Scuola http://avvocatomichelebonetti.it Tue, 23 Apr 2019 04:02:16 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it DIPLOMATI MAGISTRALE: ISTANZA - PROTOTIPO DA INOLTRARE AGLI UFFICI http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1929-diplomati-magistrale-istanza-prototipo-da-inoltrare-agli-uffici http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1929-diplomati-magistrale-istanza-prototipo-da-inoltrare-agli-uffici DIPLOMATI MAGISTRALE: ISTANZA - PROTOTIPO DA INOLTRARE AGLI UFFICI

Gentilissimi,

in merito ai problemi che ci state segnalando nelle ultime ore su POLIS - Istanze online in relazione alla schermata relativa alle G.A.E. e alla I fascia delle G.I., Vi rimettiamo un prototipo di istanza da adattare al Vostro caso specifico ed inoltrare presso le competenti sedi.

Ci riserviamo di apportare modifiche all'istanza anche a seguito di ulteriori delucidazioni che ci inoltrerete nei prossimi giorni.

Per maggiori delucidazioni di invitiamo alla riunione pubblica di Venerdì 19.04.2019 alle ore 15:30

Per il calendario completo delle riunioni cliccate qui

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Tue, 16 Apr 2019 17:52:03 +0000
DIPLOMA MAGISTRALE: SI DEVE RI-DECIDERE CHI DEVE DECIDERE. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1926-diploma-magistrale-si-deve-ri-decidere-chi-deve-decidere http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1926-diploma-magistrale-si-deve-ri-decidere-chi-deve-decidere DIPLOMA MAGISTRALE: SI DEVE RI-DECIDERE CHI DEVE DECIDERE.

Gli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, nonché l’Associazione ADIDA, in merito alla nota vicenda del diploma magistrale, comunicano che, nonostante la pronuncia da parte dell’Adunanza Plenaria, non ritengono processualmente chiusa la vicenda e hanno notificato e depositato in data 11.04.2019 un regolamento di giurisdizione.

Per gli Avvocati Bonetti e Delia le Sezioni Unite dovranno chiarire la corretta giurisdizione del Giudice Amministrativo sulla vicenda dell'impugnazione dei Decreti di aggiornamento delle G.A.E. da parte dei diplomati magistrale.
L’Adunanza Plenaria si pone in contrasto, difatti, con alcune pronunce sulla giurisdizione delle Sezioni Unite precedenti.
Difatti, durante la "prima Plenaria", il massimo organo del Consiglio di Stato rinviava più volte i procedimenti proprio in attesa della decisione sulla giurisdizione delle Sezioni Unite.
La riqualificazione, unitamente ad altre problematiche, degli atti impugnati da parte della "seconda Plenaria" fa si che sia necessario un ripensamento sul Giudice competente a decidere.
La scelta delle Sezioni Unite sulla qualificazione dei Decreti ministeriali di aggiornamento delle graduatorie, inaugurata all'esito di un ricorso preventivo di giurisdizione proposto nel lontano 2012 e confermata con diverse successive sentenze, difatti, sembra smentita dalla decisione delle Adunanze Plenarie del 2017 e 2019. Se così è, dunque, le stesse Sezioni Unite dovranno ripensare alla conferma o meno della giurisdizione in capo al G.A.
In poche e semplici parole, alla luce delle considerazioni della "seconda plenaria", sino ad oggi ha deciso un Giudice che non doveva decidere.


Al fine di meglio spiegare tale vicenda, nonché le ripercussioni sui contenziosi pendenti con il merito fissato o con meriti ancora da fissare di fronte al Giudice Amministrativo, invitiamo tutti i nostri assistiti alla prossima riunione che si terrà, presso i nostri studi legali di Roma e Messina.
Ecco il calendario delle riunioni nelle due sedi:
Roma - Via di San Tommaso d’Aquino,47, il giorno 13 aprile p.v. alle ore 15:00, ed alle prossime che si terranno nelle seguenti date : Venerdì 19.04.2019 alle ore 15:30; Lunedì 06.05.2019 alle ore 16:00; Sabato 18 maggio 2019 alle ore 15:00.
Messina - Via S. Agostino, 4 (Galleria Vittorio Emanuele), Sabato 13.04.2019 alle ore 10:00; Venerdì 19.04.2019 alle ore 15:30; Sabato 18 maggio 2019 alle ore 10:00.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Thu, 11 Apr 2019 16:11:03 +0000
Concorso Dirigenti scolastici: 6.500 bocciature alla prova scritta. Sono tutte legittime? http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/per-la-scuola-e-per-i-presidi/1925-concorso-dirigenti-scolastici-6-500-bocciature-alla-prova-scritta-sono-tutte-legittime http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/per-la-scuola-e-per-i-presidi/1925-concorso-dirigenti-scolastici-6-500-bocciature-alla-prova-scritta-sono-tutte-legittime Concorso Dirigenti scolastici: 6.500 bocciature alla prova scritta. Sono tutte legittime?

 

La domanda che tutti vi fate è proprio questa. E’ legittima la mia bocciatura? Impossibile dirlo, al momento.

Possiamo, però, sin da subito, affidarci alla nostra esperienza guardando al passato per cambiare il Vostro futuro concorsuale.

La strutturazione della prova (5 quesiti a risposta aperta sulle materie indicate nel bando e due quesiti in lingua straniera) è analoga a quella del concorso docenti 2016 (otto quesiti di cui sei a risposta aperta e due, nella lingua straniera scelta dal candidato, a risposta chiusa). In quei casi, per primi in Italia, siamo riusciti a far valere, con mirati ricorsi individuali, l’illegittimità di quelle valutazioni e l’ammissione, anche dirette, alle prove orali.
Nei prossimi giorni dedicheremo un articolo dettagliato a tutte le nostre vittorie. Qui un'anteprima del CONSIGLIO DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA. 

In tali casi, come leggerete, abbiamo contestato, vincendo, le modalità di correzione, il metro di valutazione, l’irragionevolezza di votazioni anormalmente basse rispetto al contenuto delle prove. Solo all’esito dell’accesso agli atti che sarà molto più ampio rispetto alla richiesta della Vs singola prova, inoltre, potremo avere contezza dell’esistenza di vizi tali da azionare giudizi collettivi. La complessa fase di accesso e di consulenza sull’esito della Vs prova, dunque, sarà incentrata all’individuazione di vizi specifici che siano anche riferibili alle nostre precedenti vittorie così da consentire una più veloce delibazione da parte del T.A.R.

Come aderire e costi dell'azione: 

Per aderire all'azione è sufficiente seguire le seguenti istruzioni entro il 30/4.

1)         COMPILARE IL FORM ON LINE DI ADESIONE ACCEDENDO A QUESTO LINK

2)         SCARICARE E COMPILARE LA DOCUMENTAZIONE DI ADESIONE CARTACEA ALLEGATA in calce:

           - n. 2 procure; 

           - scheda ricorrente; 

           - informativa azione; 

           - trattamento dati personali. 

3)         Bonificare la quota alle coordinate allegate in calce;

4)         Inviare la superiore documentazione e la ricevuta di bonifico via mail a info@avvocatomichelebonetti.it

5)         Inviare la medesima documentazione e la ricevuta di bonifico a mezzo posta con raccomandata a.r. allo studio di Roma, Via S. Tommaso d’Aquino 47 - 00136

Fuori dalla busta dovete indicare RICORSO DS 2019.

Il costo di adesione all’azione (che in seguito valuteremo insieme dopo l’accesso e le peculiarità ivi riscontrate se collettiva, individualizzata per piccoli gruppi selezionati o individuale) è pari a € 500,00. Tale quota, appunto, comprende tutta la fase di studio ed approfondimento della Vs posizione ivi compreso l’accesso agli atti e la valutazione degli esiti dello stesso. Tale somma, inoltre, all’esito della scelta successiva dell’azione da intraprendere, potrà rappresentare l’intera quota di adesione in ipotesi di scelta per azione collettiva o di acconto per un eventuale ricorso individuale (da € 1500 oltre iva, cpa e cu a € 2500 oltre accessori) o individualizzato in gruppi selezionati.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Per la scuola e per i presidi Tue, 09 Apr 2019 07:51:26 +0000
RICORSO PER L’ASSEGNAZIONE DELLA CATTEDRA DA FIT AGLI INSEGNANTI ABILITATI ALL’ESTERO CON RISERVA (IN ATTESA DI RICONOSCIMENTO DEL TITOLO) http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1921-ricorso-per-l-assegnazione-della-cattedra-da-fit-agli-insegnanti-abilitati-all-estero-con-riserva-in-attesa-di-riconoscimento-del-titolo http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1921-ricorso-per-l-assegnazione-della-cattedra-da-fit-agli-insegnanti-abilitati-all-estero-con-riserva-in-attesa-di-riconoscimento-del-titolo RICORSO PER L’ASSEGNAZIONE DELLA CATTEDRA DA FIT AGLI INSEGNANTI ABILITATI ALL’ESTERO CON RISERVA (IN ATTESA DI RICONOSCIMENTO DEL TITOLO)

A seguito dell’espletamento della procedura concorsuale semplificata di cui al D. Lgs. 59/2017 e della conseguente approvazione delle graduatorie, non è stato consentito agli insegnanti abilitati all’estero e in attesa di riconoscimento del titolo di scegliere la scuola presso cui effettuare il terzo anno del FIT.

Le cattedre, dunque, sono state “congelate” in attesa dello scioglimento delle riserve pendenti (dunque in attesa di riconoscimento del titolo estero da parte del MIUR).

 

La scelta dell’Amministrazione è illogica e discriminatoria, per tale ragione il nostro studio avvia due distinte tipologie di ricorso per tutelare al meglio tutti gli insegnanti in detta situazione:

1. Ricorso al TAR o al Presidente della Repubblica se la graduatoria è stata approvata dopo il 15 febbraio 2019.

Per tale azione il costo è di euro 150,00 qualora si raggiunga il numero minimo di 10 adesioni.

Lo studio, comunque, consiglia di valutare azioni individuali da proporre tramite ricorsi mirati e specifici per le singole posizioni.

2. Ricorso al Giudice del Lavoro se la graduatoria è stata approvata prima del 15 febbraio 2019.

In tal caso bisognerà compilare il seguente form https://forms.gle/mTm5ueF33eHvkvi76 e contattare lo studio singolarmente al fine di valutare i tempi e i costi dell’azione che dovrà essere proposta su base locale.

 

Modalità di adesione per il ricorso dinanzi al TAR del Lazio o al Presidente della Repubblica:

1.             Scaricare la procura allegata.

2.             Stampare due copie della procura, compilarle e firmarle entrambe in originale (la sottoscrizione deve essere apposta a penna).

3.             Effettuare il pagamento di euro 150,00 alle coordinate allegate.

4.             Inoltrare, tramite raccomandata a.r. URGENTE di tipo 1 all’indirizzo Studio Legale Avv. Michele Bonetti & Partners, Via San Tommaso d’Aquino, 47 – 00136, Roma, i seguenti documenti:

- due procure in originale compilate e sottoscritte;

- copia del documento di identità;

- copia del bonifico effettuato alle coordinate allegate (nella causale del bonifico dovrete inserire il vostro nome, cognome e la dicitura “FIT Abilitati all’estero”).

Sulla busta deve essere apposta la scritta “FIT Abilitati all’estero” e ogni busta deve contenere una sola adesione.

5.             Inoltrare a mezzo e-mail all’indirizzo info@avvocatomichelebonetti.it la scansione di TUTTI I DOCUMENTI INOLTRATI A MEZZO RACCOMANDATA A.R., inserendo nell’oggetto dell’e-mail il vostro nome, cognome e la dicitura “FIT Abilitati all’estero”.

6.             Compilare (solo una volta e inserendo dati veritieri e verificati) il seguente FORM on line https://forms.gle/NkTLaqNM7vjVwmRBA

7.             Tutta la procedura deve essere effettuata entro e non oltre il giorno 30 aprile 2019 (data di ricezione della raccomandata a.r.).

Attenzione, la carenza della documentazione richiesta o l’inesattezza dei dati inseriti comporterà l’esclusione dal ricorso.

QUESTO STUDIO DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ IN MERITO ALL’EVENTUALE MANCATO INSERIMENTO NEL RICORSO QUALORA LA DOCUMENTAZIONE NON DOVESSE GIUNGERE ENTRO I TERMINI STABILITI O NEL CASO IN CUI NON SIANO RISPETTATE LE PROCEDURE PREVISTE NELLA PRESENTE INFORMATIVA RISERVANDOSI L’ACCETTAZIONE DEI VOSTRI MANDATI.

 Non riteniamo che vi saranno problemi per il raggiungimento del numero minimo di partecipanti alle azioni. In ogni caso è fissato il tetto minimo di 10 ricorrenti.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Wed, 27 Mar 2019 18:30:24 +0000
RISPONDIAMO A TUTTE LE VOSTRE DOMANDE: CALENDARIO RIUNIONI PER GLI INSEGNANTI http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1916-rispondiamo-a-tutte-le-vostre-domande-calendario-riunioni-per-gli-insegnanti http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1916-rispondiamo-a-tutte-le-vostre-domande-calendario-riunioni-per-gli-insegnanti RISPONDIAMO A TUTTE LE VOSTRE DOMANDE: CALENDARIO RIUNIONI PER GLI INSEGNANTI

A seguito del provvedimento emesso dell’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, relativo alla situazione dei diplomati magistrali ante 2001/2002, riteniamo opportuno organizzare alcuni incontri dedicati specificamente agli insegnanti, in modo da fornire tutti gli opportuni chiarimenti, fare il punto delle eventuali strade alternative e confrontarci sullo stato attuale dei fatti.

Tali appuntamenti vedranno sia la presenza dello scrivente Avv. Michele Bonetti che di Valeria Bruccola, in rappresentanza dell’associazione ADIDA.

Al fine di venire incontro alle esigenze dei tanti interessati che risiedono fuori Roma, abbiamo predisposto un calendario che prevede sia incontri in giorni feriali che incontri nel fine settimana.

In particolare le date selezionate sono:

-          Sabato 13.04.2019  alle ore 15:00

-          Venerdì 19.04.2019 alle ore 15:30

-          Lunedì 06.05.2019 alle ore 16:00

Sabato 18 maggio 2019 alle ore 15:00, inoltre, vi sarà una riunione per tutti gli insegnanti (dunque anche ITP, AFAM, ecc.) che hanno avviato ricorsi con il nostro studio.

Inoltre, nella stessa data, dalle ore 17:00, lo studio riceverà i soggetti che hanno conseguito l'abilitazione in Romania al fine di fare un punto sulla situazione concernente il noto avviso di rigetto delle istanze pubblicato dal M.I.U.R. in data 2 aprile. 

Tale ultima riunione è appositamente fissata in data successiva alla trattazione delle questioni legate alle GAE e al diploma magistrale dinanzi alla Corte Costituzionale, fissata per il 7 maggio p.v.

Gli incontri avranno luogo presso il nostro studio legale sito in via di S. Tommaso d’Aquino n. 47, 00136, Roma.

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Precari della scuola Thu, 11 Apr 2019 07:48:45 +0000
Diploma magistrale: l’esito della Plenaria bis conferma il precedente. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1908-diploma-magistrale-l-esito-della-plenaria-bis-conferma-il-precedente http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1908-diploma-magistrale-l-esito-della-plenaria-bis-conferma-il-precedente Diploma magistrale: l’esito della Plenaria bis conferma il precedente.

L’Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, con due sentenze gemelle depositate oggi, ha confermato la propria precedente decisione del dicembre 2017.

Secondo il massimo organo della Giustizia amministrativa, dunque, il diploma magistrale, pur se conseguito entro l’a.s. 2001/2002, non è sufficiente per l’ammissione nelle G.A.E. (Graduatorie ad esaurimento) e dunque, per l’eventuale stipula di contratti a tempo indeterminato.

La battaglia a favore di migliaia di insegnanti oggi esclusi dall’applicazione di tali principi dalla stabilizzazione del proprio lavoro precario prestato per anni dovrà passare, inevitabilmente, verso altre sedi giudiziarie e nell’ambito di altri contenziosi.

Pur nell’ovvia possibilità di attendere l’esito della Cassazione e della Corte Edu, sulle precedenti impugnazioni della prima Plenaria, nell’immediato futuro, la via giudiziaria approda innanzi al Consiglio di Stato ove verranno trattati i primi appelli avverso il bando del concorso straordinario riservato agli stessi diplomati magistrale senza i due anni di servizio.

Altra tappa che riguarda i diplomati magistrale è quella che vedrà la Corte Costituzionale esprimersi sull’altro concorso straordinario stavolta riservato agli abilitati per la secondaria.

Un intreccio di pronunce che direttamente o indirettamente segneranno la vita professionale di migliaia di docenti di infanzia e primaria.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Wed, 27 Feb 2019 16:54:14 +0000
Diploma magistrale: USR Lombardia, una breve nota con fac-simile per tutti voi http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1907-diploma-magistrale-usr-lombardia-una-breve-nota-con-fac-simile-per-tutti-voi http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1907-diploma-magistrale-usr-lombardia-una-breve-nota-con-fac-simile-per-tutti-voi Diploma magistrale: USR Lombardia, una breve nota con fac-simile per tutti voi

Con la presente comunicazione ci rivolgiamo a tutti i docenti in possesso del titolo di diploma magistrale di durata triennale conseguito ante 2001/2002 che, a seguito di verifiche effettuate dagli USR circa il possesso del titolo di accesso al concorso straordinario, hanno ricevuto, o riceveranno, il provvedimento di esclusione dalla procedura selettiva.

Riteniamo che tale esclusione sia assolutamente illegittima e che, contrariamente a quanto sostenuto dall’Amministrazione, il Vostro titolo sia perfettamente equivalente al diploma magistrale di durata quinquennale, quale titolo richiesto dall’art.3, comma 1, del bando di concorso.

Per tale ragione, allegata alla presente, troverete una diffida generica, al servizio di tutti, che potete scaricare e inoltrare, senza alcun onere, all’Ufficio Scolastico Regionale a cui avete al tempo inviato la domanda di partecipazione. Ad oggi molti di Voi ci hanno inoltrato delle istanze di avvio del procedimento e, in disparte ogni questione sulle Vostre singole specifiche situazioni, si ritiene opportuno inoltrare un prototipo che ognuno di Voi adatterà e spedirà il prima possibile.

Qualora, invece, siate intenzionati a inviare delle specifiche note e controdeduzioni/osservazioni all’Amministrazione, Vi invitiamo a prendere contatti con lo studio nel più breve tempo possibile.

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Precari della scuola Wed, 27 Feb 2019 13:46:06 +0000
ADUNANZA PLENARIA: COMUNICATO POST DISCUSSIONE. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1902-adunanza-plenaria-comunicato-post-discussione http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1902-adunanza-plenaria-comunicato-post-discussione ADUNANZA PLENARIA: COMUNICATO POST DISCUSSIONE.

In data 20 febbraio 2019 si è tenuta l’udienza di merito dinanzi al Consiglio di Stato, riunitosi in Adunanza Plenaria e chiamato ad esprimersi sulla nota vicenda dei docenti in possesso del diploma magistrale.
Alla discussione erano presenti, per i nostri assistiti, gli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, unitamente all’Avv. Romeo Brunetti, parti processuali del primo procedimento, nonchè intervenienti per il tramite dell’ Associazione ADIDA negli altri giudizi.
La causa è stata trattenuta in decisione, ed allo stato, rimaniamo, dunque, in attesa deposito della decisione del massimo organo della Giustizia Amministrativa che si attende nei prossimi 30-45 giorni. Parallelamente innanzi al Consiglio di Stato verranno trattati i primi appelli avverso il bando del concorso straordinario riservato agli stessi diplomati magistrale senza i due anni di servizio.
Altra tappa che riguarda i diplomati magistrale è quella che vedrà la Corte Costituzionale esprimersi sull’altro concorso straordinario stavolta riservato agli abilitati per la secondaria. Un intreccio di pronunce che direttamente o indirettamente segneranno la vita professionale di migliaia di diplomati magistrale.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Wed, 20 Feb 2019 11:55:31 +0000
CONCORSO DOCENTI 2016: IL DIPLOMA DI MATURITÀ LINGUISTICA RAPPRESENTA TITOLO VALIDO PER L’AMMISSIONE AL CONCORSO. ANCHE IL TAR LAZIO, DOPO UN QUINQUENNIO, SPOSA LA NOSTRA TESI http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1899-concorso-docenti-2016-il-diploma-di-maturita-linguistica-rappresenta-titolo-valido-per-l-ammissione-al-concorso-anche-il-tar-lazio-dopo-un-quinquennio-sposa-la-nostra-tesi http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/precari-della-scuola/1899-concorso-docenti-2016-il-diploma-di-maturita-linguistica-rappresenta-titolo-valido-per-l-ammissione-al-concorso-anche-il-tar-lazio-dopo-un-quinquennio-sposa-la-nostra-tesi CONCORSO DOCENTI 2016: IL DIPLOMA DI MATURITÀ LINGUISTICA RAPPRESENTA TITOLO VALIDO PER L’AMMISSIONE AL CONCORSO. ANCHE IL TAR LAZIO, DOPO UN QUINQUENNIO, SPOSA LA NOSTRA TESI

A prescindere dall’interpretazione letterale del bando e dalla considerazione che le materie di insegnamento dei due indirizzi di studio (mero diploma magistrale e diploma di maturità linguistica) siano o meno coincidenti […]il diploma di maturità linguistica rappresenta titolo valido per l’ammissione alla procedura concorsuale”.

Così si è pronunciato il Tar Lazio con una sentenza emblematica (n. 1496/19), accogliendo per la prima volta la tesi avanzata e sostenuta da tempo dagli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, antesignani della battaglia per il riconoscimento del valore abilitante all’ insegnamento del diploma magistrale di indirizzo linguistico.

Dalla lettura della sentenza del Tar si legge “la sperimentazione scolastica, intesa come ricerca e realizzazione di innovazioni degli ordinamenti e delle strutture, «è stata autorizzata ed attuata dall’Istituto magistrale (…)in vista del nuovo assetto dell’istruzione elementare, nel cui ordinamento didattico è ora compreso l’insegnamento della lingua straniera, e della formazione (anche a livello universitario) degli insegnanti elementari, tanto è che entrambi i corsi di sperimentazione (quello ad indirizzo linguistico e quello ad indirizzo pedagogico) tenuti in contemporanea dal medesimo Istituto, sono stati articolati in cinque anni di studio, con possibilità di accesso, a conclusione del ciclo, a tutte le facoltà universitarie»; l’equiparazione tra il mero diploma magistrale e il diploma di maturità linguistica rilasciati al termine di corso quinquennale, «appare conforme pure al nuovo assetto ordinamentale della scuola elementare, ove si consideri che l’insegnamento della lingua straniera è ricompreso negli ordinari programmi didattici»

Pertanto, a nulla rileverebbe la tipologia del titolo sperimentale (indirizzo linguistico o indirizzo pedagogico) rilasciato, riferendosi la disposizione del bando stesso ai “titoli di studi conseguiti al termine dei corsi triennali e quinquennali sperimentali di scuola magistrale e dei corsi quadriennali e quinquennali dell’istituto magistrale”, in tal modo attribuendo rilievo non alla specificità dell’indirizzo quanto piuttosto alla scuola che lo ha rilasciato.

Tale configurazione della disposizione normativa lascia ritenere, dunque, che non vi sia differenza tra i titoli sperimentali rilasciati, ma che ciò che conta è la circostanza che il titolo venga rilasciato da un Istituto magistrale.

Di conseguenza, i titoli sperimentali rilasciati da tali scuole risultano equiparati e tanto anche ai fini abilitanti per la partecipazione al concorso.

Il T.A.R. Lazio, dunque, da sempre fermamente schierato negativamente nel sostenere il valore non abilitante del titolo, compie un deciso passo in avanti riconoscendo la peculiare disciplina concorsuale. Pur non disattendendo le proprie tesi che negano tutt’ora l’ammissione in II Fascia delle G.I., dunque, accoglie la nostra tesi sul valore del titolo utile quanto meno ai fini concorsuali.

Si tratta del primo riconoscimento in assoluto verso questa categoria di docenti in cui il TAR LAZIO si è pronunciato con sentenza definitiva.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Precari della scuola Tue, 12 Feb 2019 08:14:11 +0000
RICORSO PER LA PARTECIPAZIONE AL TFA SOSTEGNO 2019 http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/tfa/1898-ricorso-per-la-partecipazione-al-tfa-sostegno-2019 http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/scuola/tfa/1898-ricorso-per-la-partecipazione-al-tfa-sostegno-2019 RICORSO PER LA PARTECIPAZIONE AL TFA SOSTEGNO 2019

Il MIUR, in data 8 febbraio 2019, ha pubblicato il D.M. n. 92/2019 relativo al TFA per il conseguimento della specializzazione sul sostegno per ogni ordine di scuola.

Per accedere al tirocinio formativo il Ministero ha previsto delle prove preselettive; si tratterà, dunque, di un percorso a numero programmato.

L’ammissione a detti percorsi di specializzazione è riservata ai candidati in possesso del titolo di abilitazione all’insegnamento per il grado di scuola per il quale si intende conseguire la specializzazione per le attività di sostegno.

Nel particolare per la partecipazione alla procedura per la specializzazione sul sostegno per la scuola dell’Infanzia e Primaria è richiesta la laurea in scienze della formazione primaria o analogo titolo conseguito all’estero e riconosciuto in Italia, diploma magistrale (ivi compreso diploma ivi compreso il diploma sperimentale a indirizzo psicopedagogico, con valore di abilitazione e diploma sperimentale a indirizzo linguistico, conseguiti presso gli istituti magistrali o analogo titolo di abilitazione conseguito all'estero e riconosciuto in Italia) purché conseguito entro l’a.s. 2001/2002.

Per la partecipazione alla procedura per specializzazione sul sostegno per la scuola secondaria di primo e secondo grado, invece, è necessaria l’abilitazione all’insegnamento per lo specifico grado di scuola o, in alternativa, la laurea magistrale accompagnata dai 24 CFU previsti a norma dell’art. 5 commi 1 e 2 del D. Lgs. n. 59/2017. Sono altresì validi i titolo equivalenti conseguiti all’estero riconosciuti in Italia (o per i quali si è avanzata richiesta di riconoscimento entro la data per la presentazione delle istanze per la partecipazione alla specifica procedura selettiva).

A norma dell'art. 5 del DM, inoltre "costituisce altresì titolo di accesso alle distinte procedure per la secondaria di primo o secondo grado, il possesso del titolo di accesso a una delle classi di concorso del relativo grado e l'aver svolto, nel corso degli otto anni scolastici precedenti, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione, almeno tre annualità di servizio, anche non successive, valutabili come tali ai sensi dell'articolo Il, comma 14, della legge 3 maggio 1999, n. 124, su posto comune o di sostegno, presso le istituzioni del sistema educativo di istruzione e formazione".

Il Decreto Ministeriale in esame concerne l’attuazione del Decreto del Ministero dell’istruzione n. 249/2010 già oggetto del reclamo proposto dall’associazione La Voce dei Giusti al Comitato Sociale Europeo il quale, con sentenza, ha dichiarato l’illegittimità del sistema di formazione degli insegnanti in relazione all’impossibilità per i docenti precari di terza fascia d’istituto di accedere ai percorsi per il conseguimento della specializzazione sul sostegno, nonostante la pluriennale esperienza di insegnamento in tale campo.

Sulla materia già nel 2013 nonché nel ciclo di TFA avviato nell’anno 2017/2018 avevamo avuto i primi provvedimenti positivi da parte del G.A. ottenuti grazie alla campagna dell’ADIDA.

A tal proposito riteniamo che il D.M. in parola sia discriminatorio nei confronti di tutti quei docenti inseriti nella terza fascia delle G.I. che da anni lavorano sul sostegno, tuttavia, vengono esclusi dalla procedura.

Il D.M., difatti, prevede una clausola direttamente preclusiva per gli insegnanti non abilitati e, per questo motivo, è necessario proporre specifica impugnazione al fine di consentire ai docenti esclusi di poter partecipare al test preselettivo.

Ovviamente i tempi per impugnare il D.M. sono stretti e, successivamente, sarà necessario proporre un ulteriore ricorso (c.d. per motivi aggiunti) impugnando i bandi dei singoli Atenei relativi alla proposta dell’offerta formativa.

Richiederemo la partecipazione al TFA e chi non avrà, a quel punto, spiegato ricorso avverso la clausola che limita la sua partecipazione al TFA sostegno, potrà subire l’eccezione di tardività per non aver impugnato tempestivamente la clausola limitativa e di impedimento alla sua partecipazione.

Proporremo ricorso per le seguenti categorie di insegnanti:

a) Insegnanti già specializzati su altro grado di scuola ma non ancora abilitati per il grado per cui intendono conseguire una nuova specializzazione;

b) Insegnanti abilitati ma che intendono specializzarsi su altro grado di scuola in cui hanno svolto servizio come insegnanti di sostegno;

c) Insegnanti che si abiliteranno all’estero entro la data di presentazione della domanda di partecipazione alla procedura;

d) Personale Educativo abilitato tramite il concorso del 2000 a cui è negata la possibilità di abilitarsi sul sostegno per la primaria;

e) Insegnanti AFAM non ancora in possesso dei 24 CFU richiesti ai sensi dell’art. 5 commi 1 e 2 del D. Lgs. n. 59/2017

f) Dottori di ricerca non ancora in possesso dei 24 CFU richiesti ai sensi dell’art. 5 commi 1 e 2 del D. Lgs. n. 59/2017;

 

 

Per aderire all’azione ed impugnare il D.M. che esclude la possibilità di partecipare al test preselettivo per i non abilitati sarà necessario seguire pedissequamente le istruzioni che seguono.

1.             Scaricare la procura allegata.

2.             Stampare due copie della procura, compilarle e firmarle entrambe in originale (la sottoscrizione deve essere apposta a penna).

3.             Effettuare il pagamento di euro 90,00 alle coordinate allegate. Tale somma include tutto il ricorso avverso il D.M. e non i successivi motivi aggiunti necessari per l’impugnazione del bando degli atenei con richiesta cautelare di partecipazione alla prova presso la sede prescelta.

4.             Inoltrare, tramite raccomandata a.r. URGENTE di tipo 1 all’indirizzo Studio Legale Avv. Michele Bonetti & Partners, Via San Tommaso d’Aquino, 47 – 00136, Roma, i seguenti documenti:

- due procure in originale compilate e sottoscritte;

- copia del documento di identità;

- copia del bonifico effettuato alle coordinate allegate (nella causale del bonifico dovrete inserire il vostro nome, cognome e la dicitura “ricorso TFA sostegno”).

Sulla busta deve essere apposta la scritta “TFA SOSTEGNO” e ogni busta deve contenere una sola adesione.

5.             Inoltrare a mezzo e-mail all’indirizzo info@avvocatomichelebonetti.it la scansione di TUTTI I DOCUMENTI INOLTRATI A MEZZO RACCOMANDATA A.R., inserendo nell’oggetto dell’e-mail il vostro nome, cognome e la dicitura “ricorso TFA sostegno”.

6.             Compilare (solo una volta e inserendo dati veritieri e verificati) il seguente FORM on line https://goo.gl/forms/ES8u43eZdEE1Aw2C2

7.             Tutta la procedura deve essere effettuata entro e non oltre il giorno 3 aprile 2019 (data di ricezione della raccomandata a.r.).

Attenzione, la carenza della documentazione richiesta o l’inesattezza dei dati inseriti comporterà l’esclusione dal ricorso.

QUESTO STUDIO DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ IN MERITO ALL’EVENTUALE MANCATO INSERIMENTO NEL RICORSO QUALORA LA DOCUMENTAZIONE NON DOVESSE GIUNGERE ENTRO I TERMINI STABILITI O NEL CASO IN CUI NON SIANO RISPETTATE LE PROCEDURE PREVISTE NELLA PRESENTE INFORMATIVA RISERVANDOSI L’ACCETTAZIONE DEI VOSTRI MANDATI.

 Non riteniamo che vi saranno problemi per il raggiungimento del numero minimo di partecipanti alle azioni. In ogni caso è fissato il tetto minimo di 15 ricorrenti.

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) TFA - Tirocinio Formativo Attivo Sun, 24 Mar 2019 17:13:38 +0000