Pubblicato in Scuola
Un giovane studente di prima media viene bocciato in prima media. I genitori si sentono lesi, vanno da un avvocato che verificata la normativa, le circolari ministeriali e, soprattutto, i verbali della scuola decide di agire.Il TAR rigetta ritenendo che la motivazione del Consiglio di classe sia congrua. In appello, invece, al contrario, superando le ragioni della motivazione del Consiglio di classe adottato a maggioranza (e non unanime) si riscontra, documentalmente, che la normativa ministeria
Scritto da: Roberta Nardi
Pubblicato in Precari della scuola
Da anni sosteniamo che i docenti precari della scuola si siano abilitati “sul campo” in virtù della loro esperienza certificata e avallata dalla stessa politica ministeriale, che ha consentito loro di promuovere e di firmare verbali, atti e documenti pubblici; in poche parole queste persone sono state e sono un importante pezzo della scuola pubblica italiana. Le loro bocciature al termine di un percorso abilitante speciale (Pas) sono a nostro avviso contraddittorie e spesso non suffragate
Pubblicato in Contro le bocciature
Il Tar Lazio ha confermato il decreto cautelare emesso in favore di un giovanissimo studente non ammesso alla terza elementare.Il piccolo era stato bocciato nonostante avesse una situazione personale molto difficile, originata purtroppo dalla perdita della madre pochi anni orsono. Una condizione psicologica, quella del bambino, sicuramente problematica, certificata anche dal parere di alcuni psicoterapeuti professionisti, che la scuola stessa non ha saputo gestire, ma che, anzi, ha provveduto a
Scritto da: Roberta Nardi
Pubblicato in Contro le bocciature
Lo Studio legale Avvocato Michele Bonetti & Partners da anni presta assistenza legale per il sindacato studentesco Rete degli studenti medi. L’avvocato Michele Bonetti , specializzato nella materia dell’istruzione, ha inoltrato ed inoltrerà, anche per questo anno scolastico, ricorsi al Tar diretti ad impugnare la non ammissione all’anno successivo: alcuni vizi formali nella relazione del verbale di scrutinio, studenti con DSA a cui non hanno apportato uno specifico
Pubblicato in Contro le bocciature
Il ricorso è possibile e si può scendere nel merito della valutazione. Per il TAR del Lazio <<la assenza di una valutazione complessiva che designi le capacità effettive dello studente ad affrontare la classe superiore e la assoluta impossibilità per lo stesso di recuperare le insufficienze accusate in prima media nel corso degli studi della classe superiore, che avrebbe dovuto costituire oggetto di una motivata rilevazione dell’Organo esaminatore, mancant

Visite oggi 87

Visite Globali 2968158