Precari della scuola

Come noto il 15 novembre 2017 il Consiglio di Stato si riunirà in sede di Adunanza Plenaria per affrontare la vicenda dei cosiddetti Diplomati Magistrali. Trattasi questa della data d'udienza, eventualmente poi, l’Ecc.mo Consiglio depositerà il provvedimento motivato qualora tratterrà in decisione la causa. Auspichiamo che, in detto provvedimento, si risolvano positivamente le problematiche dei diversi gruppi di ricorrenti, confermando il valore abilitante del titolo, ormai riconosciuto con Decreto Ministeriale a seguito del parere del Consiglio di Stato, reso in sede di ricorso straordinario su ricorso patrocinato dagli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia. L'Adunanza Plenaria dovrebbe risolvere in modo…
Lunedì, 11 Settembre 2017 17:40

SABATO 16 SETTEMBRE 2017 CONGRESSO MIDA

Scritto da
Pubblicato in Precari della scuola
Sabato 16 settembre 2017 si terrà a Roma il congresso del Mida che ci metterà a disposizione una sala per un punto sui ricorsi pendenti e prossimi. Sarà l'occasione per rispondere a tutte le Vostre domande, considerando le plurime incertezze e illegittimità dell'Amministrazione rispetto alle Vostre istanze. I ricorsi G.I. e G.A.E. sono stati quasi tutti redatti e inoltrati; da martedì inizieremo a comunicare le prime iscrizioni a ruolo partendo dalla categoria dei cosiddetti I.T.P. a cui raccomandiamo di presenziare per le varie problematiche che si stanno verificando e a cui riteniamo più opportuno e nel vostro interesse rispondere de…
Mercoledì, 16 Agosto 2017 09:03

RIUNIONE PER GLI INSEGNANTI AFAM

Pubblicato in Precari della scuola
Venerdì 8 settembre a partire dalle ore 18:00 si terrà una riunione online per fornire istruzioni logistiche a tutti gli insegnanti in possesso di titolo AFAM che hanno ottenuto il decreto cautelare da parte del TAR. Per prendervi parte seguite le istruzioni al link https://sites.google.com/site/vocedeigiusti/home/comunicati/ricorsoafam-assembleaonlineavvbonettilvg
Rumors sempre più insistenti ed accreditati confermano che sarebbe ormai davvero imminente. Il Regolamento circolato in ambienti sindacali ed associativi conferma, nonostante il precedente contenzioso, l'esclusione dalla partecipazione dei docenti non di ruolo e con meno di 5 anni di servizio. In tal senso appare censurabile la scelta del MIUR di imporre persino il superamento dell'anno di prova. Al precedente concorso, secondo il T.A.R., peraltro potevano partecipare anche i soggetti precari con almeno 5 anni di servizio ragion per cui appare illegitittimo riproporre nuovamente tali clausole limitative. Ciò a maggior ragione dopo che la Cassazione, con le note sentenze pilota…
I docenti in possesso di diploma ITP sono abilitati e in quanto tali devono essere inseriti nella II fascia delle graduatorie di circolo e d’istituto. A dirlo è il M.I.U.R. che, a seguito di una nota dell’Avvocatura Generale dello Stato, ha diramato una comunicazione a tutti gli Uffici Scolastici Regionali, Provinciali e a tutte le Scuole, al fine di provvedere in tal senso e “garantire un ordinato avvio dell’anno scolastico”. Tutti gli insegnanti tecnico pratici che hanno avviato un ricorso per l’impugnazione del D.M. di aggiornamento delle G.I., dunque, dovrebbero vedersi riesaminare le proprio posizioni in graduatoria ed inserire in…
Mercoledì, 16 Agosto 2017 17:10

Consiglio di Stato: chi ha diritto alle GAE?

Pubblicato in Precari della scuola
Il Consiglio di Stato, in pieno periodo feriale e nell'ambito di una procedura d'urgenza ha trovato il modo di ribadire quanto già indicato in passato: le uniche due categorie che hanno diritto all'ammissione in G.A.E. sono i diplomati magistrale (anche linguistici) e i depennati. Come avevamo sottolineato nell'ambito del commento alle nostre recenti vittorie, nel merito, su Scienze della Formazione primaria, queste indicazioni del Consiglio di Stato vengono emesse nell'ambito di una fase cautelare e urgente e non approfondita e tipica della fase di merito. Ciò vuol dire che, all'esito di un processo più approfondito ben potrebbero mutare ad esempio dopo…
Un processo innanzi al Tribunale di Messina spiega la cabala delle assegnazioni. Ecco perchè le mobilità 2016 e 2017 tutto premiano fuorchè il merito. Come molti docenti hanno avuto – purtroppo - modo di sperimentare, il recente piano di mobilità varato dal MIUR non è stato in grado di applicare correttamente il criterio di assegnazione alle sedi di preferenza sulla base del punteggio, così come previsto dal CCNI: “l’ordine in cui vengono esaminate le richieste è dato dal più alto punteggio”. Numerosi, infatti, sono stati i casi in cui gli insegnanti si sono visti sopravanzare da altri colleghi assegnati a sedi…

Visite oggi 1586

Visite Globali 2112543