Giovedì, 28 Marzo 2013 15:24

I NOSTRI RICORSI

Pubblicato in News

Lo Studio predispone molteplici generi di ricorsi, individuali e collettivi, alla luce dei pilastri fondamentali del nostro ordinamento: il diritto allo studio e la difesa dell'altrettanto costituzionalmente garantito diritto alla retribuzione per il lavoro svolto. Di seguito sono indicate le principali tipologie di ricorsi.


RICORSI PER I PRECARI

  • Ricorsi per i precari della scuola. Tale tipo di ricorso, inoltrato al Tar, è pensato per salvaguardare i diritti degli insegnanti di III fascia che prestano servizio nella scuola pubblica italiana, e che pur essendo in possesso dei titoli necessari per insegnare, facendosi carico delle medesime responsabilità dei loro colleghi abilitati e di ruolo, ma che a differenza di questi sono privi di abilitazione.
  • Ricorsi per i Tirocini Formativi Attivi, promossi al Tar del Lazio in collaborazione con A.D.I.D.A., Associazione Docenti Invisibili da Abilitare per i docenti che non hanno la possibilità di abilitarsi, i c.d. invisibili.

RICORSI STABILIZZAZIONE/ SCATTI/31 AGOSTO

  • Ricorsi per la stabilizzazione, al Giudice del Lavoro per ottenere la trasformazione in contratto a tempo indeterminato dei contratti a tempo determinato con richiesta di relativo risarcimento.
  • Ricorsi scatti biennali, al Giudice del Lavoro per ottenere il riconoscimento degli scatti biennali anche al personale precario con relativo recupero delle spettanze non percepite.
  • Ricorsi contratti 30/6 – 31/8, al Giudice del Lavoro per ottenere il prolungamento al 31/08 del contratto al 30/06 stipulato su posto vacante e disponibile con relativo recupero degli stipendi non percepiti.

  • Ricorso riconoscimento servizio militare, al Giudice del Lavoro per ottenere l'attribuzione nelle GaE del punteggio relativo al servizio di leva (o assimilati) prestato non in costanza di nomina (servizio di insegnamento). Per presentare la richiesta è necessario aver prestato il servizio militare dopo aver conseguito il titolo di studi valido per l'accesso all'insegnamento nella classe di concorso d'interesse (diploma o laurea). La normativa vigente, infatti, non prevede alcuna attribuzione di punteggio relativa al servizio di leva svolto non in costanza di nomina.

  • Ricorso trattenuta TFR/TFS, ovvero per recuperare il 2,69% per gli anni 2011 e 2012 e il 2,50% trattenuto negli ultimi 5 anni. Infatti, il D.L. 185/2012 ripristina per il TFR dei precari e dei neo-assunti dopo il 2001, contro la Costituzione, quota 6,91% e trattenuta 2,5%. Per gli assunti prima del 2001, invece, ritornati a quota 9,60%, mistero sul 2,69% in più che lo Stato dovrebbe versare per il 2011 e il 2012. Mef e Inps bloccano, per ora, tutto al 30.12.10, al netto delle riliquidazioni entro un anno previste.

RICORSI PER L’AMBITO SCOLASTICO IN GENERALE

  • Ricorsi per la scuola ed i dirigenti scolastici, tesi cioè a tutelare tutti gli aspiranti Presidi esclusi dal prosieguo dei concorsi pubblici.
  • Ricorsi per i collaboratori vicari della scuola, contro il MIUR che nega i finanziamenti indispensabili a garantire l’indennità di reggenza loro spettante.

RICORSI PER L'INSERIMENTO NELLE GAE, LO SPOSTAMENTO IN III FASCIA E/O IL RICONOSCIMENTO DI TITOLI E SERVIZI NON RICONOSCIUTI

  • Ricorsi inserimento/reinserimento in GaE, al Giudice del Lavoro per ottenere l'inserimento/reinserimento nelle Graduatorie a Esaurimento degli abilitati/abilitandi esclusi dal D.M.53/2012.
  • Ricorso inserimento in III fascia GaE, al Giudice del Lavoro per ottenere l'inserimento nella III Fascia delle Graduatorie a Esaurimento.
  • Ricorso abilitazione strumento musicale, al Giudice del Lavoro per ottenere il riconoscimento del punteggio relativo al voto di abilitazione in Strumento Musicale (da 4 a 12 punti). La normativa vigente, infatti, non prevede alcuna attribuzione di punteggio relativa al voto di tale abilitazione, mettendo in atto una disparità di trattamento tra i docenti di Strumento Musicale e tutti gli altri abilitati.
  • Ricorso riconoscimento servizio contemporaneo SFP, al Giudice del Lavoro per ottenere il riconoscimento parziale (2 anni su 4) del servizio di insegnamento prestato durante il Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria.

RICORSI AVVERSO IL D.M. 44/2011 PER OTTENERE IL RICONOSCIMENTO DI TITOLI E SERVIZI NON VALUTATI O VALUTATI SOLO PARZIALMENTE NELLE GAE

  • Ricorso 6 punti SSIS, al Giudice del Lavoro per ottenere il riconoscimento esclusivo del bonus di 6 punti alle abilitazioni conseguite tramite SSIS, SFP, COBASLID o AFAM. La Tabella 2 allegata al D.M. 44/2011 attribuisce tale bonus a tutte le abilitazioni; il ricorso si propone di ristabilire la legittima attribuzione dei 6 punti ai soli abilitati SSIS, SFP, COBASLID, AFAM.
  • Ricorso 24 punti SSIS, al Giudice del Lavoro per ottenere lo spostamento del bonus di 24 punti SSIS da una classe di concorso a un'altra.
  • Ricorso inserimento in I/II fascia delle GaE, al Giudice del Lavoro per ottenere, in favore dei docenti inseriti in III Fascia delle Graduatorie a Esaurimento, l'inserimento nella I/II Fascia delle medesime. Ciò consentirebbe, ai sensi dell'art. 1 comma 5 del D.M. 44/2011, di poter fruire della possibilità di essere inseriti nelle graduatorie di 2 province differenti.
  • Ricorso spostamento punteggio di servizio, al Giudice del Lavoro per ottenere, in favore dei docenti pluriabilitati inseriti in Graduatoria ad Esaurimento, lo spostamento da una classe di concorso ad un'altra del punteggio di servizio già dichiarato; attualmente tale spostamento è impedito dall'art. 1 comma 4-quater della L. 167/2009.
  • Ricorso valutazione servizio aspecifico come specifico, al Giudice del Lavoro per ottenere, in favore dei docenti inseriti in Graduatoria ad Esaurimento ed esclusi dai benefici dei "Salva-precari", la valutazione del servizio prestato in altra classe di concorso (aa.ss. 2009/10 e 2010/11) come
  • Ricorso inserimento elenchi salva-precari, al Giudice del Lavoro per ottenere l'inserimento negli elenchi Salva-precari nel biennio 2009/2011.
  • Ricorso inserimento “a pettine” nelle GaE 2009/2011, al Giudice del Lavoro per ottenere il recupero del ruolo o il risarcimento del danno per mancata supplenza a causa dell'inserimento "in coda" nelle Graduatorie ad Esaurimento 2009/2011.

RICORSI PER I DOCENTI DI RUOLO

  • Ricorsi tabella titoli utilizzazioni, ovvero per ottenere la valutazione, ai fini delle utilizzazioni, dei seguenti titoli: servizio pre-ruolo (da far valutare come il servizio di ruolo), abilitazioni con concorso riservato o titolo SSIS, specializzazione sostegno, incarico in qualità di supervisore Tirocinio, incarico di presidente o commissario interno/esterno agli esami di maturità dopo l'a.s. 2000/2001.
  • Ricorsi sblocco scatti e contratto, ovvero per ottenere lo sblocco del contratto e il recupero, anche ai fini previdenziali, degli scatti di anzianità che l'art. 9 (commi 17, 21 e 23) della Legge 122/2010 blocca per il periodo 2011-2013.
  • Ricorsi mobilità valutazione titoli, ovvero per ottenere la valutazione, ai fini della mobilità e nelle graduatorie interne d'istituto, dei seguenti titoli: abilitazioni diverse dal Concorso Ordinario (12 punti), titolo SSIS o specializzazione sostegno (5 punti), servizio pre-ruolo (da far valutare 6 punti invece di soli 3 punti), incarico in qualità di supervisore Tirocinio (12 punti), incarico di presidente o commissario interno/esterno agli esami di maturità dopo l'a.s. 2000/2001 (1 punto per ogni servizio).
  • Ricorso trattenuta ENAM, ovvero per ottenere l'interruzione della trattenuta Enam sullo stipendio e far risarcire le quote illegittimamente trattenute, al netto degli interessi maturati, a far fede dalla soppressione dell’ente (30 luglio 2010).
  • Ricorso ricostruzione carriera, ovvero per ottenere la valutazione per intero di tutto il periodo pre-ruolo oggi illegittimamente valutato per intero solo fino a 4 anni, con la parte eccedente valutata per soli 2/3 ai fini giuridici e il restante 1/3 ai soli fini economici.


PER GLI STUDENTI DELLA SCUOLA

  • Ricorsi contro le bocciature per assenze, ossia per tutti gli studenti che ogni anno vengono bocciati per il numero di assenze accumulate.


PER I DIRITTI DEGLI UNIVERSITARI

  • Ricorsi avverso il numero chiuso, ovvero contro il meccanismo del numero chiuso previsto per l'accesso a numerosissime facoltà universitarie italiane.
  • Ricorsi contro il caro tasse universitarie, ovvero avverso l'aumento delle tasse dell’università per il rientro della contribuzione studentesca sotto il 20% del FFO ed il caro affitti contro i mediatori abusivi.
  • Ricorsi per i trasferimenti dall’estero, inoltrati al Tar per gli iscritti ai corsi di laurea a numero programmato della facoltà di medicina e chirurgia per l’iscrizione ad anni successivi al primo.

 

CONTRATTI & DATI PERSONALI

  • Ricorsi per l’estensione delle specializzazioni, ovvero per stabilizzare i contratti del personale, non dirigenziale, in servizio a tempo determinato da almeno 3 anni, anche non continuativi, giungendo a convertire il contratto di assunzione in un contratto a tempo indeterminato.
  • Ricorsi al Garante della Privacy, avverso gli Atenei responsabili del trattamento dei dati personali appartenenti agli studenti per preservare questi dalla violazione di detti dati.

 

LA CATEGORIA “LAVORATORI”

Una particolare attenzione è riservata dal nostro Studio alla tutela dei diritti di questa categoria. Predisponiamo ricorsi per i lavoratori con riferimento a licenziamenti individuali e collettivi, trasferimenti individuali e collettivi, contestazioni e impugnazioni di provvedimenti disciplinari, modifica delle mansioni, differenze retributive, regolarizzazione di posizioni lavorative, controllo del contratto individuale, della busta paga e della applicazione del trattamento di fine rapporto (TFR), recupero di crediti da lavoro.

 

LA PROFESSIONE MEDICA

Importante ambito di competenza del nostro Studio è quello del  diritto sanitario: dal diritto ospedaliero, al diritto della professione medica a quello farmaceutico. Predisponiamo ricorsi per i medici, in particolare per quelli discriminati dalla condizione della loro iscrizione presso le scuole di specializzazione prima del '91; si tratta di specialisti che non hanno percepito remunerazione alcuna e hanno anche conseguito una specializzazione non valevole ai fini concorsuali.

 

…E I DIRITTI DEI NON MEDICI

Il nostro Studio non manca di offrire tutela a quei giovani che pur frequentando - a seguito di regolare concorso - scuole di specializzazione medica, non percepiscono alcuna forma di emolumento (borsa di studio o contratto), né contributi previdenziali per il solo fatto che sono studenti laureati in un ramo differente da quello di Medicina e Chirurgia.

 

  • - Ricorsi per le truffe afferenti l’acquisto di Multiproprietà
  • - Il rimborso dell’IRAP
  • E..La campagna per la felicità, ovvero tutte quelle azioni giudiziali ed extragiudiziali che lo studio realizza anche per promuovere e favorire il riconoscimento di nuovi diritti nella, per noi non utopistica convinzione, che l'ordinamento dovrebbe garantire il benessere più totale di tutti i cittadini.

 

Consulenza Legale per i disabili:

Il nostro studio legale offre consulenza legale gratuita per i disabili, lavoratori e non. Ci proponiamo di fornire risposte e soluzioni a tutti coloro che fanno parte di questa categoria svantaggiata combattono ogni giorno contro l’indifferenza. Riteniamo, infatti, che debba essere data maggiore attenzione alla disabilità,una condizione che coinvolge l’intero tessuto sociale; i disabili ammontano a quasi 3 milioni in Italia, tra cui numerosissimi gravi e gravissimi, pertanto bisognosi di un care-giver 24 ore su 24. Pensiamo che debba essere fornita la giusta tutela ai diritti di queste persone, spesso dimenticati dall'agenda del nostro Paese, che ancora non ha una adeguata legislazione che possa offrire ai disabili e alle loro famiglie i giusti strumenti per vivere la quotidianità, con dignità.

 

 

Visite oggi 478

Visite Globali 3109354