposto una normativa rigidissima infarcita di tecnicismi procedurali che le università, tra cui la Sapienza, hanno seguito pedissequamente. Concordemente a quanto statuito dai più autorevoli Magistrati italiani, il diritto allo Studio non può esser limitato o compresso per futili motivi. All’Università ‘la Sapienza’ è stato toccato l’apice per il fatto che, oltretutto, molti posti erano rimasti liberi>>.

 

 

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Numero chiuso Thu, 14 Mar 2013 18:18:13 +0000