Visualizza articoli per tag: ADIDA http://avvocatomichelebonetti.it Mon, 23 Sep 2019 00:38:55 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it CONCORSONE 2016. TAR LAZIO: POSSONO PARTECIPARE ANCHE I DOTTORI DI RICERCA ESCLUSI. SALVI I CONTRATTI FRATTANTO STIPULATI. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1895-concorsone-2016-tar-lazio-possono-partecipare-anche-i-dottori-di-ricerca-esclusi-salvi-i-contratti-frattanto-stipulati http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1895-concorsone-2016-tar-lazio-possono-partecipare-anche-i-dottori-di-ricerca-esclusi-salvi-i-contratti-frattanto-stipulati CONCORSONE 2016. TAR LAZIO: POSSONO PARTECIPARE ANCHE I DOTTORI DI RICERCA ESCLUSI. SALVI I CONTRATTI FRATTANTO STIPULATI.

La vicenda sul concorso a cattedra del 2016 ha, finalmente, raggiunto la conclusione dopo la recente sentenza del Tar Lazio che ha accolto il ricorso proposto dal nostro studio legale Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia.

Dopo una battaglia giuridica approdata anche Consiglio di Stato, il Tribunale Amministrativo per il Lazio si è definitivamente pronunciato sulla questione, accogliendo le tesi difensive che, sin dall’origine, avevano sostenuto l’ingiustizia del bando e della conseguente esclusione dei dottori di ricerca dal concorso in questione.

Come si ricorderà, proprio il nostro Studio, per la prima volta nella storia, aveva sollevato il tema dell’equipollenza, ai fini concorsuali, del dottorato rispetto all’abilitazione, ottenendo l’ammissione alle prove da parte del Consiglio di Stato.

Nell’esaminare la vicenda, in successiva fase di merito, il massimo Organo della giustizia amministrativa aveva ben chiarito che “in riferimento ai dottori di ricerca, il decreto impugnato (…) pretermette d’indicare fra i requisiti soggettivi di partecipazione, l’utile produzione del possesso di crediti formativi universitari, che – almeno in astratto quantitativamente e qualitativamente – assorbono quelli previsti dai percorsi abilitanti (SISS e TFA o PAS)”.

Cosa succede, allora, preso atto che la clausola del bando è ormai definitivamente annullata?

Può essere valida per taluni e non per altri pur se egualmente ricorrenti.

Secondo la nostra tesi no. L’avvenuto definitivo annullamento del bando ha conseguenze specifiche e non solo per quei ricorrenti ma per tutti abbiano tempestivamente ed analogamente impugnato.

Proprio tale tesi è stata accolta dal Tar.

Il Tribunale, infatti, ha rilevato che la clausola del bando, impugnata dai ricorrenti, era stata “ormai definitivamente annullata nei confronti di tutti i concorrenti che avevano provveduto tempestivamente ad impugnarla” e pertanto “è diventuta inopponibile ai ricorrenti. Invero l’annullamento di un atto amministrativo generale, nella parte in cui ha un contenuto inscindibile, produce effetti erga omnes. Si tratta, in fatti, di «atto sostanzialmente e strutturalmente unitario, il quale non può sussistere per taluni e non esistere per altri»”.

Così, accogliendo e definitivamente pronunciandosi, il Tribunale Amministrativo per il Lazio ha disposto, per quei soggetti che, a seguito dell’appello cautelare, avevano superato le prove, l’improcedibilità, disponendo l’elisione della riserva giudiziale apposta al contratto sottoscritto, per i soggetti che, invece, erano stati illegittimamente esclusi, in forza della clausola del bando impugnata ed annullata, la predisposizione di nuove prove suppletive.

Una vittoria, insomma, che ha messo fine ad una vicenda che, da più di 2 anni impegnava lo studio ed aveva pregiudicato il diritto al lavoro di centinaia di docenti.

Ma che effetti avrà tale pronuncia sugli altri contenziosi aventi ad oggetto il bando stesso? (Diploma magistrale e FIT ad esempio)

L’interpretazione seguita dal T.A.R., nella sentenza di cui si è detto, porta con sé un principio di carattere generale, secondo cui “l’annullamento di un atto amministrativo generale, nella parte in cui ha un contenuto inscindibile, produce effetti erga omnes”.

Se questo principio divenisse consolidato e stabile un primo e decisivo approdo lo avremmo innanzi alla Plenaria tra qualche settimana.

Se, difatti, innanzi ad un primo annullamento della clausola del bando, tutto ciò che segue è automaticamente caducato, non si vede davvero differenza tra la fattispecie trattata dal TAR (e basata su principi enunciati dallo stesso Consiglio di Stato) e l’ipotesi dell’esclusione dalle G.A.E. dei diplomati magistrale nonostante l’esistenza di 8 sentenze passate in giudicato. L’effetto di tale decisione, dunque, non sarà limitato ai soli ricorrenti di questo giudizio ma si estenderà, espressamente, erga omnes, nei confronti di tutti i candidati al concorso in possesso di tale titolo. Secondo lo stesso Consiglio di Stato, questa volta con riguardo al titolo di diploma magistrale linguistico, difatti, “risulta dunque stabilita in modo definitivo, incontestabile e con valore di giudicato, la non operatività della suddetta limitazione, invocata dal MIUR, nei riguardi dell’appellante”, ragion per cui risulta ormai acclarato che “i titoli di studio conseguiti al termine dei corsi sperimentali di scuola magistrale, comunque conseguiti entro l’a.s.  2001/2002, conservano in via permanente l’attuale valore legale e consentono di partecipare ai concorsi ordinari per titoli e per esami a posti di insegnante nella scuola materna e nella scuola elementare“.

Tale decisione, a nostro avviso, oltre ad essere di evidente importanza con riguardo al dottorato, “mira ad aprire un nuovo fronte sulla battaglia a favore dei 55.000 diplomati magistrale esclusi dalle G.A.E. all’esito della nota sentenza dell’Adunanza Plenaria del dicembre 2017.” Se, continuano i legali, “la Sesta Sezione del Consiglio di Stato ritiene che la portata erga omnes con effetto di giudicato abbia tali effetti per il bando di concorso (sentenze 3374, 3375 e 3376 del 4 giugno 2018) e ha ribadito tale concetto con riguardo agli stessi Decreti Ministeriali di aggiornamento delle G.A.E. (sentenza n. 3198/18) a favore dei cosiddetti depennati ed oggi la posizione è stata condivisa dal TAR LAZIO, non c’è davvero ragione per non applicare la medesima teoria agli annullamenti dei medesimi Decreti in favore dei diplomati magistrale su cui, al contrario, l’Adunanza Plenaria ha chiuso”.

Si è aperto, dunque, un nuovo conflitto che la Plenaria bis è chiamata ad affrontare.

I Decreti di aggiornamento delle G.A.E.” ed i bandi di concorso, difatti, chiudono i legali di ADIDA, “non possono essere annullati con effetti generali per alcune categorie di insegnanti e non per altre”.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Scuola Tue, 05 Feb 2019 08:23:56 +0000
SFP: APERTE LE ADESIONI AL RICORSO AL PDR PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO STRAORDINARIO 2018 http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1861-sfp-aperte-le-adesioni-al-ricorso-per-la-partecipazione-al-concorso-straordinario-2018 http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1861-sfp-aperte-le-adesioni-al-ricorso-per-la-partecipazione-al-concorso-straordinario-2018 SFP: APERTE LE ADESIONI AL RICORSO AL PDR PER LA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO STRAORDINARIO 2018

L’azione giurisdizionale che deve essere promossa al fine di tutelare i suoi interessi è un ricorso straordinario avverso tutti gli atti di concorso straordinario “primaria e infanzia” così come bandito nell’anno 2018.

Il concorso nasce per rispondere all’esito negativo dell’Adunanza Plenaria del dicembre 2017 secondo cui il diploma magistrale non è sufficiente per essere ammessi in G.A.E. Esigenze di par condicio hanno poi portato il Legislatore a coinvolgere anche la categoria dei laureati in S.F.P.

A nostro avviso, tuttavia, vi sono delle illegittime preclusioni legate al servizio svolto che escludono dalla procedura concorsuale numerosi laureati S.F.P.

Nell’immediato riteniamo che vi siano molteplici categorie tutelabili e per cui proporre ricorso sin da ora:

1) S.F.P. con 2 anni di servizio svolto ma nella scuola paritaria;

2) S.F.P. con servizio, svolto nella scuola statale, inferiore ai due anni ma che, con il corrente anno scolastico, completa il requisito;

3) S.F.P. con due anni di servizio svolto ma “combinato” tra scuola paritaria e statale;

4) S.F.P. senza servizio (o con servizio insufficiente) che hanno superato precedenti concorsi;

5) S.F.P. con servizio insufficiente ma che grazie al tirocinio raggiungono i due anni;

6) S.F.P. con servizio insufficiente su infanzia e primaria ma che raggiungono i due anni, in tutto o in parte, con servizio svolto in altre CDC (tanto svolto nella scuola statale quanto nella paritaria);

L’obiettivo è farvi partecipare alle prove orali da cui siete esclusi.

 

COSTI DELL’AZIONE

Rappresentiamo che il costo del ricorso sarà di euro 140,00.

Non riteniamo che vi saranno problemi per il raggiungimento di numeri minimi di partecipanti. In ogni caso, per le categorie più particolari, è fissato il tetto minimo di 20 ricorrenti.

Si specifica che, trattandosi di un’adesione avvenuta direttamente con il nostro studio legale non vi saranno costi aggiuntivi di tessere e trattenute sindacali.

Lo studio collabora con i movimenti e le associazioni più libere di docenti, che spesso e volentieri, agiscono gratuitamente, coadiuvando i ricorrenti, anche per le fasi più complesse e collabora con i sindacati ritenuti più affidabili, concreti e seri che spesso si diversificano in base alla sede territoriale in cui sono presenti.

Si ribadisce che il ricorrente avrà contatto solo con lo studio legale, senza alcuna indicazione che esuli dalla propria sfera di competenza giuridica e tecnica.

Precisiamo infine che, in caso di rinuncia o revoca del mandato, i prezzi pattuiti rimarranno gli stessi, senza chiedere parcelle piene, che altre strutture accompagnano alla revoca al mandato, per tenere vincolati i propri iscritti. 

Precisiamo sin da ora di ritenere i ricorsi sulle categorie proposte fondati ma che, per l’accoglimento processuale, potrebbero subentrare le problematiche più diverse. Ciò che assicuriamo a tutti voi è la massima professionalità, un curriculum vitae nel settore in molti casi pieno di successi, che hanno fatto da apripista alla storia dei ricorsi nella scuola, nonché la serietà e competenza delle strutture associative che lavorano con noi, mantenendo la propria indipendenza in alcune occasioni anche nei confronti dei ricorsi e sempre mosse dall’unico obiettivo della piena tutela degli associati.

 

MODALITA’ DI ADESIONE (uguali per tutte le azioni):

TUTTA LA DOCUMENTAZIONE DEVE PERVENIRE ENTRO IL 5 febbraio 2019.

Per aderire all’azione sarà necessario seguire pedissequamente le istruzioni che seguono.

1. Scaricare la procura rimessa nell'informativa allegata.

2. Stampare due copie della procura, compilarle e firmarle entrambe in originale (la sottoscrizione deve essere apposta a penna).

3. Effettuare il pagamento alle coordinare rimesse in allegato di euro 140,00.

4. Stampare e sottoscrivere l’informativa.

5. Inoltrare, tramite raccomandata a.r. URGENTE di tipo 1 all’indirizzo Studio Legale Avv. Michele Bonetti e Santi Delia, Via Sant’Agostino, 4 – 98122, Messina, i seguenti documenti:

- informativa sottoscritta in originale;

- due procure in originale e sottoscritte;

- copia del documento di identità e del codice fiscale;

- copia del bonifico effettuato alle coordinate allegate (nella causale del bonifico dovrete inserire il vostro nome, cognome, C.F. e la dicitura “CONCORSO STRAORDINARIO + RICORSO SCELTO” - ES. MARIO ROSSI, C.F., CONCORSO STRAORDINARIO + A).

Sulla busta deve essere apposta la scritta “CONCORSO STRAORDINARIO + RICORSO SCELTO” e ogni busta deve contenere una sola adesione.

6. Inoltrare a mezzo e-mail a santi.delia@avvocatosantidelia.it la scansione di TUTTI I DOCUMENTI INOLTRATI A MEZZO RACCOMANDATA A.R., inserendo nell’oggetto dell’e-mail il vostro nome, cognome e la dicitura “CONCORSO STRAORDINARIO + RICORSO SCELTO” - ES. MARIO ROSSI, C.F., CONCORSO STRAORDINARIO + X”.

7. Compilare (solo una volta e inserendo dati veritieri e verificati) il seguente FORM online (copiare e incollare il link nella barra di ricerca avendo cura di non copiare gli spazi all'inizio e alla fine della stringa): https://goo.gl/forms/YFwac19zIx5WjCUT2

Si invita a prestare particolare attenzione nell'inserimento dei dati con l'avvertimento che le comunicazioni da parte dello studio avverranno a mezzo e-mail all'indirizzo indicato al momento della compilazione del FORM. Per tale ragione Vi invitiamo a indicare esclusivamente indirizzi e-mail e non indirizzi pec che spesso non ricevono le comunicazioni cumulative inoltrate.

 

INOLTRO DELLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL CONCORSO

Considerando che per una parte della giurisprudenza amministrativa è richiesto l’inoltro della domanda di partecipazione al concorso, Vi rimetteremo la domanda da inoltrare a mezzo pec e/o a mezzo raccomandata a.r. agli indirizzi del M.I.U.R. e presso l’Ufficio Scolastico Regionale presso cui intendete sostenere il concorso. Per quanto concerne gli indirizzi degli USR ognuno di Voi dovrà reperite quello di riferimento per procedere con pec e/o raccomandata a.r. Per quanto concerne, invece, la domanda da inoltrare necessariamente al M.I.U.R. dovrete utilizzare tutti gli indirizzi pec di seguito indicati uffgabinetto@postacert.istruzione.it, dpit@postacert.istruzione.it, dgpersonalescuola@postacert.istruzione.it e l’indirizzo ove spedire la raccomandata a.r. è M.I.U.R., Viale Trastevere n. 76/a, 00153 – Roma.

Si ricorda che alla domanda deve essere allegato un valido documento di identità.

L'INOLTRO DELLA DOMANDA, ANCHE SE FUORI TERMINE, E' FORTEMENTE CONSIGLIATO.

Si specifica e ribadisce che la domanda per il "concorso" va inoltrata al M.I.U.R. e all’USR e non allo studio legale.

La documentazione per la partecipazione al "ricorso" va, invece, inoltrata allo studio legale.

La domanda, quindi, non dovrà esserci inoltrata ma dovrà essere da Voi trattenuta in copia con le relative ricevute di spedizione e di ritorno (e/o di accettazione e consegna in caso di inoltro della pec).

La domanda di partecipazione al concorso potrà essere effettuata anche su altri modelli, tuttavia si consiglia l’inoltro di quella predisposta dallo studio legale, e che a breve Vi sarà rimessa, che cerca di riproporre pedissequamente il modello del MIUR. Si ricorda che la stessa dovrà essere semplicemente compilata con le modalità previste per qualunque altro soggetto partecipante alla procedura concorsuale. Trattasi, a nostro avviso, di una possibile condizione di ammissibilità del ricorso.

Lo studio non fornirà informazioni sulla compilazione della domanda trattandosi, per l’appunto, di aspetti formali di natura concorsuale, tuttavia alcune associazioni di riferimento forniranno consulenza on-line.

Si fornisce all’uopo l’indirizzo e-mail dell’associazione ADIDA: adida.associazione@gmail.com.

 

ATTENZIONE

Il cliente è invitato espressamente alla partecipazione alle riunioni pubbliche e on-line che lo studio organizza nonché alla consultazione del sito internet www.avvocatomichelebonetti.it e, al fine di una corretta informazione sull'azione, dovrà sempre leggere con attenzione l'e-mail collettive inoltrate dallo studio legale.

Si precisa che per legge non è riportabile nel ricorso, a pena di inammissibilità, una specificazione delle posizioni individuali, trattandosi per l'appunto di un ricorso di natura collettiva che non comprende consulenze individuali.

Sono escluse, dunque, consulenze su questioni personali e individuali a cui lo studio risponderà a titolo gratuito nelle riunioni pubbliche e online che periodicamente si tengono tramite le strutture associative di riferimento. Il cliente per tenersi aggiornato è tenuto a consultare il sito internet dello studio www.avvocatomichelebonetti.it. Difatti lo studio comunicherà mediante l’inoltro di informazioni a mezzo e-mail sulla situazione generale del contenzioso non rispondendo, in linea di massima, a richieste individuali, personali o specifiche che esulano dal ricorso collettivo.

Attenzione, la carenza della documentazione richiesta o l’inesattezza dei dati inseriti comporterà l’esclusione dal ricorso. Si precisa in tal senso che non è ammessa la sostituzione dell’originale da inviare a mezzo racc. a/r con l’invio tramite e-mail o pec.  Ai fini della proposizione del ricorso sarà necessario ed indispensabile produrre l’intera documentazione oltre che a mezzo e-mail anche e soprattutto in originale con relativa sottoscrizione ORIGINALE. Non si ammetteranno copie, fotocopie, firme pre-configurate o firme digitali.

Non è ammesso inserire in una solo busta la documentazione di più ricorrenti.

Questo studio declina ogni responsabilità in merito all’eventuale mancato inserimento nel ricorso qualora la documentazione non dovesse giungere entro i termini stabiliti o nel caso in cui non siano rispettate le procedure previste nella presente informativa riservandosi, anche in ipotesi di correttezza della procedura seguita, l’accettazione dei vostri mandati che verrà comunicata esclusivamente via e-mail.

Precisiamo che solo il completamento delle tre procedure (1. Inoltro della documentazione di adesione al ricorso a mezzo e-mail all’indirizzo santi.delia@avvocatosantidelia.it; 2. Inoltro della documentazione di adesione al ricorso in originale a mezzo raccomandata a.r. URGENTE all’indirizzo Studio Legale Avv. Michele Bonetti e Santi Delia, Via Sant’Agostino, 4 – 98122, Messina. Detta documentazione DEVE pervenire entro e non oltre il giorno 5 febbraio 2019 a pena di esclusione dal ricorso e il perfezionamento della consegna della busta sarà visionabile tramite il servizio “dove/quando” messo a disposizione da Poste Italiane al link https://www.poste.it/cerca/index.html#/; 3. Compilazione del form on-line. Si chiede di prestare particolare attenzione nella compilazione del form on-line precisando che qualunque errore, che sarà eventualmente successivamente riscontrato, dovuto a disattenzione nella compilazione sarà solo a Voi attribuibile) sarà ritenuto idoneo a perfezionare l'adesione al ricorso.

 

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Precari della scuola Fri, 26 Oct 2018 08:34:02 +0000
CONVEGNO AL CENTRO CONGRESSI CAVOUR ā€“ Dibattito sulla stratificazione del precariato http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1762-convegno-al-centro-congressi-cavour-dibattito-sulla-stratificazione-del-precariato http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1762-convegno-al-centro-congressi-cavour-dibattito-sulla-stratificazione-del-precariato CONVEGNO AL CENTRO CONGRESSI CAVOUR ā€“ Dibattito sulla stratificazione del precariato

Il prossimo 4 febbraio l’Associazione Adida terrà un convegno a Roma per parlare della stratificazione del precariato nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria. Al dibattito sarà presente l'Avv. Michele Bonetti al fine di affrontare le problematiche in questione, con particolare riguardo alla vicenda del diploma magistrale. Il convegno nasce con l’idea di unire la categoria divisa da interessi diversi e in particolar modo di ascoltare le proposte di ognuno circa la scuola dell’infanzia e primaria. Vi aspettiamo alle ore 13:30 presso il centro Congressi Cavour (Via Cavour 50/a, Roma). In questo modo avremo la possibilità di discutere dal vivo del problema.

Il Centro Congressi Cavour si trova a cinquecento metri dalla stazione Termini, e quindi facilmente raggiungibile per chi utilizzasse qualsivoglia mezzo di trasporto pubblico o venisse da fuori Roma. 

Nel link potete trovare la mappa https://www.google.it/maps/place/Centro+Congressi+Cavour/@41.9003506,12.4989839,17z/data=!4m5!3m4!1s0x0:0x55b36c7528064374!8m2!3d41.8994273!4d12.498607

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Precari della scuola Wed, 31 Jan 2018 15:28:27 +0000
PLENARIA: MOBILITAZIONE PER Lā€™8 GENNAIO. IL MOVIMENTO DEI PRECARI DELLA SCUOLA NON SI ARRESTA E NON SI ARRENDE http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1753-plenaria-mobilitazione-per-l-8-gennaio-il-movimento-dei-precari-della-scuola-non-si-arresta-e-non-si-arrende http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1753-plenaria-mobilitazione-per-l-8-gennaio-il-movimento-dei-precari-della-scuola-non-si-arresta-e-non-si-arrende PLENARIA: MOBILITAZIONE PER Lā€™8 GENNAIO. IL MOVIMENTO DEI PRECARI DELLA SCUOLA NON SI ARRESTA E NON SI ARRENDE

La battaglia non si arresterà.
Fino all'ultima delle nostre energie ci batteremo per la salvaguardia di tutti i contratti in essere e per tutti i nostri ricorrenti, contro ogni forma di precariato, sfruttamento e abuso giuridico, politico e morale; in tutte le sedi e piazze europee e nazionali.
Di seguito la nostra nota insieme all'ADIDA e al MIDA: http://www.semprediritti.it/index.php/focus/item/709-plenaria-mobilitazione-per-l%E2%80%998-gennaio-il-movimento-dei-precari-della-scuola-non-si-arresta-e-non-si-arrende

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Precari della scuola Wed, 20 Dec 2017 18:59:24 +0000
FIT: ADESIONI AL RICORSO PER LA FASE TRANSITORIA DEL FIT http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1744-fit-aperte-le-adesioni-al-ricorso http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1744-fit-aperte-le-adesioni-al-ricorso FIT: ADESIONI AL RICORSO PER LA FASE TRANSITORIA DEL FIT

Come noto, il Decreto Legislativo n. 59 del 13 aprile 2017 per il riordino, l'adeguamento e la semplificazione del sistema di formazione iniziale e di  accesso nei  ruoli dei docenti sia su posti comuni sia di sostegno, prevede un sistema di formazione e reclutamento dei docenti della scuola secondaria di I e II grado strutturato in una prima fase nella quale si sosterrà un concorso e una seconda fase nella quale vi sarà un percorso di formazione (FIT) di durata triennale con il fine ultimo di assumere il docente a tempo indeterminato.

Al fine di tutelare al meglio gli insegnanti che saranno lesi dalle disposizioni ministeriali sono aperte le adesioni ai ricorsi al Presidente della Repubblica per accedere al ruolo con il FIT per le seguenti categorie di insegnanti:

- Docenti A.F.A.M., per aderire clicca qui.

- Dottori di ricerca, per aderire clicca qui.

- Abilitati all’estero, per aderire clicca qui.

- Specializzati o specializzandi sul sostegno all'estero entro il 30 giugno 2018, per aderire clicca qui.

- Insegnanti I.T.P., per aderire clicca qui.

- Diplomati ISEF, per aderire clicca qui.

- Insegnanti idonei per l'insegnamento nella classe A23 che non hanno mai avuto la possibilità di abilitarsi, per aderire clicca qui.

- Insegnanti specializzati o specializzandi sul sostegno ma non abilitati, che hanno avuto accesso al TFA tramite ricorso, per aderire clicca qui.

- Ricorso per la partecipazione alla fase transitoria del FIT per gli abilitati ASN, per aderire clicca qui

Si precisa che nei ricorsi di natura collettiva non verranno inseriti motivi aggiuntivi individuali per coloro che rivestono situazioni particolari e per cui ci riserviamo di procedere, eventualmente e se del caso, individualmente. Queste ultime impongono una tutela individualizzata, pertanto, al fine di evitare conflitti di interessi anche solo potenziali tra le varie posizioni (sul punto vedasi l’ordinanza n. 5338/2017 resa dal Consiglio di Stato e l’ordinanza n. 6977/2017 resa dal TAR del Lazio di cui sopra troverete i link), Vi invitiamo ad inoltrare una mail all’indirizzo info@avvocatomichelebonetti.it 

In merito alle nostre azioni per l’adesione al ricorso per la partecipazione alla fase transitoria del FIT Vi informiamo che abbiamo prorogato la data di adesione fino al giorno 20 MAGGIO 2018, data di ricezione della documentazione presso il nostro studio e rappresentiamo sin da ora che non ci saranno ulteriori proroghe.

Precisiamo che solo il completamento delle tre procedure (1. Inoltro della documentazione di adesione al ricorso a mezzo e-mail all’indirizzo info@avvocatomichelebonetti.it2. Inoltro della documentazione di adesione al ricorso in originale a mezzo raccomandata a.r. URGENTE all’indirizzo Avv. Michele Bonetti via San Tommaso d’Aquino n. 47, 00136 – Roma. Detta documentazione DEVE pervenire entro e non oltre il giorno 20 MAGGIO 2018 a pena di esclusione dal ricorso e il perfezionamento della consegna sarà visionabile tramite il servizio “dove/quando” messo a disposizione da Poste Italiane al link https://www.poste.it/cerca/index.html#/3. Compilazione del form on-line. Si chiede di prestare particolare attenzione nella compilazione del form on-line precisando che qualunque errore, che sarà eventualmente successivamente riscontrato, dovuto a disattenzione nella compilazione sarà solo a Voi attribuibile) sarà ritenuto idoneo a perfezionare l'adesione al ricorso.

Considerando che per una parte della giurisprudenza amministrativa è richiesto l’inoltro della domanda di partecipazione al concorso, abbiamo ritenuto di rimettervi in allegato la domanda da inoltrare a mezzo pec e/o a mezzo raccomandata a.r. agli indirizzi del M.I.U.R. e presso l’Ufficio Scolastico Regionale presso cui intendete sostenere il concorso. Per quanto concerne gli indirizzi degli USR ognuno di Voi dovrà reperite quello di riferimento per procedere con pec e/o raccomandata a.r. Per quanto concerne, invece, la domanda da inoltrare necessariamente al M.I.U.R. dovrete utilizzare tutti gli indirizzi pec di seguito indicati uffgabinetto@postacert.istruzione.itdpit@postacert.istruzione.itdgpersonalescuola@postacert.istruzione.it e l’indirizzo ove spedire la raccomandata a.r. è M.I.U.R., Viale Trastevere n. 76/a, 00153 – Roma.

Si ricorda, così come prevede il bando, che alla domanda deve essere allegato un valido documento di identità. Si rappresenta, inoltre, che in caso di plurimi titoli idonei alla partecipazione al concorso o di numerosi titoli di servizio, potrete stampare più copie delle relative pagine della domanda (rispettivamente pagina 3 e pagina 10 del modello allegato) e aggiungerle all'occorrenza.

L'INOLTRO DELLA DOMANDA, ANCHE SE FUORI TERMINE, E' FORTEMENTE CONSIGLIATO. Si specifica e ribadisce che la domanda per il "concorso" va inoltrata al M.I.U.R. e all’USR e non allo studio legale.

La documentazione per la partecipazione al "ricorso" va, invece, inoltrata allo studio legale.

La domanda, quindi, non dovrà esserci inoltrata ma dovrà essere da Voi trattenuta in copia con le relative ricevute di spedizione e di ritorno (e/o di accettazione e consegna in caso di inoltro della pec).

La domanda di partecipazione al concorso potrà essere effettuata anche su altri modelli, tuttavia si consiglia l’inoltro di quella predisposta dallo studio legale che cerca di riproporre quella presente sulla piattaforma on-line. Si ricorda che la stessa dovrà essere semplicemente compilata con le modalità previste per qualunque altro soggetto partecipante alla fase transitoria del FIT. Trattasi, a nostro avviso, di una possibile condizione di ammissibilità del ricorso. Lo studio non fornirà informazioni sulla compilazione della domanda trattandosi, per l’appunto, di aspetti formali di natura concorsuale, tuttavia alcune associazioni di riferimento forniranno consulenza on-line. Si fornisce all’uopo l’indirizzo e-mail dell’associazione ADIDA: adida.associazione@gmail.com.

La quota di partecipazione al ricorso è di euro 90,00 omnicomprensiva di tutte le spese del primo grado di giudizio comprensive di pubblici proclami. È escluso il grado di appello (cautelare e di merito e che verosimilmente, SE interverrà, sarà quantificato con onorari similari a quelli di primo grado), sono esclusi altresì i motivi aggiunti (allo stato non previsti e prevedibili).

Sono escluse consulenze su questioni personali e individuali a cui lo studio risponderà a titolo gratuito nelle riunioni pubbliche e online che periodicamente si tengono tramite le strutture associative di riferimento. Il cliente per tenersi aggiornato è tenuto a consultare il sito internet dello studio www.avvocatomichelebonetti.it. Difatti lo studio comunicherà mediante l’inoltro di informazioni a mezzo e-mail sulla situazione generale del contenzioso non rispondendo, in linea di massima, a richieste individuali, personali o specifiche che esulano dal ricorso collettivo.

La quota di euro 90,00 omnicomprensiva è scollegata da ogni forma di iscrizione ad associazioni e sindacati, trattandosi di un’adesione diretta con lo studio legale.

Per ogni chiarimento sulla fase transitoria del FIT consultate le nostre FAQ al link http://www.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1772-faq-sulla-fase-transitoria-del-fit

Al fine di visionare le regole del bando si rimettono in allegato gli atti ministeriali pubblicati in G.U. in data 9 e 16 febbraio 2018 nonchè il modello di domanda cartacea predisposto dallo studio.

 

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Precari della scuola Mon, 26 Mar 2018 14:38:44 +0000
INCONTRO NAZIONALE ADIDA SABATO 4 MARZO 2017 A FIRENZE http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1550-incontro-nazionale-adida-sabato-4-marzo-2017-a-firenze http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1550-incontro-nazionale-adida-sabato-4-marzo-2017-a-firenze INCONTRO NAZIONALE ADIDA SABATO 4 MARZO 2017 A FIRENZE

Sabato 4 marzo alle ore 15:00, presso il Palazzo degli Affari di Firenze in piazza Adua n. 1 (Fiera), si terrà l’incontro nazionale organizzato dall’Associazione ADIDA che tratterà di <>.

All’incontro interverranno la Senatrice Alessia Petraglia, l’Avv. Michele Bonetti e la coordinatrice nazionale MIDA, Rosa Sigillò.

L’Avv. Bonetti sarà disponibile a rispondere a tutte le domande dei ricorrenti a partire dalle ultime novità sulla vicenda degli insegnanti in possesso di diploma di maturità magistrale inseriti in GAE fino alle nuove iniziative per gli idonei al concorso docenti del 2016 e quanto altro Vi occorrerà.

Rimanendo a Vostra disposizione.

Vi aspettiamo numerosi.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Fri, 03 Mar 2017 18:29:31 +0000
Concorsone 2012 e soglia 35 punti: il CDS mette il sigillo respingendo l'appello del MIUR http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1534-concorso-docenti-2012-il-consiglio-di-stato-ribadisce-l-irragionevolezza-della-soglia-dei-35-punti-imposta-per-il-superamento-della-prova-preselettiva http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1534-concorso-docenti-2012-il-consiglio-di-stato-ribadisce-l-irragionevolezza-della-soglia-dei-35-punti-imposta-per-il-superamento-della-prova-preselettiva Concorsone 2012 e soglia 35 punti: il CDS mette il sigillo respingendo l'appello del MIUR

Il Consiglio di Stato ha respinto l'appello del MIUR e messo la parola fine ad uno dei contenziosi più delicati del concorso docenti 2012.

Il TAR del Lazio aveva accolto, sin dalla fase cautelare, il ricorso patrocinato dagli Avv.ti Michele Bonetti e Santi Delia con il quale si contestava la soglia di 35 punti troppo elevata per un concorso pubblico di tal fatta, soglia che disattendeva ogni normativa. I primi giudici avevano “accolto con riferimento ai ricorrenti che dopo l’ammissione con riserva hanno partecipato con esito favorevole alle prove e sono stati inseriti nella graduatoria finale […] ed ordina lo scioglimento della riserva con la quale essi sono stati inseriti nella graduatoria stessa”.

Nonostante ciò e nonostante altre nostre sentenze fossero passate in giudicato dichiarando, definitivamente, l'illegittimità della soglia, il MIUR proponeva appello. Con alcune ordinanze resa nel mese di maggio 2016 il Consiglio di Stato aveva gettato, letteralmente, nel panico gli ammessi grazie a quei ricorsi sospendendo le sentenze a loro favorevoli e mettendo in discussione i ruoli frattanto ottenuti.

Con la decisione di ieri, tuttavia, il Consiglio di Stato, accogliendo la nostra tesi, ha definitivamente fatto chiarezza sulla vicenda evidenziando come l'avvenuto annullamento della soglia a seguito di altre azioni ormai passate in giudicato elimina la possibilità per il MIUR di continuare oggi a proseguire su tale contestazione.

Secondo i giudici della Sesta Sezione, infatti, "la clausola del bando, oggetto di impugnazione, è stata già annullata dal Tribunale amministrativo con sentenze, diverse da quella in esame, passate in giudicato (tra le altre, sentenze 11 gennaio 2014, n. 326; 14 luglio 2015, n. 9427; 14 luglio 2015, n. 9425).

L’annullamento di un atto amministrativo generale, nella parte in cui ha un contenuto inscindibile, produce effetti erga omnes. Si tratta, infatti, di «atto sostanzialmente e strutturalmente unitario, il quale non può sussistere per taluni e non esistere per altri» (Cons. Stato, sez. VI, 1 aprile 2016, n. 1289).

L’appello deve, pertanto, essere rigettato, con conferma della sentenza impugnata.
Un’altra importante vittoria che arriva a fare giustizia sulle tante, troppe irregolarità legali e procedurali riscontrate nel c.d. concorsone.
Una sentenza di merito che sancisce l’illegittimità di un concorso pieno di irregolarità in tutte le sue prove” commentano gli Avvocati Santi Delia e Michele Bonetti, “l’amministrazione già annuncia nuovi concorsi senza prendersi carico delle posizioni pendenti che, ancora una volta, sono devolute solo alla magistratura”.

Vai alla sentenza

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Tue, 20 Dec 2016 15:04:45 +0000
DIECIMILA INSEGNANTI ADIDA & MIDA NELLE GAE http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1494-diecimila-insegnanti-adida-mida-nelle-gae http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1494-diecimila-insegnanti-adida-mida-nelle-gae DIECIMILA INSEGNANTI ADIDA & MIDA NELLE GAE

Carissime e Carissimi tutti,

in questi giorni avete appreso le notizie dei nostri 10.000 accoglimenti (http://www.avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1493-10-000-insegnanti-precari-potranno-stipulare-contratti-a-tempo-indeterminato-e-determinato)
sui ricorsi per gli insegnati TFA, PAS e diplomati magistrali.

Per la prima volta il TAR del Lazio accoglie il ricorso sui PAS (percorsi abilitanti speciali) e per le associazioni ADIDA, MIDA e tutti noi rappresenta un primo grande successo. Abbiamo già la notizia formale di tali accoglimenti; è stato, di fatto, notificato il biglietto di cancelleria con la notizia dell’accoglimento, ma alcuni di tali provvedimenti non sono stati ancora pubblicati.

Abbiamo già iniziato a inoltrarVi tutte le mail con le notizie degli accoglimenti ma stiamo attendendo per i procedimenti ove ancora non vi è la pubblicazione del provvedimento con la relativa motivazione.
Pertanto coloro che non hanno ricevuto le mails devono solamente attendere qualche giorno. Chiediamo a tutti la massima comprensione anche per il gran lavoro a cui siamo sottoposti e a cui è sottoposto anche il Tar e, pertanto, Vi preghiamo di contattarci per alcuni giorni solamente per i casi più gravi.

Nei primi provvedimenti abbiamo richiesto (e tale richiesta è stata accolta rispetto al passato) di specificare sin da ora la possibilità di assumerVi con contratti a tempo determinato e indeterminato; pertanto non Vi dovrebbe essere la necessità di inoltrare altri giudizi per la fase di ottemperanza dei provvedimenti, così come lo sarà per altri che hanno avuto in precedenza tali provvedimenti senza la detta specificazione da parte del TAR. Difatti al di là di quanto erroneamente viene spesso affermato in questi giorni l’Amministrazione e gli Uffici Scolastici non recepiscono immediatamente i provvedimenti dell’Autortà giudiziaria e dunque vi saranno delle tempistiche, delle casistiche, delle problematiche di punteggio etc variabili per ognuno di Voi. Ad ogni modo, abbiamo già inoltrato sui provvedimenti pubblicati, che costituiscono la stragrande maggioranza dei 10.000 ricorrenti, le diffide al MIUR e agli Uffici Scolastici per ottemperare immediatamente considerando che le assunzioni sono in corso.

Chi di Voi ha già ricevuto il provvedimento può recarsi presso l’Ufficio Scolastico di competenza inoltrato nella domanda e comunicatoci nel form, e non variabile a questo punto, stampando il decreto dal link di giustizia amministrativa che Vi abbiamo inoltrato e che gli Uffici hanno già ricevuto con formale pec con ricevuta di spedizione e ritorno.

Per tutti coloro che richiedono il numero del decreto questo sarà indicato in alto a destra del provvedimento che Vi rimetteremo e sotto lo stesso rinverrete il numero di ruolo.

Differentemente da altri e soprattutto sulle categorie dei nuovi accoglimenti PAS e TFA invito tutti alla prudenza in quanto trattasi di ammissioni con riserva da confermarsi alle prossime udienze che si terranno in sede collegiale dal 6 ottobre fino a metà dicembre.

Tuttavia il provvedimento ha efficacia esecutiva e dobbiamo insistere per la sua esecuzione con tutti i mezzi a nostra disposizione e nella consapevolezza della sua provvisorietà ma anche per la circostanza che il nostro inserimento renderà più difficile il ribaltamento delle posizioni processuali. Anche alla prossima udienza che, ripeto, si terrà nel periodo compreso tra il 6 ottobre e metà dicembre e che vi verrà comunicata, in caso di esito positivo ci sarà un provvedimento di conferma dell’ammissione, ma sempre con riserva e in attesa della sentenza definitiva. Insomma il nostro cammino tra appelli e controricorsi è appena cominciato e si può vincere solo con l’unione tra noi e una sinergia delle forze in campo e con l'aiuto che offrono l’Adida e Mida, associazioni che da sempre, nonostante tanti ostacoli, tutelano i Vostri interessi.


Vi chiedo pertanto la massima collaborazione in questi giorni e di consentirci di proseguire a lavorare con Voi e per Voi, attendendo nostre notizie.

Per i ricorsi ancora non delibati tra cui Scienze della Formazione trattasi di una scelta obbligata, considerando il notorio orientamento negativo del TAR in subiecta materia che non ritiene neanche di avere la giurisdizione, pertanto siamo partiti da altre categorie cercando di creare il precedente. In ogni caso tutti gli altri ricorsi SFP, Depennati e Congelati sono stati notificati e depositati e ad horas saranno delibati.

Grazie a tutti Voi per l’onore che ci date nel rappresentarVi e difenderVi.

Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni circostanza, ma mai in ogni circostanza e in ogni epoca si potrà avere la libertà senza la lotta.

Sempre dalla Vostra parte,

Michele Bonetti, Avvocato.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Fri, 23 Sep 2016 09:51:15 +0000
Convegno Adida e Mida precari: possibili soluzioni per i docenti precari http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1484-convegno-adida-e-mida-precari-possibili-soluzioni-per-i-docenti-precari http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1484-convegno-adida-e-mida-precari-possibili-soluzioni-per-i-docenti-precari Convegno Adida e Mida precari: possibili soluzioni per i docenti precari

Carissimi,

in data 10 settembre si terrà, presso la sala della Protomoteca Capitolina, il convegno “Adida e Mida precari: possibili soluzioni per i docenti precari”, al quale Vi invito a partecipare.

L'apertura del convegno sarà alle ore 14:00 e Vi parteciperanno politici e graditi ospiti da sempre particolarmente sensibili e vicini alle problematiche della scuola italiana.

Io sarò presente per le 18:30 per discutere delle recenti vicende dei nuovi ricorsi per i diplomati magistrali, delle ottemperanze etc.

Al termine del convegno vi sarà una riunione sulle problematiche dei punteggi assegnati dall’USR a seguito delle immissioni in GAE, con particolare riferimento all’Ufficio scolastico del Lazio.

In quella sede sarò a disposizione per tutte le Vostre domande sui ricorsi pendenti.

I miei migliori saluti

Avv. Michele Bonetti

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Tue, 06 Sep 2016 11:16:05 +0000
CONVEGNO A PALERMO IL 25 AGOSTO 2016 ALLE ORE 15:00 INSIEME ALL'ADIDA E IL MIDA. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1477-convegno-a-palermo-il-25-agosto-2016-alle-ore-15-00-insieme-all-adida-e-il-mida http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1477-convegno-a-palermo-il-25-agosto-2016-alle-ore-15-00-insieme-all-adida-e-il-mida CONVEGNO A PALERMO IL 25 AGOSTO 2016 ALLE ORE 15:00 INSIEME ALL'ADIDA E IL MIDA.

Carissimi,

Vi informo che Giovedì 25 agosto 2016, sarò a Palermo alle ore 15:00, presso l’incantevole Villa Niscemi sita in Piazza dei Quartieri n. 2.  Ci sarà un convegno organizzato insieme all'Adida e il Mida per parlare di diritti, lavoro, equità, formazione, test, specializzazioni e ricorsi, per tutti i ricorrenti e non solo.

Vi invito, qualora siate nelle vicinanze e compatibilmente con i Vostri impegni, considerando anche l'importanza e l'attualità degli argomenti che tratteremo, a partecipare.

Sarò disponibile per diverse ore a rispondere a tutte le Vostre domande e saranno trattati tutti gli aspetti legati ai ricorsi avviati e da avviare.

Vi aspetto numerosi.

Avv. Michele Bonetti.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Mon, 22 Aug 2016 08:50:06 +0000