Università http://avvocatomichelebonetti.it Sun, 16 Dec 2018 18:46:50 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it ASN: IL TAR DEL LAZIO CENSURA NUOVAMENTE LE MOTIVAZIONI DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE, ORDINANDO LA RIVALUTAZIONE DELLA CANDIDATA. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/abilitazioni-scientifiche-nazionali/1874-asn-il-tar-del-lazio-censura-nuovamente-le-motivazioni-della-commissione-giudicatrice-ordinando-la-rivalutazione-della-candidata http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/abilitazioni-scientifiche-nazionali/1874-asn-il-tar-del-lazio-censura-nuovamente-le-motivazioni-della-commissione-giudicatrice-ordinando-la-rivalutazione-della-candidata ASN: IL TAR DEL LAZIO CENSURA NUOVAMENTE LE MOTIVAZIONI DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE, ORDINANDO LA RIVALUTAZIONE DELLA CANDIDATA.

Il TAR Lazio accogliere ancora una volta i ricorsi patrocinati dall’Avv. Michele Bonetti e dall’Avv. Santi Delia in merito alle Abilitazioni Scientifiche Nazionali disponendo la rivalutazione della domanda della ricorrente il cui giudizio di “non idoneità” era stato motivato “con cinque giudizi negativi, in quanto – pur risultando “apprezzabili” l’operosità e la qualità della produzione scientifica della candidata – i risultati apparirebbero “laterali rispetto al panorama nazionale e internazionale della ricerca del settore concorsuale 08/D1”, rivelando “un più specifico taglio storico - critico”, come dimostrerebbe anche la già conseguita abilitazione scientifica nazionale dell’interessata per il settore concorsuale 08/E2 – Restauro e Storia dell’Architettura”.

Il TAR ha ribadito come le valutazioni delle Commissioni non siano affatto incensurabili: “Sotto il primo profilo, infatti, la cognizione del Giudice Amministrativo ha subito nel corso degli anni una significativa evoluzione, a partire dalla decisione del Consiglio di Stato, sez. IV, n. 601 del 9 aprile 1999, con successivo indirizzo giurisprudenziale, che ha evidenziato come spetti a detto Giudice – anche in base al principio, di rilievo comunitario, della effettività della tutela – una piena cognizione del fatto, secondo i parametri della disciplina in concreto applicabile. A tal fine, può ritenersi censurabile ogni valutazione che si ponga al di fuori dell'ambito di esattezza o attendibilità, quando non appaiano rispettati parametri tecnici di univoca lettura, ovvero orientamenti già oggetto di giurisprudenza consolidata, o di dottrina dominante in materia. (cfr. in termini: Cons. Stato, sez IV, 13 ottobre 2003, n. 6201).

E’ dunque superata la concezione di un riscontro giurisdizionale di legittimità sugli atti discrezionali, condotto sul piano del controllo solo formale ed estrinseco dell’iter logico seguito, dovendo invece il giudizio estendersi all’attendibilità delle operazioni tecniche effettuate, con possibile eccesso di potere giurisdizionale solo quando l’indagine del giudice si sia estesa all’opportunità o alla convenienza dell’atto, con oggettiva sostituzione della volontà dell’organo giudicante a quella dell’Amministrazione competente in materia (Cass., SS.UU., 5 agosto1994, n. 7261).

L’orientamento giurisprudenziale indicato mira a garantire, attraverso il ricordato principio di effettività, l’esclusione di ambiti franchi dalla tutela giurisdizionale, al fine di assicurare un giudizio coerente con i principi, di cui agli articoli 24, 111, 113 e 117 Cost., con riferimento anche all’art. 6, par.1, CEDU (cfr. in tal senso, fra le tante, anche Cons. Stato, sez. VI, 12 giugno 2015, n. 2888; 27 maggio 2014, n. 3357; 16 aprile 2012, n. 2138; 18 novembre 2008, n. 694).”.

Non è il primo caso in cui le valutazioni delle Commissioni giudicatrici sul tema ASN sono state soggette a provvedimenti giurisprudenziali. Infatti, utilizzando il criterio della c.d. discrezionalità, in alcuni casi, le Commissioni si erano rese protagoniste di esclusioni di numerosi ricercatori e associati dotati di un eccellente curriculum.

Nel caso di specie, la ricorrente, con un bagaglio di esperienze professionali e scientifiche di particolare rilevanza e valore si era vista negare l’abilitazione attraverso motivazioni del tutto contraddittorie e contrastanti tra loro: “Quello che viene recepito, infatti, è un profilo di studiosa “molto interessante”, ma “decisamente più vocata agli studi storici e teorici sull’architettura”, senza però che nei giudizi individuali – pure piuttosto ampi e accurati – si riscontri una totale convergenza, per il diverso apprezzamento espresso su singole opere e, soprattutto, senza che risultino chiare le ragioni di una preclusione, che risulta in buona parte riferita ad un carattere (quello storico e teorico), che non sembra con evidenza escluso dal settore disciplinare 08/D1, come definito nell’allegato B del D.M. 30 ottobre 2015, n. 855”.

Motivazioni che non convincono in alcuna maniera il Giudice Amministrativo tanto da ordinare all’Amministrazione di procedere con una rivalutazione dell’interessata entro 60 giorni.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Abilitazioni Scientifiche Nazionali Wed, 05 Dec 2018 01:00:55 +0000
ASN: L’ESITO POSITIVO DEL RIESAME DA PARTE DELL’AMMINISTRAZIONE A SEGUITO DELL’ACCOGLIMENTO AL T.A.R. LAZIO. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/abilitazioni-scientifiche-nazionali/1864-asn-l-esito-positivo-del-riesame-da-parte-dell-amministrazione-a-seguito-dell-accoglimento-al-t-a-r-lazio http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/abilitazioni-scientifiche-nazionali/1864-asn-l-esito-positivo-del-riesame-da-parte-dell-amministrazione-a-seguito-dell-accoglimento-al-t-a-r-lazio ASN: L’ESITO POSITIVO DEL RIESAME DA PARTE DELL’AMMINISTRAZIONE A SEGUITO DELL’ACCOGLIMENTO AL T.A.R. LAZIO.

La rivalutazione disposta dal T.A.R. Lazio nei confronti del candidato che era stato, in prima battuta, giudicato non idoneo dalla Commissione giudicatrice per la prima fascia, si è svolta con esito positivo, consentendone l’abilitazione. In sede di rivalutazione venivano riconosciuti ben 7 titoli a fronte dei soli due inizialmente ritenuti validi dalla Commissione.

Un esempio evidentissimo di come, non certo raramente, le valutazioni delle Commissioni non siano affatto incensurabili.

Nel caso in questione, il Tribunale Amministrativo aveva accolto le tesi degli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, censurando la condotta illegittima dell’Amministrazione e disponendo che quest’ultima procedesse a rivalutare il candidato alla luce delle irregolarità riportate dalla difesa.

Si trattava di una vittoria inedita sul tema medico, dopo quelle ottenute in materie giuridiche, sul diritto tributario e sul diritto privato.

Non è il primo caso in cui le valutazioni delle Commissioni giudicatrici sul tema ASN sono state soggette a provvedimenti giurisprudenziali. Infatti, utilizzando il criterio della c.d. discrezionalità, in alcuni casi, le Commissioni si erano rese protagoniste di esclusioni di numerosi ricercatori e associati dotati di un eccellente curriculum.

Nel caso di specie, il ricorrente, con un bagaglio di esperienze professionali di estrema rilevanza, ha impugnato la valutazione della Commissione giudicatrice che le negava l’abilitazione di prima fascia a seguito di una valutazione del tutto arbitraria. Il ricorrente, si vedeva negata l’abilitazione richiesta nonostante fosse in possesso dei tre requisiti preliminari richiesti. La Commissione, in maniera del tutto illegittima e arbitraria, aveva riconosciuto soltanto due tra i numerosi titoli presentati, non tenendo conto di elementi fondamentali come “la responsabilità scientifica per progetti di ricerca internazionale” e “partecipazioni a comitati editoriali e a collegi dei docenti” oltre a “premi” e “brevetti”. In sede di rivalutazione venivano riconosciuti ben 7 titoli a fronte dei soli due inizialmente ritenuti validi dalla Commissione.

Non solo grazie a tale vittoria è dimostrato che una bocciatura all’unanimità possa trasformarsi in IDONEITA’ con parere unanime e convinto di tutti i membri: “In sintesi, le pubblicazioni presentate, il curriculum e i titoli del candidato dimostrano la sua piena maturità scientifica. Ad unanime nostro giudizio il ricorrente è degno di essere abilitato a docente di prima fascia per il settore MED 14“.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Abilitazioni Scientifiche Nazionali Mon, 29 Oct 2018 09:22:56 +0000
LA PRIMA SENTENZA DI MERITO SUL PASSAGGIO AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO AL C.D.L. DI MEDICINA. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/1826-la-prima-sentenza-di-merito-sul-passaggio-ad-anni-successivi-al-primo-al-c-d-l-di-medicina http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/1826-la-prima-sentenza-di-merito-sul-passaggio-ad-anni-successivi-al-primo-al-c-d-l-di-medicina LA PRIMA SENTENZA DI MERITO SUL PASSAGGIO AD ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO AL C.D.L. DI MEDICINA.

E’ del 16 luglio l’importante sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale per il Molise che si è pronunciato sull’annosa questione dell’immatricolazione ad anni successivi al corso di laurea in Medicina da parte dei soggetti laureandi o laureati in materia affine.

Con detta sentenza il TAR Molise ha, infatti, accolto nel merito la domanda avanzata nel ricorso, patrocinato dall’ Avv. Bonetti e dall’Avv. Delia, in riferimento ad una studentessa laureata in Biologia molecolare e cellulare (materia affine a Medicina) per l’immatricolazione ad anni successivi al C.D.L. di Medicina e Chirurgia.

Oltre alla sua indiscutibile rilevanza processuale, non può non sottolinearsi come la sentenza in oggetto sia il primo provvedimento che affronta e definisce la questione nel merito.

Il Collegio aveva infatti, in fase cautelare, ritenuto fondate le censure di parte ricorrente ed aveva pertanto disposto, con ordinanza, il riesame della domanda di iscrizione ad anno successivo al primo.

Secondo gli Avv. Bonetti e Delia: “anche nella fase di merito del giudizio, il Collegio ha confermato l’orientamento espresso in sede cautelare. Appare infatti inequivocabile la lettera della sentenza: Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Molise (Sezione Prima), definitivamente pronunciando sul ricorso, come in epigrafe proposto, lo accoglie e per l’effetto annulla la nota 22 dicembre 2017 dell'Università degli Studi del Molise.

Questa pronuncia di accoglimento non solo rappresenta una svolta decisiva per la ricorrente interessata, alla quale viene così riconosciuto il diritto ad intraprendere gli studi in Medicina ma deve essere considerata di estrema importanza anche per quei soggetti, attualmente in possesso di un provvedimento cautelare, che sono in attesa di una pronuncia nel merito della vicenda”.

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Università Tue, 17 Jul 2018 16:43:12 +0000
Trasferimento dall'estero, interfacoltà e di sede: nuovo accoglimento del TAR per il Lazio. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/1743-trasferimento-dall-estero-interfacolta-e-di-sede-nuovo-accoglimento-del-tar-per-il-lazio http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/1743-trasferimento-dall-estero-interfacolta-e-di-sede-nuovo-accoglimento-del-tar-per-il-lazio Trasferimento dall'estero, interfacoltà e di sede: nuovo accoglimento del TAR per il Lazio.

Prosegue la nostra battaglia avverso un fenomeno che concerne quarantaquattromila studenti costretti a trasferirsi fuori dall’Italia per poter studiare.

È di poche ore, infatti, l’emanazione del provvedimento cautelare con cui il Tribunale Amministrativo per il Lazio ha riconosciuto il diritto di una nostra ricorrente al trasferimento in Italia.

Nella specie, trattavasi di una studentessa iscritta nella Facoltà di Medicina e Chirurgia di un’Università estera che, seguendo alla lettera la procedura amministrativa, chiedeva il trasferimento al V anno dell’Ateneo Capitolino de “La Sapienza”.

Il Giudice Amministrativo proclama l’illegittimità del diniego impugnato ed impone al Polo resistente, previa verifica del possesso dei titoli in capo all’interessata, l’inserimento in graduatoria della ricorrente.

In questo modo, si accetta il trasferimento da Medicina in inglese di un’Università estera a Medicina in lingua italiana di un Ateneo nazionale.

Ancora una volta, il nostro studio legale ottiene una pronuncia che riconosce il valore del principio della libera circolazione degli studenti, così consentendo il trasferimento degli studenti italiani che, a causa del numero chiuso, sono costretti a fuggire in città estere.

 

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Trasferimenti dall'estero, dall'Unione europea e dall'Albania Mon, 18 Dec 2017 11:57:26 +0000
VITTORIA DINANZI AL T.A.R. DEL LAZIO CON RIGUARDO AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA: AGGIORNAMENTI IMPORTANTI ED UTILI. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/1688-vittoria-dinanzi-al-t-a-r-del-lazio-con-riguardo-al-corso-di-laurea-magistrale-in-psicologia-aggiornamenti-importanti-ed-utili http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/1688-vittoria-dinanzi-al-t-a-r-del-lazio-con-riguardo-al-corso-di-laurea-magistrale-in-psicologia-aggiornamenti-importanti-ed-utili VITTORIA DINANZI AL T.A.R. DEL LAZIO CON RIGUARDO AL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN PSICOLOGIA: AGGIORNAMENTI IMPORTANTI ED UTILI.
Con la presente comunicazione desideriamo aggiornarVi sugli eventi, di cui siamo profondamente lieti, che hanno seguito l’emissione del decreto cautelare del T.A.R. Lazio, pronunciatosi, si ricordi, con riferimento all’istanza di annullamento del decreto di annullamento del test svolto in data 4 settembre 2017 per l’ammissione ai Corsi di Laurea di Psicologia Clinica, Psicologia della Comunicazione e del Marketing, Psicologia applicata ai contesti della salute, del lavoro e giuridico-forense, Neuroscienze cognitive e Riabilitazione psicologica, Psicologia dello Sviluppo tipico e atipico e Psicopatologia dinamica e dello Sviluppo, nonchè per il riconoscimento, come libero ed “a numero aperto”, dell'accesso al primo anno degli anzidetti Corsi di Laurea presso La Sapienza - Università degli Studi di Roma relativamente all'a.a. 2017/2018. Ricordiamo a tutti Voi che, in data 21 settembre 2017, tramite decreto monocratico n. 5003/2017, di cui si rimette di seguito il link, il T.A.R. del Lazio, oltre ad accogliere l'istanza di misure cautelari, fissava la Camera di Consiglio per la conferma del decreto in sede collegiale, 18 ottobre p.v. https://www.giustizia-amministrativa.it/cdsintra/wcm/idc/groups/public/documents/document/mday/ntcy/~edisp/eesbwzinpnsa4ygwdfh5e42vwi.html Non possiamo davvero più ignorare che l'applicazione del "numero chiuso" alla Facoltà di Psicologia Magistrale, risulta in contrasto con la normativa nazionale nonchè con la Costituzione Italiana che prevede testualmente: " Le istituzioni di alta cultura, università ed accademie, hanno il diritto di darsi ordinamenti autonomi nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato" (art. 33, comma 6, Cost.). Si è finalmente realizzata la circostanza per cui il 5 ottobre c.m. non si è tenuto il test di ingresso ai Corsi di Laurea della Facoltà in oggetto. Siamo profondamente felici anche di annunciarvi che è uscito il Decreto Rettorale, che si rimette in allegato, in cui l'Università Sapienza, apre le immatricolazioni, in data 3 ottobre 2017, a tutti coloro che erano stati ammessi al test del 4 settembre del c.a. Riportiamo le parole pubblicate dal Quotidiano La Repubblica, di cui rimettiamo di seguito il link,“Il provvedimento del rettore risponde così all'esigenza di iniziare al più presto le lezioni, dopo la sospensione del nuovo test, senza attendere l'udienza del 18 ottobre, quando il Tar deciderà nel merito la questione. I tempi, infatti, si sarebbero allungati troppo, con i danni conseguenti per i ragazzi. Di qui, la decisione di aprire a tutti, in base alla disponibilità data dalla stessa facoltà”. http://roma.repubblica.it/cronaca/2017/09/20/news/test_per_psicologia_alla_sapienza_dopo_l_annullamento_nuove_prove_il_5_ottobre_protestano_gli_studenti-175992394/ Auspichiamo sinceramente che il 18 ottobre venga confermato quanto stabilito in sede monocratica dal T.A.R. Lazio. Vi terremo comunque e sempre aggiornati.
]]>
andrea.mineo@avvocatomichelebonetti.it (Andrea Mineo) Università Fri, 06 Oct 2017 14:50:14 +0000
(ASN 2017) ABILITAZIONI SCIENTIFICHE NAZIONALI: IL CONSIGLIO DI STATO ACCOGLIE L’AZIONE PER L’ABILITAZIONE DEI DOCENTI UNIVERSITARI. http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/abilitazioni-scientifiche-nazionali/1682-asn-2017-abilitazioni-scientifiche-nazionali-il-consiglio-di-stato-accoglie-l-azione-per-l-abilitazione-dei-docenti-universitari http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/abilitazioni-scientifiche-nazionali/1682-asn-2017-abilitazioni-scientifiche-nazionali-il-consiglio-di-stato-accoglie-l-azione-per-l-abilitazione-dei-docenti-universitari (ASN 2017) ABILITAZIONI SCIENTIFICHE NAZIONALI: IL CONSIGLIO DI STATO ACCOGLIE L’AZIONE PER L’ABILITAZIONE DEI DOCENTI UNIVERSITARI.

Mediante l’ordinanza n. 4082/2017 pubblicata in data 25 settembre 2017 il Consiglio di Stato, riformando la decisione del TAR Lazio, accoglieva le doglianze della ricorrente che partecipava al concorso per l’ASN di seconda fascia.

La ricorrente, con un curriculum vitae di particolare rilevanza scientifica, impugnava gli atti concorsuali denunciando le gravissime irregolarità compiute dalla Commissione giudicatrice che le negava l’abilitazione di seconda fascia a seguito di una valutazione del tutto arbitraria del proprio curriculum vitae. La ricorrente scienziata nota sia nel panorama nazionale sia nel panorama internazionale, si vedeva negata l’abilitazione richiesta nonostante avesse i c.d. “valori soglia” più alti di tutti i partecipanti al concorso e nonostante il possesso dei titoli richiesti.

Ad essere censurata è la valutazione delle pubblicazioni scientifiche effettuata in spregio della normativa di riferimento e dei principi cardini del diritto amministrativo, al punto tale che l’abilitazione veniva concessa a soggetti con un curriculum vitae e con lavori scientifici di rilevanza inferiore a quelli della ricorrente.

Il Consiglio di Stato rilevando la fondatezza delle censure avanzate nel ricorso modificava la decisione del TAR Lazio e rappresentava l’urgenza di una decisione nel merito e accogliendo il ricorso ex art. 55 co. 10 c.p.a.

L’ultima tornata dell’ASN è stata caratterizzata da una continua censura delle valutazioni effettuate dalle Commissioni giudicatrici che trincerandosi dietro il criterio della c.d. discrezionalità, in alcuni casi come quello affrontato dal Consiglio di Stato, ha escluso dal panorama universitario numerosi ricercatori nonostante le loro capacità scientifiche siano riconosciute anche oltre i confini nazionali.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Abilitazioni Scientifiche Nazionali Tue, 12 Sep 2017 14:52:00 +0000
(ASN) ABILITAZIONI SCIENTIFICHE NAZIONALI: PARTE L'AZIONE PER LE ABILITAZIONI DEI DOCENTI UNIVERSITARI http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/abilitazioni-scientifiche-nazionali/1570-asn-abilitazioni-scientifiche-nazionali-parte-l-azione-per-le-abilitazioni-dei-docenti-universitari http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/abilitazioni-scientifiche-nazionali/1570-asn-abilitazioni-scientifiche-nazionali-parte-l-azione-per-le-abilitazioni-dei-docenti-universitari (ASN) ABILITAZIONI SCIENTIFICHE NAZIONALI: PARTE L'AZIONE PER LE ABILITAZIONI DEI DOCENTI UNIVERSITARI

Come noto in questi giorni è in corso la pubblicazione degli esiti della seconda tranche delle Abilitazioni Scientifiche Nazionali.

La partecipazione dei ricercatori italiani all’ASN, imposta dalla c.d. Riforma Gelmini per poter acquisire il titolo di docenti universitari, ha ingiustamente parificato la posizione di coloro che per la prima volta intendono cimentarsi nella carriera universitaria rispetto a quei professionisti che da anni svolgono de facto le funzioni di un docente universitario abilitato.

L’impegno per la tutela fondamentale della trasparenza nei concorsi pubblici e per la promozione della meritocrazia, che da sempre connota il nostro studio, ci induce ad affiancare tutti gli aspiranti docenti universitari contro le illegittimità che potrebbero palesarsi durante il percorso per l’Abilitazione Scientifica Nazionale.

Trattasi di un’azione da noi già patrocinata negli scorsi anni che ci ha condotto a pronunce giurisprudenziali di accoglimento e conseguente affermazione di importanti principi giuridici in materia.

Emblematica è la sentenza n. 2907/2016 mediante la quale il TAR Lazio ha chiarito che i giudizi espressi dalle commissioni esaminatrici devono essere supportati da una motivazione analitica nonché da una valutazione attenta e rigorosa delle pubblicazioni scientifiche e dei titoli presentati dal candidato. L’eventuale giudizio negativo espresso dalla commissione, quindi, dovrà essere corredato da una motivazione chiara e specifica in ordine alle ragioni che hanno indotto alla dichiarazione di non idoneità.

L’azione promossa sarà volta alla rivendicazione del diritto di conseguire l’abilitazione come professore universitario di seconda fascia o, in via subordinata, di ottenere la rivalutazione e il riesame del proprio curriculum vitae ove si palesino irregolarità in merito all’accertamento dell’esistenza dei titoli idonei per l’abilitazione.

Trattandosi di valutazione nazionale, il ricorso andrà presentato innanzi al TAR per il Lazio – sede di Roma – nel termine di sessanta giorni dalla data di pubblicazione o comunicazione dei risultati della procedura abilitativa.

I motivi a fondamento del ricorso dovranno essere valutati caso per caso relativamente alle illegittimità riscontrate. Quanti siano interessati potranno perciò contattare lo studio via email a info@avvocatomichelebonetti.it o telefonicamente ai seguenti recapiti http://www.avvocatomichelebonetti.it/index.php/contatti per una prima consulenza valutativa ed eventualmente concordare un appuntamento de visu.

]]>
andrea.mineo@avvocatomichelebonetti.it (Andrea Mineo) Abilitazioni Scientifiche Nazionali Fri, 28 Jul 2017 17:16:59 +0000
ABILITAZIONI SCIENTIFICHE NAZIONALI (A.S.N.) ACCOLTI NEL MERITO I NOSTRI RICORSI http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/abilitazioni-scientifiche-nazionali/1412-abilitazioni-scientifiche-nazionali-a-s-n-accolti-nel-merito-i-nostri-ricorsi http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/abilitazioni-scientifiche-nazionali/1412-abilitazioni-scientifiche-nazionali-a-s-n-accolti-nel-merito-i-nostri-ricorsi ABILITAZIONI SCIENTIFICHE NAZIONALI (A.S.N.) ACCOLTI NEL MERITO I NOSTRI RICORSI

Il T.A.R. del Lazio con un’articolata sentenza ha accolto il nostro ricorso in merito alla necessaria analiticità della motivazione dei giudizi. Le valutazioni delle pubblicazioni scientifiche e dei titoli presentati devono essere analitiche e ciascuno dei candidati deve avere contezza della valutazione delle sue opere e della ragione per cui queste non sono state ritenute degne di giudizio positivo.

Le commissioni – prosegue il T.A.R. del Lazio – devono esporre in modo chiaro, completo le ragioni di idoneità o non idoneità all’abilitazione, fondate sull’analitica valutazione degli elementi di giudizio; la legittimità del giudizio negativo deve fondarsi su una valutazione particolarmente attenta e rigorosa (nella valutazione qualitativa) afferente all’apporto individuale nei lavori in collaborazione, alla qualità della produzione scientifica alla collocazione editoriale presso editori o riviste di rilievo internazionale o nazionale. Sulla base del difetto di motivazione il T.A.R del Lazio ordina ad una commissione in composizione del tutto differente di procedere ad una rinnovata valutazione del candidato. 

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) Abilitazioni Scientifiche Nazionali Tue, 08 Mar 2016 08:15:19 +0000
Trasferimenti dall’Albania: dopo l’Adunanza Plenaria il Consiglio di Stato ribadisce il suo sì http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/1107-trasferimenti-dall%E2%80%99albania-dopo-l%E2%80%99adunanza-plenaria-il-consiglio-di-stato-ribadisce-il-suo-s%C3%AC http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/1107-trasferimenti-dall%E2%80%99albania-dopo-l%E2%80%99adunanza-plenaria-il-consiglio-di-stato-ribadisce-il-suo-s%C3%AC Trasferimenti dall’Albania: dopo l’Adunanza Plenaria il Consiglio di Stato ribadisce il suo sì

Dopo la vittoria dinanzi all’Adunanza Plenaria (http://www.avvocatomichelebonetti.it/index.php/campagne/trasferimenti-dallestero/item/1095-trasferimenti-dallestero-ladunanza-plenaria-del-consiglio-di-stato-fara-tornare-i-nostri-ricorrenti), preceduta da una serie di nostri accoglimenti, in particolare sull’Albania (http://www.avvocatomichelebonetti.it/index.php/news/item/1029-dopo-tanti-anni-di-battaglia-ora-si-pu%C3%B2-tornare-dall%E2%80%99albania), è di questi giorni la notizia che il Consiglio di Stato, citando l’Adunanza Plenaria, ha accolto il ricorso già pendente di uno studente che voleva trasferirsi dalla Nostra Signora del Buon Consiglio all’Ateneo di Cagliari.

Per maggiori info contatta info@avvocatomichelebonetti.it.

]]>
info@avvocatomichelebonetti.it (Avvocato Michele Bonetti) Trasferimenti dall'estero, dall'Unione europea e dall'Albania Wed, 04 Feb 2015 18:04:50 +0000
TRASFERIMENTI DALL'ESTERO: L'ADUNANZA PLENARIA DEL CONSIGLIO DI STATO FARA' TORNARE I NOSTRI RICORRENTI http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/1095-trasferimenti-dallestero-ladunanza-plenaria-del-consiglio-di-stato-fara-tornare-i-nostri-ricorrenti http://avvocatomichelebonetti.it/campagne/universita/trasferimenti-dall-estero/1095-trasferimenti-dallestero-ladunanza-plenaria-del-consiglio-di-stato-fara-tornare-i-nostri-ricorrenti TRASFERIMENTI DALL'ESTERO: L'ADUNANZA PLENARIA DEL CONSIGLIO DI STATO FARA' TORNARE I NOSTRI RICORRENTI

E' la sentenza n.1 del 2015 resa dall'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato, Presidente Giovannini Giorgio, Presidente Estensore Cacace Salvatore, con cui si mette la parola fine al braccio di ferro interno al Consiglio di Stato e alla Magistratura italiana; sono state tantissime le sentenze di accoglimento e di rigetto e coloro che erano "sospesi" e con riserva rischiavano veramente di rimanere in un limbo, a volte senza neanche più ritornare nelle università straniere di provenienza. Sono dunque fatte salve le sospensive sino ad oggi ottenute e tutti i nostri ricorsi inoltrati e ancora non decisi.

Per la particolare categoria degli studenti aquilani provenienti dall'estero, che in passato si erano visti rigettare i contenziosi da altri presentati, presenteremo ad horas un'istanza per sanare la questione.

Vedi la rassegna stampa: http://www.corriere.it/scuola/universita/15_gennaio_29/medicina-via-libera-giudici-68b6f4b2-a788-11e4-9807-cc4bcdb83bf8.shtml

Per maggiori info scrivi a info@avvocatomichelebonetti.it 

]]>
elvira.ricottadamo@gmail.com (Elvira Ricotta Adamo) Trasferimenti dall'estero, dall'Unione europea e dall'Albania Fri, 30 Jan 2015 10:54:24 +0000