Visualizza articoli per tag: Test d'Ingresso http://avvocatomichelebonetti.it Tue, 11 Aug 2020 13:26:34 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it MEDICINA E ODONTOIATRIA: ECCO LA NOSTRA POSIZIONE SUI RICORSI http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/1365-medicina-e-odontoiatria-ecco-la-nostra-posizione-sui-ricorsi http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/1365-medicina-e-odontoiatria-ecco-la-nostra-posizione-sui-ricorsi MEDICINA E ODONTOIATRIA: ECCO LA NOSTRA POSIZIONE SUI RICORSI

Carissimi,
Vi informo che molti ricorsi pilota per medicina ed odontoiatria sono già partiti e che sino alla data del 20 ottobre 2015 sarà possibile aderire a tali azioni.
Nell’ottica della massima trasparenza, sento il dovere di riportarVi che le condizioni dei ricorsi collettivi (tutti i ricorsi collettivi da mini gruppi a gruppi più grandi) sono più deboli e diverse da quelle dei ricorsi dello scorso anno.
Quanto detto Vi è stato riportato più volte e rappresenta sicuramente una posizione particolarmente scomoda per tutti gli addetti ai lavori, dopo la nota vicenda delle nostre ottomila ammissioni in sovrannumero.
Per noi è una battaglia culturale che l’UDU conduce da anni e che ha portato lentamente e progressivamente a grandi successi che temiamo possano essere vanificati da campagne pubblicitarie aggressive.
L’UDU inizia un breve ciclo di riunioni; cercheremo di esporVi la nostra posizione in maniera trasparente e sobria, senza alcuna spettacolarizzazione.
Il consiglio giuridico dell’avvocato dell’UDU è di attendere l’esito dei ricorsi pilota, poiché in caso di accoglimento non esiteremo a inoltrare un maxi ricorso nazionale che, la storia insegna, come in diverse occasioni sia stato anche più efficace rispetto ai ricorsi individuali.
Tuttavia, come avvocato di un grande sindacato studentesco non posso esimermi dal dare un servizio a chi, ben informato dell’alea processuale, lo richiede comunque. Del resto non è neanche escluso che vi sarà una giurisprudenza a macchia di leopardo sul territorio nazionale, ma non posso sottrarmi dal commentare in anticipo che, qualora la campagna si concluda ad esempio con l’ingresso di un soggetto su tre, magari con i punteggi più alti per diverse domande errate nei ricorsi di natura individuale, si tratterà di un grave insuccesso che ci catapulterà indietro di anni e anni.
Il senso del nostro agire, apparentemente difficile da comprendere, ma che è la base che ci ha portato a partire per “ultimi”, è che non è nostra intenzione svilire una grande campagna politico – culturale - giudiziaria. Tuttavia, come in ogni giudizio, Vi è sempre un’alea processuale e, dunque, partirò da piccoli gruppi per sedi al costo di euro 300,00 omnicomprensivi (sono inclusi il contributo unificato, i pubblici proclami, la fase cautelare e tutto il giudizio di primo grado). Chi avesse un reddito ISEE inferiore ad euro 15.000,00 godrà di un’esenzione totale e non pagherà nulla.
Gli incarichi dei ricorsi pilota saranno accettati sino alla data del 20 ottobre 2015. Contestualmente sarà possibile aderire a ricorsi individualizzati sempre “pilota” dove verranno censurate le domande errate del test. Le predette perplessità sono estendibili al ricorso individuale, che consiglio non solo esclusivamente a chi ne ha l’opportunità, ma a coloro che hanno punteggi alti dai 25/26 punti in su.
Concludendo, Vi attendo alle prossime riunioni, dove non raccoglierò segnalazioni di telefonini che squillano, e che a mio avviso non sono idonee a determinare l’accesso soprannumerario, ma dove riporterò una trasparente informativa.
Ricordo che per ricorrere ed eventualmente aderire al maxi ricorso ci sono 60 giorni per adire il TAR e 120 giorni per il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica. Tale termine comincia a decorrere dalla data di pubblicazione della graduatoria del 7 ottobre (per i punteggi sotto il 20, invece, si deve prendere in considerazione la prima graduatoria pubblicata il 2 ottobre).
Detto questo, il nostro impegno morale è lottare dinanzi alle competenti sedi con tutte le forze e sino all’ultimo frammento di cuore per la tutela dei Vostri diritti.
Vi prego altresì di leggere la posizione del sindacato studentesco al seguente link http://www.unionedegliuniversitari.it/aggiornamenti-e-informazioni-sui-ricorsi-contro-il-numero-chiuso/
Sempre grazie, Michele Bonetti, Avvocato

 

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Numero chiuso Mon, 19 Oct 2015 07:53:16 +0000
MEDICINA GENERALE-ENTRANO AL CONSIGLIO DI STATO I NOSTRI RICORRENTI NELLE REGIONI EMILIA ROMAGNA E PIEMONTE. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1205-medicina-generale-entrano-al-consiglio-di-stato-i-nostri-ricorrenti-nelle-regioni-emilia-romagna-e-piemonte http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/1205-medicina-generale-entrano-al-consiglio-di-stato-i-nostri-ricorrenti-nelle-regioni-emilia-romagna-e-piemonte MEDICINA GENERALE-ENTRANO AL CONSIGLIO DI STATO I NOSTRI RICORRENTI NELLE REGIONI EMILIA ROMAGNA E PIEMONTE.

Il Consiglio di Stato ha appena accolto, in via monocratica, i ricorsi dei nostri ricorrenti dell’Emilia Romagna e del Piemonte.

La Riforma della graduatoria nazionale all’interno dei concorsi pubblici italiani, piaccia o non piaccia, è frutto della nostra rimessione degli atti alla Corte Costituzionale sulla legittimità delle graduatorie locali ( http://www.avvocatomichelebonetti.it/index.php/campagne/numero-chiuso/item/348-andiamo-alla-corte-costituzionale-un-traguardo-importante-e-decisivo-per-la-lotta-contro-il-%E2%80%9Cnumero-chiuso%E2%80%9D ).

Seguendo gli stessi principi che hanno portato i nostri contenziosi del 2007 alla Corte Costituzionale, abbiamo censurato le graduatorie locali di medicina generale chiedendo l’ingresso sovrannumerario di tutti coloro che hanno un punteggio astrattamente idoneo al collocamento in posizione utile presso un’altra graduatoria.

Seguendo i nostri vecchi principi in tema di numero chiuso, i nostri ricorrenti del Piemonte e dell’Emilia Romagna potranno formarsi nella loro Regione.

]]>
elvira.ricottadamo@gmail.com (Elvira Ricotta Adamo) News Wed, 29 Apr 2015 10:18:19 +0000
UN PUNTO A 360° SUI RICORSI http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/1145-un-punto-a-360-su-ricorsi http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/1145-un-punto-a-360-su-ricorsi UN PUNTO A 360° SUI RICORSI

Intervista all'Avvocato Michele Bonetti a “tutto campo” su Controcampus e panoramica a 360° sui ricorsi.

http://www.controcampus.it/2015/03/test-medicina-e-professioni-sanitarie-2015-ultime-news-date-e-ricorsi/

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Numero chiuso Sun, 08 Mar 2015 18:50:59 +0000
Per smontare il numero chiuso si parte da un test in sicurezza/app per smartphone e guida al test sicuro http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/749-per-smontare-il-numero-chiuso-si-parte-da-un-test-in-sicurezza-app-per-smartphone-e-guida-al-test-sicuro http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/749-per-smontare-il-numero-chiuso-si-parte-da-un-test-in-sicurezza-app-per-smartphone-e-guida-al-test-sicuro Per smontare il numero chiuso si parte da un test in sicurezza/app per smartphone e guida al test sicuro

Anche quest’anno l’Unione degli Universitari e la Rete degli Studenti Medi saranno davanti tutte le università d’Italia accanto alle migliaia di studentesse e studenti che tenteranno la lotteria dei test d’ingresso, una lotteria frutto di un sistema d’accesso iniquo che da anni denunciamo.
A partire dall’8 aprile, giorno in cui si terrà il test per l’accesso a Medicina e Odontoiatria, il 9 aprile e il 10 Aprile quando si svolgeranno i test di Veterinaria e Architettura, ci troverete in ogni università d’Italia a tutela degli studenti contro le ingiustizie dei test.
Quest’anno, per un test in sicurezza, oltre a distribuire la nostra guida in cui viene spiegato nel dettaglio cosa deve accadere e cosa non deve accadere in aula, in modo da prevenire e contrastare qualsiasi ingiustizia si verifichi, UDU e Rete Studenti lanciano un’APP per smartphone con la quale, oltre a trovare la guida in formato web, è possibile inviare subito le segnalazioni di eventuali comportamenti sospetti, che alterino il corretto svolgimento delle prove.

Gianluca Scuccimarra, Coordinatore nazionale dell’Unione degli Universitari: “Per smontare il numero chiuso è necessario smontare la lotteria dei test d’ingresso che da anni danneggia migliaia di studentesse e studenti. La nostra guida al test sicuro e l’APP per smartphone ad essa collegata sono due strumenti importanti affinché gli studenti possano tutelarsi e riconoscere i comportamenti illegali durante lo svolgimento del test, segnalandoceli immediatamente.
L’ideazione di un’APP per smartphone ha come scopo principale quello di riuscire ad essere più capillari possibile, in modo da rendere il test più sicuro e quindi avere la possibilità di ricorrere a qualsiasi comportamento scorretto si verifichi durante la prova”

Alberto Irone, Portavoce nazionale Rete degli Studenti Medi: “Partendo dalle 100 assemblee organizzate nelle scuole e nelle università di tutta Italia per smontare culturalmente il numero chiuso, l’8 aprile saremo accanto a tutti gli studenti che tenteranno il test. Anticipare il test ad aprile è ingiusto perché nelle scuole i programmi ministeriali non saranno conclusi. Così, paradossalmente, la scuola dell’obbligo non dà gli strumenti per superare un concorso pubblico. Inoltre tantissimi studenti si sono concentrati più nello studio finalizzato al test piuttosto che al superamento dell’esame della maturità. Le molteplici iniquità che ogni anno questo sistema d’accesso causa devono finire: saremo accanto agli studenti, durante e dopo il test, contro qualsiasi tipo di ingiustizia per smontare il numero chiuso e garantire il libero accesso.”

Conclude Scuccimarra “L’APP test sicuro 2014 e la guida sono due strumenti il cui scopo è tutelare gli studenti dalle ingiustizie che si verificano durante i test. Anche quest’anno, infatti, in base alle segnalazioni che ci perverranno, ricorreremo contro qualsiasi situazione sospetta. Abbiamo già impugnato il decreto di indizione dei test, durante le prove ci troverete in tutti gli atenei italiani accanto alle migliaia di studentesse e studenti per un test sicuro contro qualsiasi tipo di ingiustizia : con i nostri ricorsi in questi anni abbiamo messo in crisi l’attuale sistema d’accesso e non ci fermeremo nemmeno quest’anno perché è ora di smontare e superare il numero chiuso, definitivamente.”

Qui trovi il link per scaricare l’app

Consulta “Test Ingresso Sicuro 2014″ - https://play.google.com/store/apps/details?id=org.numerochiuso

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Numero chiuso Mon, 07 Apr 2014 18:08:51 +0000
Scienze della Formazione: una battaglia dell’UDU e dello Studio Legale Avv. Michele Bonetti & Partners contro tutte le soglie di sbarramento ai test d’ingresso http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/741-scienze-della-formazione-una-battaglia-dell%E2%80%99udu-e-dello-studio-legale-avv-michele-bonetti-partners-contro-tutte-le-soglie-di-sbarramento-ai-test-d%E2%80%99ingresso http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/741-scienze-della-formazione-una-battaglia-dell%E2%80%99udu-e-dello-studio-legale-avv-michele-bonetti-partners-contro-tutte-le-soglie-di-sbarramento-ai-test-d%E2%80%99ingresso Scienze della Formazione: una battaglia dell’UDU e dello Studio Legale Avv. Michele Bonetti & Partners contro tutte le soglie di sbarramento ai test d’ingresso

Le vittorie dell’UDU contro le soglie di sbarramento nei test proseguono.
Iniziò tutto con la soglia di 20 punti per gli extracomunitari (http://www.repubblica.it/scuola/2012/01/15/news/studenti_extracomunitari_riammessi-28151959/), tale soglia fu poi applicata ai comunitari ed infine per il corso di laurea di scienze della formazione primaria, per il quale fu stabilito uno sbarramento altissimo di 63 punti su 80.
La conseguenza è che molti corsi chiudono o, nella migliore delle ipotesi, rimangono dei posti vacanti a danno dell’erario e delle già esigue finanze pubbliche universitarie.
“Una soglia di 63 punti” riferiscono dallo Studio Legale Avv. Michele Bonetti & Partners “può far diventare l’accesso programmato un vero e proprio numero chiuso, in cui astrattamente nessuno può collocarsi in posizione utile; per questo motivo anche quest’anno l’UDU ha proposto due ricorsi collettivi per la Calabria e per Perugia, ottenendo accoglimenti per tutti i suoi ricorsi per tutte le posizioni”.
A titolo esemplificativo si allega uno dei provvedimenti favorevoli avverso l’Università degli studi della Calabria.

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Numero chiuso Fri, 21 Mar 2014 14:59:18 +0000
Pubblicate le graduatorie con bonus maturità, ancora tantissime discriminazioni: continuiamo con i ricorsi contro il numero chiuso! http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/690-pubblicate-le-graduatorie-con-bonus-maturit%C3%A0-ancora-tantissime-discriminazioni-continuiamo-con-i-ricorsi-contro-il-numero-chiuso http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/690-pubblicate-le-graduatorie-con-bonus-maturit%C3%A0-ancora-tantissime-discriminazioni-continuiamo-con-i-ricorsi-contro-il-numero-chiuso Pubblicate le graduatorie con bonus maturità, ancora tantissime discriminazioni: continuiamo con i ricorsi contro il numero chiuso!

Questa mattina sono state pubblicate le graduatorie comprensive del bonus per l’ammissione ai corsi a numero chiuso.

Come avevamo denunciato l’ammissione in sovrannumero determinata dal DL scuola che oggi si è concretizzata, di fatto, è un palliativo estremamente parziale che comunque risolve solo una piccola parte dei problemi derivanti dal bonus maturità.

Il problema dell’accesso, però, deve trovare una soluzione diversa e definitiva che garantisca gli studenti nella scelta del loro percorso di studi.

Per questo l’UDU continua la propria battaglia contro i test e il numero chiuso: per dimostrare quanto questo sistema danneggi migliaia di studenti e studentesse che ogni anno tentano, come alla lotteria, di entrare nel corso di studi da loro scelto.

Gianluca Scuccimarra Coordinatore Unione degli Universitari “Con la pubblicazione delle nuove graduatorie è possibile vedere come la soluzione trovata con il DL scuola sia fortemente limitata: poco più di 2.000 nuovi studenti sono ammessi in sovrannumero a fronte degli 80.000 rimasti fuori dopo la prima graduatoria! Per capire la parzialità di questo provvedimento e le ulteriori discriminazioni che pone in essere, basta vedere che, con la graduatoria pubblicata oggi, entrano solo studenti con bonus che hanno un punteggio maggiore o uguale a 43,40, addirittura 5 punti in più rispetto a coloro che sono rientrati nella prima graduatoria senza bonus!”

Conclude Scuccimarra ” Queste graduatorie sono la riprova delle ulteriori disparità che si sono venute a creare con le soluzioni spot messe in campo: ancora una volta migliaia sono gli studenti danneggiati dai test d’ingresso. Continueremo con i nostri ricorsi per tutelare, non una effimera parte, ma tutti gli studenti. Da chi ha provato il test sapendo di avere il bonus maturità (poi tolto) e che oggi non rientra in sovrannumero, chi il test l’ha sostenuto tentando il tutto per tutto convinto di essere penalizzato dal non avere punti in più, fino a chi il test non l’ha nemmeno provato poiché non beneficiava del bonus! Le vittorie ottenute negli anni e in questi giorni con i nostri ricorsi sono la dimostrazione di quanto il sistema del numero chiuso sia discriminante ma sopratutto lesivo della libertà di scelta del percorso di studio per migliaia di studenti e studentesse ogni anno. Continueremo con i ricorsi, ma sopratutto, a denunciare un sistema che danneggia tutti, anche il Paese!”

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Numero chiuso Thu, 19 Dec 2013 16:49:08 +0000
CAMPUS BIO-MEDICO: IRREGOLARITA’ NELLA GESTIONE DEI TEST http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/577-campus-bio-medico-irregolarita%E2%80%99-nella-gestione-dei-test http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/577-campus-bio-medico-irregolarita%E2%80%99-nella-gestione-dei-test CAMPUS BIO-MEDICO: IRREGOLARITA’ NELLA GESTIONE DEI TEST

Sono pervenuti in questi giorni diverse segnalazioni su irregolarità nella gestione del test d’ingresso nel Campus Bio-Medico. Ciò nonostante, nella giornata di martedì inizieranno gli orali per coloro che hanno passato il test d’ingresso. Il nostro Studio legale ritiene illegittimo e contra legem lo svolgimento di un esame orale in aggiunta a un test d’ingresso.

Il Tar del Lazio con provvedimento ha già ammesso con riserva (e sciolto tale riserva positivamente nel merito) un nostro candidato ammesso all’orale e poi bocciato. Invitiamo tutti coloro che passeranno il test ma non l’orale a segnalarci la loro posizione e ulteriori irregolarità nelle prove.

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Numero chiuso Mon, 29 Jul 2013 17:57:46 +0000
TEST D’INGRESSO: SE SEI UN EX AEQUO CON ALTRI O SE CI SONO ERRORI NELLA TUA GRIGLIA PUOI PASSARE IL TEST http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/574-test-d%E2%80%99ingresso-se-sei-un-ex-aequo-con-altri-o-se-ci-sono-errori-nella-tua-griglia-puoi-passare-il-test http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/numero-chiuso/574-test-d%E2%80%99ingresso-se-sei-un-ex-aequo-con-altri-o-se-ci-sono-errori-nella-tua-griglia-puoi-passare-il-test TEST D’INGRESSO: SE SEI UN EX AEQUO CON ALTRI O SE CI SONO ERRORI NELLA TUA GRIGLIA PUOI PASSARE IL TEST

Il Tar del Lazio con sentenza del 26 luglio 2013 ammette definitivamente una nostra ricorrente che aveva subito un errore nella correzione di una domanda, che aveva comportato la decurtazione di 0,25 punti.

Nel test vi era un annerimento della casella desumibile dalla forma grafica più marcata e che la riempiva del tutto rispetto alla forma usata per altre risposte.

Pertanto, in virtù dell’annerimento completo della casella si è riusciti a non computare la risposta con conseguente riattribuzione del punteggio di 0,25 inizialmente sottratto.

La vicenda trae origine da un procedimento giurisdizionale in cui si sosteneva che un candidato collocatosi in posizione ex aequo, ma con la laurea, doveva essere direttamente ammesso e non paragonato agli altri studenti.

Il Tar del Lazio nella prima fase cautelare respinse il ricorso ma la tenacia della ricorrente e dei suoi difensori ha fatto sì che il provvedimento, una volta impugnato, fosse riformato dinanzi al Consiglio di Stato sempre in fase cautelare e con ammissione in sovrannumero dell’istante.

Il Tar del Lazio, sez. III°, riaffrontando il ricorso in una fase non più sommaria ma di merito ha accolto il primo motivo sulla casella “mal” annerita e ha ritenuto assorbiti gli altri motivi.

In tal modo il Tribunale ha accolto il ricorso annullando il provvedimento impugnato in relazione al punteggio.

 

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Numero chiuso Mon, 29 Jul 2013 14:36:56 +0000