Caro tasse universitarie http://avvocatomichelebonetti.it Mon, 23 Oct 2017 20:46:52 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it Class action degli universitari avverso la tassa beffa http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/caro-tasse-universitarie/485-class-action-degli-universitari-avverso-la-tassa-beffa http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/caro-tasse-universitarie/485-class-action-degli-universitari-avverso-la-tassa-beffa Class action degli universitari avverso la tassa beffa

Oggi i test d’ingresso costano. Di frequente l’Università richiede una sorta di tassa di verifica dei requisiti alle matricole che dopo la laurea triennale intendono iscriversi ai corsi magistrali. Tali somme servirebbero per finanziare un controllo previsto dal ministero dell’Istruzione, in altre parole per verificare che gli studenti della specialistica abbiano effettivamente appreso le conoscenze basilari della materia durante la laurea di primo livello.

Molti atenei richiedono per il test d’ingresso circa 100 o 70 euro, come nel caso dell’Università Federico II di Napoli e dell’Università degli Studi di Roma Tor Vergata; si tratta di migliaia e migliaia di euro che incamerano gli Atenei e che, in alcuni casi, richiedono nuovamente, al termine dei tre anni degli Studi, per proseguire nei successivi due anni.

E’ il caso della Sapienza, dove gli studenti dopo esser entrati con un test a pagamento, quando si iscrivono nuovamente dopo il triennio alla successiva e quasi consequenziale Laurea Magistrale, devono pagare la somma di euro 10.
Sono certamente spese irrisorie ma che, moltiplicate per tutti gli studenti dell’Università La Sapienza, generano cifre da capogiro senza alcuna controprestazione in termini di Diritto allo Studio.


E’ dunque questa la nuova realtà cui gli studenti sono costretti a fare i conti e benché non tutte le università obbligano gli studenti a pagare per questo accertamento, che nella maggior parte dei casi è solo un pro-forma, l’Unione degli universitari ne fa una questione di principio e sta valutando l’opportunità di attuare una procedura legale avverso di esso per il tramite dell’Avvocato Michele Bonetti.

«Sono spese irrisorie ma moltiplicate per tutti gli studenti dell’università generano cifre da capogiro senza alcuna controprestazione in termini di diritto allo studio - sottolinea l’avvocato dell’Udu Michele Bonetti - Per questo stiamo valutando l’opportunità di inoltrare una class action per richiedere queste somme indietro in quanto non dovute e non legate ad alcun servizio aggiuntivo».

Secondo il coordinatore nazionale del sindacato, Michele Orezzi, «alla Sapienza già l’importo di 35 euro che viene chiesto per il test d’ingresso è una tassa che spesso fa superare la quota del 20% prevista a carico degli studenti, quota che per legge non può essere oltrepassata». In caso di vittoria in tribunale, concludono i promotori del ricorso, «il 50% delle somme sarà restituito agli studenti, con l’altro 50% organizzeremo delle borse di studio».

]]>
roby.nardi@fastwebnet.it (Roberta Nardi) Caro tasse universitarie Sun, 24 Feb 2013 16:20:42 +0000
Nuova vittoria sulle tasse universitarie: Ateneo condannato alla restituzione dell'indebito http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/caro-tasse-universitarie/305-nuova-vittoria-sulle-tasse-universitarie-ateneo-condannato-alla-restituzione-dellindebito http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/caro-tasse-universitarie/305-nuova-vittoria-sulle-tasse-universitarie-ateneo-condannato-alla-restituzione-dellindebito Nuova vittoria sulle tasse universitarie: Ateneo condannato alla restituzione dell'indebito

Ateneo condannato alla restituzione dell'indebito percepito. Ricorsi per la restituzione delle eccedenze per tutti gli atenei!

L'Unione degli Universitari consegue una nuova vittoria a favore degli studenti universitari e degli studenti post lauream iscritti ai corsi di dottorato di ricerca che hanno dovuto sostenere un esborso a titolo di contribuzione studentesca eccedente il tetto massimo fissato dalla legge; l'Università degli Studi di Pavia chiamata in giudizio è stata condannata alla restituzione delle somme indebitamente percepite.


Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia Sezione I ha, infatti, ritenuto che l'ateneo pavese ha violato le norme vigenti nella misura di aver determinato la contribuzione studentesca oltre il limite del 20% dell'importo del finanziamento ordinario dello Stato, a valere sul fondo di cui all'art. 5, comma 1, lett. a) e comma 3 della legge 24 dicembre 1993, n. 537, ed ha rigettato la difesa dell'ateneo  medesimo circa la presunta lesione dell'autonomia finanziaria e contabile dell'Università:
"È vero che la Costituzione garantisce l'autonomia finanziaria e contabile degli atenei, ma con ciò non si può pretermettere la normativa statale dalla disciplina, che è certamente di spettanza, attinente al diritto allo studio, la quale ultima include l'onere economico che viene a gravare sullo studente. È perciò di competenza dello Stato la fissazione di un tetto massimo alla contribuzione, nel rispetto del quale continua ad esercitarsi l'autonomia universitaria, tenuta a collocare il livello contributivo all'interno della forcella così indicata. Proprio la circostanza per cui l'art. 5 si limita a determinare la soglia non valicabile coniuga, in altre parole, l'autonomia finanziaria dell'Università con la prerogativa statale di assicurare l'esercizio effettivo del diritto allo studio.


Quanto alla progressiva riduzione di tale soglia, conseguente al decremento dei fondi statali, essa costituisce una circostanza di fatto, inidonea ad incidere sulla legittimità della previsione normativa contestata. Inoltre, a fronte di essa, l'Università ha comunque modo di elevare la contribuzione fino al tetto del 20%, rispetto a livelli che ben potevano essere più bassi, in presenza di un maggiore afflusso di finanziamenti erariali.


Sono di conseguenza fondate le domande di condanna alla restituzione dell'indebito, ove effettivamente versato, con riferimento alla quota della contribuzione studentesca eccedente la soglia del 20%, e dunque per l'1,331%; al contributo fisso di € 400,00 posto a carico dei dottorandi di ricerca; al contributo di € 300,00 a carico degli studenti extra-comunitari. Tali statuizioni, peraltro, debbono pronunciarsi a favore dei soli studenti oggi ricorrenti, fermo restano l'obbligo dell'Università di attivarsi d'ufficio anche a favore degli altri studenti che abbiano versato quanto divenuto indebito, a seguito dell'annullamento degli atti impugnati.
"

(T.A.R. Lombardia, Sez. I, 16 novembre 2011, n. 2761)

]]>
info@zerogravita.com (Super User) Caro tasse universitarie Mon, 12 Dec 2011 13:36:38 +0000
Campagna Contro il caro tasse universitarie http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/caro-tasse-universitarie/105-campagna-contro-il-caro-tasse-universitarie http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/caro-tasse-universitarie/105-campagna-contro-il-caro-tasse-universitarie Campagna Contro il caro tasse universitarie

Contro l'aumento delle tasse universitarie per il rientro della contribuzione studentesca sotto il 20% del FFO e la campagna per il caro affitti contro i mediatori abusivi.
La finanziaria 2008 comporterà un sostanziale sconvolgimento del mondo universitario che nei prossimi mesi sarà investito da: riduzione dei finanziamenti, limitazioni nelle assunzioni, possibile trasformazione, quantomeno opinabile, delle Università in fondazioni di diritto privato la cui capacità di reperire fondi da soggetti privati diviene addirittura elemento di valutazione premiante con ripercussioni sulle tasse universitari.

Con i predetti tagli dell'attuale finanziaria e la carenza di strutture e di personale docente la situazione si andrà ad aggravare ed è palese il rischio che la soluzione a questo problema venga individuata in un proliferare di Corsi di Laurea a numero chiuso, e nello specifico della presente campagna nell'aumento delle tasse da parte dei singoli atenei con conseguente "sforamento" del tetto di soglia massimo previsto dalla legge.

Difatti, in tutti gli Atenei si assiste all'aumento generalizzato, per far fronte alla crisi economica, delle tasse d'iscrizione: la percentuale di carico della contribuzione studentesca sull'FFO (fondo ordinario per le università) è passata dal 3% al 20% ed il gettito proveniente dalla tassazione da 400 a 1200 miliardi. Molti atenei, stretti nella morsa del disinvestimento pubblico nell'Università, si sono trovati costretti ad aumentare la contribuzione studentesca superando di frequente il tetto del 20% sul FFO (soglia massima di legge stabilita dal DPR 306/97, art. 5, co. 1, ss.mm.).
In tale contesto parte la campagna per arginare tale grave fenomeno e per riottenere le somme indebitamente percepite dagli atenei.


pdf Scarica l'articolo de La Stampa di Torino del 5 giugno 2008


Altra fondamentale campagna è quella sul caro affitti e sulle agenzie che incidono con le loro provvigioni sul prezzo degli affitti.
Lo studio è patrocinatore di associazioni che agiscono con azioni collettive e individuali per ottenere indietro le somme versate a mediatori privi dei requisiti di legge e contemporaneamente propone ricorsi sulle pubblicità ingannevoli che accompagnano l'attività mediatizia, richiedendo l'applicazione di sanzioni per evitare che il fenomeno si reiteri.
Sulla tematica sono stati ottenuti importanti precedenti da parte del Tribunale Civile di Roma e dell'Antitrust.

]]>
info@zerogravita.com (Super User) Caro tasse universitarie Thu, 24 Jul 2008 12:34:59 +0000
Class Action Studentesca http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/caro-tasse-universitarie/62-class-action-studentesca http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/caro-tasse-universitarie/62-class-action-studentesca Giornata memorabile per L'unione degli Universitari di Torino quella dedicata alla Formazione sul Sistema Universitario. Grande partecipazione di studenti e rappresentanti dell'UdU presso La Cricca.

Presenti anche l'Avv. Michele Bonetti, legale dell'Associazione che ha rilasciato un'intervista alla Stampa. Di seguito i link degli articoli.

Fonte: LaStampa.it

Intervista all'Avv. Bonetti

TarTassati - Intervista al Coordinatore dell'UdU Torino - Alessandro Orsi

Volevano 300 euro per una stanza - Intervista allo studente congolese Badiabio 

]]>
info@zerogravita.com (Super User) Caro tasse universitarie Mon, 16 Jun 2008 12:07:51 +0000