Venerdì, 23 Giugno 2017 15:25

TFA SOSTEGNO: PARTE IL RICORSO PER CHI HA CONSEGUITO 21 PUNTI AL TEST MA E’ STATO ESCLUSO

Pubblicato in Precari della scuola

Come noto in molti Atenei italiani sono in corso le prove selettive per l’ammissione al TFA per il conseguimento della specializzazione sul sostegno per la scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di I e di II grado.

I bandi pubblicati dagli atenei, prevedono il superamento di tre prove per l’ammissione al tirocinio formativo attivo per il sostegno e prevedono l’apposizione di ben due soglie di sbarramento: una dettata dal voto conseguito alle prove, l’altra dettata dal mero criterio della numerosità.

I candidati, difatti, pur avendo raggiunto la soglia minima nel test preselettivo, restano comunque esclusi dalle successive prove selettive perché troppo numerosi rispetto al contingente di posti messo a bando.

È evidente che l’aver conseguito un punteggio superiore ai 21/30 dovrebbe consentire agli insegnanti di poter partecipare alle prove scritte ed alle successive prove orali e, solo alla fine dell’intera procedura selettiva, determinare sulla base di una graduatoria unica chi sono i soggetti ammessi al TFA.

Escludere i candidati solo perché “troppi” all’inizio della procedura appare illegittimo e ingenera meccanismi tali da lasciare posti liberi e non coperti nei vari atenei rispetto al contingente bandito.

Per questo motivo presenteremo ricorso per consentire a tutti i candidati al TFA per la specializzazione sul sostegno che abbiano avuto un punteggio di almeno 21/30 al test preselettivo, di partecipare alle successive prove anche a copertura di eventuali posti vacanti.

Per aderire all’azione sarà necessario seguire pedissequamente le istruzioni che seguono.

1.             Scaricare la procura allegata.

2.             Stampare due copie della procura, compilarle e firmarle entrambe in originale (la sottoscrizione deve essere apposta a penna).

3.             Effettuare il pagamento di euro 150,00 alle coordinate allegate.

4.             Inoltrare, tramite raccomandata a.r. URGENTE di tipo 1 all’indirizzo Studio Legale Avv. Michele Bonetti & Partners, Via San Tommaso d’Aquino, 47 – 00136, Roma, i seguenti documenti:

- due procure in originale compilate e sottoscritte;

- copia del documento di identità;

- scheda del ricorrente;

- copia del bonifico effettuato alle coordinate allegate (nella causale del bonifico dovrete inserire il vostro nome, cognome e la dicitura “TFA doppia soglia”).

Sulla busta deve essere apposta la scritta “TFA doppia soglia” e ogni busta deve contenere una sola adesione.

5.             Inoltrare a mezzo e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. la scansione di TUTTI I DOCUMENTI INOLTRATI A MEZZO RACCOMANDATA A.R., inserendo nell’oggetto dell’e-mail il vostro nome, cognome e la dicitura “TFA doppia soglia”.

6.             Compilare (solo una volta e inserendo dati veritieri e verificati) questo FORM on line.

Vi informiamo che lo studio legale comunicherà con i ricorrenti prevalentemente a mezzo e-mail, Vi invitiamo, dunque, a prestare particolare attenzione nella compilazione di tale dato ed a controllare di frequente la Vostra casella di posta.

Attenzione, la carenza della documentazione richiesta o l’inesattezza dei dati inseriti comporterà l’esclusione dal ricorso.

QUESTO STUDIO DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ IN MERITO ALL’EVENTUALE MANCATO INSERIMENTO NEL RICORSO QUALORA LA DOCUMENTAZIONE NON DOVESSE GIUNGERE ENTRO I TERMINI STABILITI O NEL CASO IN CUI NON SIANO RISPETTATE LE PROCEDURE PREVISTE NELLA PRESENTE INFORMATIVA, RISERVANDOSI L’ACCETTAZIONE DEI VOSTRI MANDATI.

Visite oggi 280

Visite Globali 2067131