Lunedì, 23 Luglio 2012 14:04

E’ ONLINE IL BLOG PER TUTTI I PRECARI DELLA SCUOLA E SUL TFA

Pubblicato in Precari della scuola

Questo Blog vuole essere uno strumento per tutti i precari della scuola e in particolare per tutti gli aderenti Adida (Associazione Docenti invisibili da Abilitare).

 

La grandissima parte dei docenti, infatti, pur essendo in possesso dei titoli necessari per insegnare e pur condividendo le medesime responsabilità e mansioni dei loro colleghi abilitati e di ruolo, presta servizio da molti anni nella scuola pubblica italiana ma non ha una formale “abilitazione”.

 

Per opporsi alla dispersione della preziosa esperienza acquisita sul campo di questi “precari” - status fino a poco tempo fa persino negato dal Ministro Gelmini - dall’11 settembre 2009 l’Associazione Adida è impegnata nella battaglia a garanzia della dignità e dei diritti di questi lavoratori.

 

Quello che si mira a contrastare è una logica che non può che definirsi assolutamente discriminante e inammissibile. Ad oggi una recente dichiarazione del MIUR parla finalmente di “docenti con servizio”…Ma non è con le parole che si dà dignità a dei lavoratori che svolgono con impegno e dedizione la loro attività! I docenti devono essere tutelati in concreto.

 

Non idonea in alcun modo a porre riparo a tale situazione di precariato è la previsione del TFA (tirocinio formativo attivo), che è anzi espressione del trattamento “di serie B” che il MIUR riserva agli insegnanti di III fascia, i quali, dopo anni di insegnamento, dovranno sottoporsi ad una selezione per accedervi.

 

Il paradosso è la necessità di un tirocinio che “formi” chi svolge già una professione a pieno titolo da tempo, allo stesso modo di chi è appena uscito dall'Università, senza esperienza e senza essere stato dichiarato idoneo dal ministero, come nel caso dei precari di III fascia.

 

Il riconoscimento professionale, dunque, anche in virtù dell'esperienza maturata è l’obiettivo che l’Associazione Adida si prefissa per tutti i precari della scuola “non abilitati”. Anche i precari della scuola abilitati, tuttavia, sono sfruttati dal MIUR che intrattiene con loro contratti a termine, non pagando gli scatti d’anzianità, quote di TFR etc.

 

Esponici le tue problematiche personali in questo blog al fine di divulgarle insieme a quelle di tutta la categoria.

Video

Visite oggi 530

Visite Globali 2932016