Mercoledì, 21 Gennaio 2015 13:28

TFA II° CICLO – RICORSO PER OTTENERE L’INSERIMENTO IN SOPRANNUMERO DEGLI IDONEI NON VINCITORI

LA STORIA DEL CONTENZIOSO SUGLI IDONEI NON VINCITORI NEL T.F.A.

A.D.I.D.A. e i suoi legali, gli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, hanno dimostrato sul campo di essere i pionieri ed i primi sul Tirocinio Formativo Attivo.

Nel precedente ciclo di T.F.A. gli idonei rimasti non vincitori, non hanno potuto spendere in nessun modo tale idoneità. Per qualcuno, tuttavia, grazie alla via giudiziale da noi ideata, si ottenne l’ammissione.

Nel 2013 era stato proposto un caso-pilota presso un’università romana dove erano rimasti posti disponibili; il nostro ricorrente era rimasto escluso in un altro Ateneo pur avendo ottenuto un punteggio idoneo a superare la c.d. soglia d’ingresso.

Il Tar del Lazio ha ritenuto che <i concorsi per l’ammissione al TFA devono considerarsi “a numero chiuso” e, pertanto, il ricorso non appare manifestamente infondato avuto riguardo alle censure di violazione degli artt. 3,34 e 97 Cost, che sono stati ritenuti inficianti le norme regolatrici dell’ammissione al numero chiuso nelle altre Facoltà dove ciò è previsto per mancata previsione di una graduatoria nazionale, che all’allegato pregiudizio grave ed irreparabile è possibile ovviare disponendo l’ammissione con riserva del ricorrente a frequentare il TFA, classe A037 presso l’Università Europea di Roma, in cui risultano posti disponibili>.

Pertanto, il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio ritiene di “ovviare disponendo l’ammissione con riserva del ricorrente a frequentare il TFA”.

I principi portati avanti dagli avvocati di Adida e La Voce dei Giusti contro il numero chiuso sono stati, dunque, trasposti per il campo degli insegnanti.

CHI SONO I SOGGETTI OGGI LESI E CHI PUO’ AGIRE SULLA BASE DI TALI PRINCIPI.

Grazie a tali vittorie il MIUR ha riconosciuto le posizioni di merito raggiunte dagli idonei del I ciclo, consentendogli di essere ammessi quali “idonei in soprannumero” ("sono, altresì, ammessi in soprannumero […] coloro che sono risultati idonei ma non collocati in posizione utile ai fini della frequenza del I ciclo del TFA” (art. 3 comma 7 del Bando TFA II ciclo – DM 312 del 16 maggio 2014) o di ottenere la seconda abilitazione in ipotesi di precedente ammissione in più cdc ("sono, altresì, ammessi in soprannumero coloro che hanno superato l'intera procedura selettiva per più classi di abilitazione nel precedente ciclo TFA e che hanno optato per la frequenza di un solo corso di TFA”).

Il bando del II ciclo, invece, non offre tali garanzie anche agli attuali idonei.

Costoro, infatti, possono solo scegliere “due ulteriori Atenei, ubicati in altre Regioni”, al fine di colmare tutti i posti disponibili per le varie cdc in tutti gli atenei che abbiano attivato i tirocini nel presente anno. Ove però in quegli Atenei i posti siano colmi non si potrà beneficiare di eguale trattamento, per il III ciclo, e quindi non si potrà avere un’ammissione sovrannumeraria. L’idoneità quindi non avrà alcun valore

Modalità di adesione. Possono agire tutti gli idonei non vincitori che non verranno riassegnati in altri Atenei.

Si può agire tanto ove si otterrebbe l’ammissione in Atenei non indicati perché di altre Regione quanto per ottenere l’ammissione al III ciclo.

Il termine per ciascun ricorrente è quello di 60 giorni dalla pubblicazione dalle graduatoria degli atenei, da cui si evince l’idoneità.

Per partecipare al ricorso collettivo, tuttavia, l’adesione deve pervenire entro il 25 gennaio 2015.

Si valuteranno le adesioni successive per nuovi gruppi.

Contattateci a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per avere ulteriori informazioni.

Per aderire al ricorso è necessaria la somma di euro 500 compreso IVA e CPA da bonificare alle coordinate che si allegano.

Al fine della partecipazione al ricorso è necessario, altresì, compilare la scheda anagrafica e la procura in allegato e restituire il tutto mediante raccomandata a.r. da spedire a Avv.ti Michele Bonetti & Santi Delia, Via San Tommaso d’Aquino 47 - 00136 Roma avendo cura di anticipare la documentazione predetta a mezzo e-mail (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) o fax 0664564197.

Visite oggi 956

Visite Globali 2059117