Visualizza articoli per tag: assistenti giudiziari http://avvocatomichelebonetti.it Sat, 11 Jul 2020 07:42:08 +0000 Joomla! - Open Source Content Management it-it Assistenti giudiziari: partita la diffida. Ministero sottoponga la scelta delle nuove sedi con priorità ai soggetti già in servizio. http://avvocatomichelebonetti.it/component/k2/1790-assistenti-giudiziari-partita-la-diffida-ministero-sottoponga-la-scelta-delle-nuove-sedi-con-priorita-ai-soggetti-gia-in-servizio http://avvocatomichelebonetti.it/component/k2/1790-assistenti-giudiziari-partita-la-diffida-ministero-sottoponga-la-scelta-delle-nuove-sedi-con-priorita-ai-soggetti-gia-in-servizio Assistenti giudiziari: partita la diffida. Ministero sottoponga la scelta delle nuove sedi con priorità ai soggetti già in servizio.

E' partita, in data 10 marzo, la diffida rivolta al Ministero della Giustizia con la quale - nell'interesse dei soggetti idonei e vincitori nella graduatoria del concorso per assistenti giudiziari che, dopo l’espletamento delle prove, si sono collocati tra la posizione n. 1 e la posizione 1400 - si è chiesto di poter scegliere tra le nuove sedi messe a disposizione.

Il Ministero avrà 30 giorni per rispondere alla diffida e consegnare la documentazione richiesta. Dopo tale termine potrà partire l'azione facendo valere l'erroneità dell'istruttoria posta a fondamento delle sedi individuate in prima battuta a favore di idonei e vincitori entro la posizione n. 1400.

L’aspetto da cui deriva l'illegittimità di tale decreto, non è dato dalla circostanza per cui altri soggetti idonei del concorso in parola verranno assunti, quanto invece dal fatto che tutti i soggetti già firmatari di contratto sono stati convocati nei mesi di gennaio e febbraio 2018 ed hanno potuto scegliere, sulla base della propria posizione in graduatoria, sedi potenzialmente non ambite quando, oggi, per i nuovi idonei in posizione deteriore in graduatoria vi saranno altre (e forse migliori) possibilità.

E ciò nonostante sin dalla Legge finanziaria di dicembre 2018 era stato deciso l'ampliamento ed era dunque possibile dar vita ad un'istruttoria adeguata sulle sedi disponibili.

In caso di mancato riscontro alla nostra diffida da parte del Ministero, l’azione (anche avverso il silenzio) giudiziale si proporrà rappresentando l’illegittima attività ministeriale derivante dalla mancata istruttoria e dalla violazione del principio di trasparenza in ordine a tale concorso.

Dopo la diffida l’azione ordinaria verrà incardinata al TAR Lazio o, l’ eventuale azione straordinaria al Presidente della Repubblica.

Per aderire all'azione potete seguire il seguente link http://www.avvocatosantidelia.it/news/1387-concorsi-pubblici-inps-365-posti.htm

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Fri, 13 Apr 2018 21:00:08 +0000
CONCORSO ASSISTENTI GIUDIZIARI 2017: RICORSO AVVERSO LA MANCATA AMMISSIONE ALLE PROVE SCRITTE. http://avvocatomichelebonetti.it/component/k2/1600-concorso-ufficiali-giudiziari-2017 http://avvocatomichelebonetti.it/component/k2/1600-concorso-ufficiali-giudiziari-2017 CONCORSO ASSISTENTI GIUDIZIARI 2017: RICORSO AVVERSO LA MANCATA AMMISSIONE ALLE PROVE SCRITTE.

E’ di queste ore la pubblicazione della graduatoria degli ammessi alla prova scritta.

Lo studio legale degli Avvocati Michele Bonetti e Santi Delia, a fronte delle varie segnalazioni ricevute, valuterà di avanzare una possibile azione legale innanzi al T.A.R. del Lazio in relazione alle illegittime esclusioni dei candidati.

A tal riguardo, lo studio legale subordinerà l’adesione al ricorso collettivo, previo acconto di € 100,00, all’esito degli accessi agli atti in corso di avanzamento. Solo successivamente, dopo aver analizzato tutto ciò che emergerà dalla documentazione ottenuta dall’accesso agli atti, sarà concretamente possibile o meno avanzare un’azione collettiva; viceversa, ove non si riterrà di presentarla si restituirà la quota versata.

Inoltre, per coloro che hanno un punteggio significativo, quindi che rientrano nelle 3 domande errate o a casi specifici con domande errate, omesse o troncate, si valuterà di avanzare un’azione individualizzata, dal costo di € 1.000,00, o individuale, il cui costo sarà di € 2.000,00 oltre IVA, c.p.a. e contributo unificato.

MODALITA' DI ADESIONE

Per aderire all'azione ed impugnare la graduatoria sarà necessario seguire pedissequamente le istruzioni che seguono.

1. Scaricare la procura allegata.

2. Stampare due copie della procura, compilarle e firmarle entrambe in originale (la sottoscrizione deve essere apposta a penna).

3. Scansionare documento d’identità.

4. Effettuare il pagamento alle coordinate allegate.

5. Inoltrare, tramite raccomandata a.r. URGENTE di tipo 1 all'indirizzo Studio Legale Avv. Michele Bonetti e Santi Delia, Via San Tommaso d'Aquino, 47 – 00136, Roma, i seguenti documenti:

- due procure in originale compilate e sottoscritte;

- copia del documento d'identità;

- copia del bonifico effettuato alle coordinate allegate (nella causale del bonifico dovrete inserire il vostro nome, cognome e la dicitura "ricorso CONCORSO ASSISTENTI GIUDIZIARI 2017- collettivo").

Sulla busta deve essere apposta la scritta " ricorso CONCORSO ASSISTENTI GIUDIZIARI 2017- collettivo " e ogni busta deve contenere una sola adesione.

6. Inoltrare a mezzo e-mail all'indirizzo info@avvocatomichelebonetti.it la scansione di TUTTI I DOCUMENTI INOLTRATI A MEZZO RACCOMANDATA A.R., inserendo nell'oggetto dell'e-mail il vostro nome, cognome e la dicitura " ricorso CONCORSO ASSISTENTI GIUDIZIARI 2017- collettivo”. 7. Compilare (solo una volta e inserendo dati veritieri e verificati) questo FORM on line nel caso voleste aderire al ricorso collettivo.

8. Tutta la procedura deve essere effettuata entro e non oltre il giorno 30 giugno 2017 (data di ricezione della raccomandata a.r.).

Attenzione, la carenza della documentazione richiesta o l'inesattezza dei dati inseriti comporterà l'esclusione dal ricorso. Si precisa in tal senso che non è ammessa la sostituzione dell'originale da inviare a mezzo racc. a/r con l'invio busta tramite mail pec. Ai fini della proposizione del ricorso sarà necessario ed indispensabile produrre l'intera documentazione oltre che nelle modalità indicate anche e soprattutto in originale con relativa sottoscrizione ORIGINALE. Non si ammetteranno copie, fotocopie, firme pre-configurate o firme digitali.

QUESTO STUDIO DECLINA OGNI RESPONSABILITÀ IN MERITO ALL'EVENTUALE MANCATO INSERIMENTO NEL RICORSO QUALORA LA DOCUMENTAZIONE NON DOVESSE GIUNGERE ENTRO I TERMINI STABILITI O NEL CASO IN CUI NON SIANO RISPETTATE LE PROCEDURE PREVISTE NELLA PRESENTE INFORMATIVA RISERVANDOSI, ANCHE IN IPOTESI DI CORRETTEZZA DELLA PROCEDURA SEGUITA, L'ACCETTAZIONE DEI VOSTRI MANDATI CHE VERRA' COMUNICATA ESCLUSIVAMENTE VIA MAIL.

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Thu, 08 Jun 2017 20:34:07 +0000
ASSISTENTI GIUDIZIARI: IL CONCORSO PER TUTTI E PER NESSUNO. http://avvocatomichelebonetti.it/component/k2/1589-assistenti-giudiziari-il-concorso-per-tutti-e-per-nessuno-partono-i-ricorsi http://avvocatomichelebonetti.it/component/k2/1589-assistenti-giudiziari-il-concorso-per-tutti-e-per-nessuno-partono-i-ricorsi ASSISTENTI GIUDIZIARI: IL CONCORSO PER TUTTI E PER NESSUNO.

Al termine delle prove preselettive del concorso per assistente giudiziario (Funzionario Giudiziario ed Ufficiale UNEP), svolte dall’8 al 24 maggio, scaturiscono molte perplessità viste le molteplici irregolarità verificatesi in sede d’esame.

L’argomento che lascia pensare più di ogni altro, tuttavia, è la decisione di consentire la partecipazione al concorso a tutti i diplomati, senza operare alcuna selezione per titoli. La polemica nasce specialmente dalla presenza, già nei quiz preselettivi, di domande così tecniche da presumere una conoscenza molto approfondita del diritto, materia che in realtà non è neanche insegnata in tutti gli istituti scolastici di secondo grado. Tale circostanza appare di per sé idonea a suscitare forti dubbi in merito alla coerenza ed alla correttezza dell’intera procedura selettiva.

Ma vi è di più. Anche le modalità di gestione di questa prova concorsuale hanno rilevato importanti vizi fin dalla pubblicazione del bando.

A titolo informativo, si fa riferimento alla decisione del Ministero della Giustizia di stabilire, mediante apposito provvedimento, una nuova ulteriore data (31 maggio 2017) per il rinnovo della prova preselettiva del concorso per gli 800 assistenti giudiziari, riservato solo a chi era stato somministrato un test con errori nelle domande e nelle risposte, ed a chi, comunque, non avesse ottenuto il punteggio massimo di 50. Si constata che trattasi di circa 300 candidati ad oggi lesi da un test formalmente viziato e, perciò, costretti a sostenere per la seconda volta la medesima prova concorsuale.

Ovviamente, ogni azione legale va parametrata al caso concreto; non avranno, infatti, un interesse meritevole di tutela giudiziale tutti coloro che, a seguito dello svolgimento della nuova prova, riusciranno a conseguire un punteggio utile al superamento della stessa.

Di certo, se è vero che la campagna di reclutamento prevista dal bando di interesse avrebbe dovuto realizzare un – potenzialmente proficuo -  progetto generale di riorganizzazione dei servizi giudiziari e di adeguamento delle competenze del personale che svolge attività amministrativa presso gli uffici della giustizia, appare ancor più evidente l’illegittimità delle situazioni sopra evidenziate.

Alla luce di ciò, quindi, sembrerebbero sussistere i presupposti per adire le opportune sedi legali e tutelare così i concorrenti danneggiati.   

]]>
claudia.palladino@avvocatomichelebonetti.it (Claudia Palladino) News Tue, 30 May 2017 21:13:52 +0000
CONCORSO CANCELLIERI 2017– ALCUNE FAQ UTILI http://avvocatomichelebonetti.it/component/k2/1587-concorso-cancellieri-2017-alcune-faq-utili http://avvocatomichelebonetti.it/component/k2/1587-concorso-cancellieri-2017-alcune-faq-utili CONCORSO CANCELLIERI  2017– ALCUNE FAQ UTILI

Viste le numerose segnalazioni è possibile avanzare un ricorso collettivo?

Si. In tal caso verranno avanzate censure generali che non saranno trattate nello specifico, come si farebbe, invece, per un ricorso individuale. L’azione collettiva richiede in ogni caso l’omogeneità delle posizione dei singoli ricorrenti che vi aderiranno”.

È possibile avanzare ricorso anche se non ho raggiunto un punteggio minimo?

Non è ravvisabile alcun punteggio minimo poiché saranno ammessi alle successive prove scritte i candidati che si sono classificati tra i primi 3.200 e gli ex aequo all’ultimo degli ammessi.

Solo a seguito della pubblicazione della graduatoria ufficiale, prevista per il prossimo 6 giugno 2017, verranno analizzate e valutate censure generali e di carattere procedurale che hanno influito sullo svolgimento della prova, al fine di avanzare una possibile azione legale.

In ogni caso, si terrà conto della posizione dei singoli ricorrenti”.

Quanto incidono nel ricorso le domande che il Ministero della Giustizia ha imposto erroneamente nel test?

Le domande errate nel test rilevano, in particolare, nei ricorsi di natura individuale”.

Quando ci sarà indicativamente il primo provvedimento?

Dopo circa un mese, da quando verrà  conferito il mandato, ci sarà una prima ordinanza cautelare. Sarà, comunque, il T.A.R. a decidere le tempistiche processuali, diminuendo o aumentando, il predetto periodo temporale”.

Se dovessi essere ripescato, o comunque non volessi più aderire al ricorso, dopo aver inviato tutto, come posso ritirare l’adesione?

Chi ha un punteggio a ridosso del minimo può attendere prima di avanzare un’azione legale. Se nel corso del procedimento avanzato veniste ripescati, prima dell’udienza verrà rappresentato al T.A.R.”.

È auspicabile un esito positivo del ricorso?

Noi possiamo valutare la fondatezza del ricorso, ma non possiamo effettuare previsioni sulla possibilità di riuscita dello stesso”.

Se dovessimo vincere il ricorso la prova potrebbe essere annullata, con la possibilità di svolgerla ex novo, oppure accederei direttamente alle prove orali?

Qualora dovessero essere accolti i motivi sui quali si fonda il ricorso, riteniamo che, quasi sicuramente, vi sarà accesso alle fasi successive del concorso”.

Per il ricorso posso rivolgermi ad uno o più avvocati?

Non è possibile presentare due ricorsi per la medesima impugnazione; pertanto, non avrebbe senso rivolgersi a due diversi avvocati. Due ricorsi uguali sono giuridicamente incompatibili tra di loro e portano alla litispendenza. Se effettuerà un ricorso con altri legali, salvo casi eccezionali di cui si dovrenno valutare le specifiche circostanze, declineremo ogni incarico e tutela nei Vostri confronti per doveri deontologici”.

È consigliabile un ricorso individuale o collettivo?

Salvo casi particolari, si consiglia un’azione collettiva. Non si esclude, però che si possano verificare situazioni tutelabili individualmente”.

 

Michele Bonetti, Avvocato.

]]>
andrea.mineo@avvocatomichelebonetti.it (Andrea Mineo) News Fri, 26 May 2017 08:26:48 +0000