Visualizza articoli per tag: class action http://avvocatomichelebonetti.it Fri, 10 Jul 2020 12:52:12 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it CLASS ACTION A TUTELA DEI PENSIONATI PER L'INDICIZZAZIONE DEI TRATTAMENTI DI QUIESCENZA http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/1272-class-action-a-tutela-dei-pensionati-indicizzazione-trattamenti-di-quiescenza http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/1272-class-action-a-tutela-dei-pensionati-indicizzazione-trattamenti-di-quiescenza CLASS ACTION A TUTELA DEI PENSIONATI PER L'INDICIZZAZIONE DEI TRATTAMENTI DI QUIESCENZA

Il Governo, anziché ottemperare alla sentenza della Corte Costituzionale, ne impone una interpretazione restrittiva.

“Non c’è tirannia peggiore di quella esercitata all’ombra della legge e sotto il calore della giustizia”.

Così un illustre esponente del pensiero illuminista qual è Montesquieu, criticava l’autoritarismo istituzionale.

Ebbene, mai affermazione più adatta di questa, per descrivere l’intervento legislativo del Governo volto a tamponare gli effetti dirompenti della sentenza n.70/2015 emessa dalla Corte Costituzionale. Quest’ultima infatti, ha dichiarato costituzionalmente illegittimo il blocco totale della perequazione automatica dei trattamenti di quiescenza di importo superiore a tre volte l’ammontare del trattamento minimo I.N.P.S., così come previsto dalla nota riforma Monti-Fornero (D.l. n.201/2011 così come convertito con modificazioni dalla L. n.214/2011).

Il Governo, chiamato a dare ottemperanza al provvedimento della Consulta, trincerandosi dietro indefinite esigenze finanziarie, mai illustrate in dettaglio, anziché recepire in toto quanto disposto dalla Corte, ha previsto una parziale quanto irrisoria, restituzione di ciò che sarebbe effettivamente spettato ai pensionati, a seguito del declaratoria di illegittimità costituzionale della mancata indicizzazione delle pensioni.

Il cosiddetto “bonus Poletti” riconosciuto dal D.l. n.65/2015, non è in grado di dare completa attuazione al provvedimento della Corte Costituzionale, in virtù del quale, invece, va restituito ai pensionati l’intero importo dovuto a titolo di mancata indicizzazione del trattamento di quiescenza per gli anni 2012 e 2013, nonché di quello che sarebbe maturato per il 2014 ed il 2015, sul valore nominale degli importi correttamente rivalutati.

E ciò, nonostante chiare ed ineccepibili, siano state le motivazioni che hanno spinto la Consulta a dichiarare l’illegittimità costituzionale dell’art. 24, comma 25, del D.l. 201/2011.

Per niente condivisibili, dunque, le misure adottate dal Governo con il D.L. n. 65 del 21 maggio 2015, volte a dare concreta attuazione al decisum costituzionale.

E’ evidente come risultino irragionevolmente (e nuovamente) violati gli inderogabili principi di proporzionalità ed adeguatezza della retribuzione, sanciti dagli art. 36 e 38 della Costituzione.

Inevitabile, dunque, che nostro malgrado, la parola torni ai Tribunali ai quali sarà devoluto il compito di sostituirsi all’inerzia del Governo che, anziché applicare le sentenze, ne propone un’interpretazione restrittiva.

Per tali motivi lo studio legale Bonetti & Partners proporrà azioni collettive ed individuali volte a consentire l’integrale restituzione del maltolto, a tutti coloro che non abbiano intenzione di rassegnarsi ad autoritarismi “esercitati all’ombra della legge e sotto il calore della giustizia.”

Tutti coloro che ritengano di esser stati lesi dal provvedimento governativo e che vogliano richiedere l’integrale restituzione di quanto illegittimamente trattenuto a seguito della mancata indicizzazione delle pensioni per gli anni 2012 e 2013, (nonché di quanto non corrisposto per le annualità 2014 e il 2015), possono procedere a compilazione del form on-line di preadesione, ove saranno illustrate le procedure da seguire per la presentazione del ricorso.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Tue, 16 Jun 2015 09:58:18 +0000
DIPLOMATI MAGISTRALI: AL CONSIGLIO DI STATO PER FARCI AMMETTERE IN GAE http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/995-diploma-magistrale http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/995-diploma-magistrale DIPLOMATI MAGISTRALI: AL CONSIGLIO DI STATO PER FARCI AMMETTERE IN GAE

Forti della vittoria ottenuta davanti al Consiglio di Stato con l’ordinanza n.1100/2014, anche grazie al nostro intervento, possiamo constatare che vi è un orientamento favorevole di natura cautelare al Consiglio di Stato sulla nota questione del diploma magistrale. Per questo motivo riteniamo di appellare l’esito del giudizio al TAR n. 5499/2014 così come già effettuato favorevolmente la scorsa volta.

Le adesioni sono aperte dal 1 novembre 2014 fino al 18 dicembre 2014 data di spedizione della raccomandata con ricevuta di ritorno (il tutto dovrà essere anticipato sempre a mezzo fax al numero 06.64564197 e via email all’indirizzo info@avvocatimichelebonetti.it) contenente:

  • una procura in originale debitamente compilata in tutte le sue parti, con tutti i dati del ricorrente ben visibili e scritti in stampatello, e sottoscritta;
  • fotocopia del documento di identità;
  • copia del bonifico effettuato.

Per motivi logistici, vi saremmo grati se poteste scrivere sulla busta della raccomandata 1 con ricevuta di ritorno, “RICORSO MAGISTRALI CdS”.

ATTENZIONE: non sarà presa in considerazione documentazione non rispondente ai detti requisiti ne’ integrazioni successive della documentazione.

Il costo dell’azione è di euro 150,00 da bonificare alle coordinate allegate.

Con viva cordialità

Avv. Michele Bonetti & Partners

Via San Tommaso D’Aquino 47

00136 Roma

Telefono: 06.39749383 - 06.3728853

Fax  06.64564197

Mobile: 349.4216026 - 391.3766108

Email: info@avvocatomichelebonetti.it

 

 

 

Banca

 BARCLAYS BANK PLC

 Filiale

 FILIALE 17 - ROMA

 

 VIALE EUROPA, 318-320
 00144 ROMA RM

 Coordinate Bancarie nazionali ed internazionali del rapporto selezionato:

   

 Intestazione

 Bonetti Michele

 ABI

 03051

 CAB

 03245

 Conto Corrente

 000021030354

 CIN ABI

 O

   

 BBAN

 O 03051 03245 000021030354

   

 IBAN (elettronico)

 IT76O0305103245000021030354

 IBAN (su carta)

 IT76 O030 5103 2450 0002 1030 354

   

 BIC/SWIFT

 BARCITMMBKO

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Precari della scuola Mon, 01 Dec 2014 14:51:12 +0000
LUGLIO 2010: IL TAR LAZIO ACCOGLIE I PRIMI RICORSI CONTRO IL NUMERO CHIUSO ALLA SAPIENZA http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/186-luglio-2010-il-tar-lazio-accoglie-i-primi-ricorsi-contro-il-numero-chiuso-alla-sapienza http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/186-luglio-2010-il-tar-lazio-accoglie-i-primi-ricorsi-contro-il-numero-chiuso-alla-sapienza IL TAR LAZIO ACCOGLIE I PRIMI RICORSI CONTRO IL NUMERO CHIUSO PER LA FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA PRESSO L'UNIVERSITA' LA SAPIENZA.

Il TAR Lazio, investito nuovamente dell'annosa questione in merito al numero chiuso e alle modalità di esecuzione delle prove selettive del 2010, ha ammesso gli studenti al corso di laurea in medicina e chirurgia precisando che "nella specie, anche a prescindere dalla valutazione sulla sussistenza o meno di un pregiudizio grave ed irreparabile derivante dall'esecuzione dell'atto impugnato", vi sia "la sussistenza, ad un sommario esame, di una ragionevole previsione sull'esito favorevole del ricorso le cui doglianze appaiono assistite dal 'fumus boni juris'".

La posizione assunta dal TAR Lazio è di grande valore in quanto il Collegio adito, pur essendo negli ultimissimi tempi tra i più restii all'accoglimento dei ricorsi in materia di numero chiuso e delle sospensive, ha innovato le proprie posizioni permettendo agli studenti di essere immatricolati al corso di laurea in medicina e chirurgia ad anno accademico, a riprova della fondatezza delle questioni giuridiche sottese alle doglianze avanzate dagli studenti.

doc Vedi gli accoglimenti del 2010 del Tar Lazio
]]>
info@zerogravita.com (Super User) Numero chiuso Thu, 02 Sep 2010 13:41:27 +0000
RICORSI PER IL TRASFERIMENTO NEGLI ATENEI ITALIANI DI STUDENTI PROVENIENTI DA UNIVERSITA' ESTERE http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/185-ricorsi-per-il-trasferimento-negli-atenei-italiani-di-studenti-provenienti-da-universita-estere http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/185-ricorsi-per-il-trasferimento-negli-atenei-italiani-di-studenti-provenienti-da-universita-estere Appositamente interpellato il TAR si è espresso sull'illegittimità del comportamento posto in essere da taluni Atenei Italiani a seguito di una circolare del Miur che prevede di subordinare il trasferimento di studenti provenienti da Università comunitarie al superamento del test di ingresso previsto dal nostro ordinamento per alcune facoltà come medicina e chirurgia o odontoiatria.
Così si pronunciava il TAR Catania poco prima dell’estate del 2010:"allo stato della normativa generale e speciale che regolamenta il passaggio da Università straniere non è prevista la sottoposizione dello studente ad un esame eguale a quello necessario per l'accesso al primo anno del corso di laurea, talchè l'iscrizione risulta subordinata alle sole condizioni attualmente previste, ancorchè il sistema così delineato finisca col consentire palesi elusioni dei rigidi criteri di selezione predisposti in sede nazionale per l'accesso alle Facoltà scientifiche a numero chiuso" (T.A.R. Sicilia, Catania).
In tal senso si sono poi espressi anche altri Tribunali Amministrativi del territorio nazionale rilevando la illegittimità di un siffatto trattamento che creerebbe violazione dei principi europei nonché del fondamentale principio di uguaglianza e non discriminazione dei cittadini. Oltretutto, così procedendo, studenti con un percorso universitario avanzato verrebbero illegittimamente parificati a coloro che ancora devono accedere agli studi superiore, a loro volta pregiudicati dovendosi confrontare con chi ha conoscenze e competenze specialistiche nettamente superiori. 

]]>
info@zerogravita.com (Super User) News Thu, 02 Sep 2010 13:37:51 +0000